Home / Archivio dei Tag: PUBBLICITA INGANNEVOLE (pagina 3)

Archivio dei Tag: PUBBLICITA INGANNEVOLE

Come se dimagrire fosse facile. La pubblicità di Green Coffee è stata giudicata contraria al Codice di Autodisciplina

La pubblicità dedicata a Green Coffee 400 hot and cold, un integratore pensato per dimagrire, è stato giudicato contrario agli articoli  2 – Comunicazione commerciale ingannevole – e 23 bis – Integratori alimentari e prodotti dietetici – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Il testo del messaggio  “Sovrappeso? Il gusto nuovo della linea!”, rilevato sulla rivista “F” in data …

Continua »

“Olio Cuore aiuta a controllare il colesterolo” dice lo spot pubblicitario. Ma la frase è scorretta e incompleta e inganna i consumatori. Ricorso all’Antitrust

La pubblicità della lattina di olio Cuore  proposta  mostra una famiglia a tavola che condisce i piatti con l’olio di semi di mais. Mentre scorrono le immagini una voce fuori campo dice: “Ogni giorno Cuore con acido linoleico che aiuta a controllare il colesterolo”. Il claim si basa sul contenuto di acido linoleico dell’olio, ma è scorretto in quanto usa …

Continua »

Uliveto e Rocchetta sono “acque della salute”? Il Ministero dopo 16 mesi dice che non lo sa! Ma autorizza slogan terribili come “depurati anche l’anima” e “pulite dentro belle fuori”

La pubblicità ingannevole dell’acqua minerale Uliveto e Rocchetta è arrivata in parlamento 16 mesi fa sotto forma di interrogazione al Ministero della salute su richiesta del deputato del Movimento 5 Stelle Giuseppe L’Abbate. L’interrogazione ha ricevuto una risposta pochi giorni fa. Questa è la prima notizia. La seconda è che  nella “nessun messaggio pubblicitario contenente qualità salutistiche di un’acqua minerale può essere divulgato …

Continua »

Pasta Dolce Vita, il Giurì censura la pubblicità : non è vero che aiuta a perdere peso

La pubblicità della pasta Dolce Vita di Inuvance Healthcare è stata giudicata ingannevole dall’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria (IAP). Il  testo del messaggio diceva “Problemi di giro vita? Riducilo con pasta Dolce Vita” ed era diffuso sia sul settimanale femminile Grazia di maggio, sia in alcuni spot tv andati in onda sulle reti Mediaset. Lo slogan sembra voler convincere il pubblico che …

Continua »

Pubblicità ingannevole: Il succo di frutta mela e bergamotto Bermé con polifenoli non contrasta il colesterolo

Il Presidente del Comitato di Controllo ha definito pubblicità ingannevole lo spot della bevanda Bermé Mela&Bergamotto, prodotto da Dolomiti Fruits. Il video, trasmesso nel mese di giugno sulle reti Mediaset, presenta la bibita come un prodotto utile per contrastare il colesterolo, citando uno studio dell’Università di Tor Vergata di Roma. In realtà la ricerca universitaria non dimostra alcuna significativa riduzione …

Continua »

La pubblicità che offende la donna e lede la lealtà della comunicazione commerciale. Il Galletto di Barletta ha esagerato

La pubblicità del Galletto di Barletta è ingannevole: è questa la decisione del Presidente del Comitato di controllo del Giurì nei confronti di un manifesto utilizzato da un servizio commerciale specializzato nel pollo alla brace. Il cartellone, affisso nella città di Barletta lo scorso maggio (vedi  foto), è stato ritenuto contrario agli articoli 1-9-10 del Codice di Autodisciplina. Il messaggio viola …

Continua »

Richiesta di marchette da Londra ma anche da Milano, il vecchio sistema del publiredazionale a pagamento funziona sempre ed e un buon requisito per avere contratti pubblicitari

Oggi abbiamo ricevuto una mail da un’agenzia che ha sede a Londra in cui ci viene chiesto (**) se siamo disposti a pubblicare alcuni editoriali scritti da noi che parlano o menzionano un’azienda loro cliente. Nel gergo giornalistico questo tipo di servizio viene definito “marchetta”, perché si tratta di un’operazione a pagamento, ed è un tipo di articoli che si …

Continua »

Acqua minerale Fonte Essenziale censurata la pubblicità: non pulisce il fegato e l’intestino. Quindici anni di bugie e di messaggi ingannevoli per vendere un prodotto spesso inutile

La società Ferrarelle, proprietaria dell’acqua minerale Fonte Essenziale, è stata censurata perché nel messaggio pubblicitario  promette di purificare il fegato e l’intestino. Per questo motivo il Comitato di Controllo ha chiesto alla società di interrompere lo spot in onda sulle reti televisive. Il testo del messaggio elenca una serie di caratteristiche vere e di risultati improbabili “povera di sodio e …

Continua »

Acqua minerale: il decalogo dell’Inran per non farsi ingannare dalle false promesse della pubblicità

acqua minerale Woman drinking water from transparent bottle on the beach

L’acqua minerale è un argomento molto dibattuto nel nostro Paese perché si tratta di un prodotto da sempre  posizionato in cima alla classifica dei consumi alimentari  e perché siamo i più affezionati bevitori in Europa. Per fortuna la frequenza di acquisto è diminuita negli ultimi anni, passando da quasi 190 litri annui pro capite nel 2008 a meno di 180 …

Continua »

“La carne è senza rischi”: falso! Ritirata la pubblicità ingannevole di Federcarni denunciata all’Agcm dai 5 Stelle e dal Partito animalista europeo

“Sì alla carne. Piacere senza rischi“, questa e altre frasi utilizzate nella campagna pubblicitaria 2015 promossa da Federcarni (la federazione nazionale dei macellai) e Confcommercio sono state rimosse, perché ritenute ingannevoli dell’Autorità Garante della concorrenza e del mercato (leggi articolo). Tra i tanti che hanno notato le frasi sui manifesti e sui sacchetti distribuiti nei punti vendita, il Partito animalista europeo e Mirko …

Continua »

Gin-Pent integratore alimentare: la pubblicità è ingannevole. Censura dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria

Il Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria il 17 febbraio 2015 ha censurato il messaggio dell’integratore alimentare Gin-Pent di Ambrogio Vivai S.r.l. Il testo della pubblicità esordisce con una frase a caratteri cubitali dove si dice:  «Ha scoperto l’albero della vita il Gin Pent». Sotto questa frase ci sono slogan che illustrano i molteplici ma anche improbabili benefici registrati in …

Continua »

Patatine fritte: multa di un milione dell’Antitrust per pubblicità ingannevole. Non sono “fatte a mano”. Sanzione anche per la Rustica promossa da Carlo Cracco

cracco cracco patatine san carlo

Dopo diverse denunce di privati e dell’Unione nazionale consumatori, l’Antitrust ha sanzionato  con oltre un milione di euro le patatine fritte: San Carlo, Amica chips, Pata e Ica Foods  per pubblicità ingannevole. Come ilfattoalimentare ha più volte segnalato in diversi articoli, queste aziende utilizzano diciture e immagini suggestive per attribuire alle patatine “vanti di artigianalità”, nonostante la loro natura industriale. Sulle confezioni …

Continua »

Multe a chi promette di dimagrire, in tempi rapidi e senza fatica: sanzione dell’ Antitrust a Perfoline di 650 mila euro

Help Consumatori riferisce della multa  presa dall’Antitrust contro le società Perfoline SA e Perfoline SAS.   Perdere peso velocemente, senza particolari sforzi e diete, attraverso l’aiuto di prodotti naturali a base di carciofo, di caffè verde o di cavolo. Una promessa esaltante che fa leva sugli “incredibili poteri dimagranti” di una serie di prodotti dall’efficacia spacciata per certa. Secondo l’Antitrust …

Continua »

Uliveto e Rocchetta basta bugie nella pubblicità, bocciata l’acqua della salute. Antitrust condanna Cogedi a 10 mila euro di multa. Quarta censura in pochi anni

La pubblicità di Uliveto e Rocchetta è stata nuovamente censurata dall’Antitrust perché nei messaggi le due minerali vengono classificate come acque della salute, abbinando false diciture salutistiche e usando come testimonial associazioni di medici.  È questa la decisione dell’Antitrust che in seguito alla richiesta di censura richiesta da Il Fatto Alimentare ha condannato la società Cogedi a una multa di …

Continua »

Acqua Lindos: il Comitato di Controllo del Giurì censura la pubblicità che promette facili dimagrimenti

Il Comitato di Controllo del Giurì di Autodisciplina Pubblicitaria ha censurato il messaggio pubblicitario “Vuoi davvero essere più magra? Bevi più acqua!”, relativo al prodotto “Lindos” della Bognanco, rilevato sulla rivista Dimagrire – data copertina dicembre 2014. La frase presente nell’annuncio è stata valutata come manifestamente contraria all’art. 2, “comunicazione commerciale ingannevole”, del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.   …

Continua »