Home / Archivio dei Tag: pesce (pagina 4)

Archivio dei Tag: pesce

Pesce e mercurio: quelli di grossa taglia possono avere elevate quantità di metallo dannoso per le donne in gravidanza. Cosa fare? I consigli dell’Efsa

La quantità di sequestri di pesce di grossa taglia come pesce spada, tonno, squali, smeriglio a causa di un’eccessiva presenza di metilmercurio aumenta continuamente soprattutto in Italia. Nei primi 5 mesi di quest’anno sono stati confiscati 40 lotti, e i numeri sono raddoppiati rispetto all’anno precedente. Il Fatto Alimentare si era già occupato di questo problema, focalizzando l’attenzione sulle  modalità …

Continua »

Findus i “Gratinati” della linea “A Regola d’Arte” vanno direttamente in forno: ricette pronte, ma con lunghi tempi di cottura. Il target è giovanile nel prezzo e nelle porzioni

I “Gratinati” Findus sono l’ultima novità della linea “A Regola d’Arte” nata poco più di 2 anni fa. Di alcune delle precedenti proposte ne avevamo parlato su Il Fatto Alimentare, si trattava dei Filetti di branzino all’acqua pazza e dei Filetti di Salmone con limone e rosmarino, entrambe con una preparazione tipo “al cartoccio”. Avevamo sottolineato come il servizio offerto non …

Continua »

Il colore del cibo al supermercato dipende da lampade “intelligenti”. Migliorano l’aspetto di carne, pesce, frutta e formaggi. Un inganno? Esposto all’Antitrust

Qual è il colore vero della carne? A questa domanda cerca di rispondere un nostro lettore che ritiene di essere ingannato dai supermercati che usano nel banco frigorifero lampade particolari per accentuare le tonalità. Vi proponiamo questa lettera molto interessante che è stata inviata nei giorni scorsi anche all’Antitrust.   Da qualche tempo ho notato che tutta la carne venduta  …

Continua »

Contrordine: il pesce scartato ributtato in mare non è uno spreco, perchè contribuisce a equilibrare l’ecosistema e aiuta le specie a rischio

Le norme dell’Unione europea (Common Fisheries Policy, CFP) sul divieto di ributtare in mare  il pescato di taglia piccola o comunque invendibile, potrebbe essere controproducente. Le direttive, entrate in vigore il primo gennaio scorso, volte a eliminare il fenomeno tra il 2015 e il 2019, non avrebbero un effetto positivo, ma al contrario comportano conseguenze negative per l’ambiente marino.   Lo sostiene uno …

Continua »

Tutte le risposte su allergie e intolleranze: il quiz dalla FSA inglese. A cura di Roberto Bernardini e di Iride dello Iacono del SIAIP

Come riconoscere la realtà dalle bufale quando si parla di allergie e intolleranze alimentari? Questo test elaborato dalla FSA (Food Standards Agency) inglese, cerca di sfatare le leggende di queste due patologie, fornendo informazioni precise su cosa sono, quali sono i sintomi, i trattamenti e le persone colpite. Il Fatto Alimentare aveva già trattato l’argomento con l’aiuto di Roberto Bernardini, …

Continua »

La cucina francese si arrende all’hamburger. Una volta su due si sceglie il panino americano

Francesi e hamburger si amano sempre di più, tanto che uno dei piatti più celebri degli USA entra da padrone in quasi tre menù su quattro dei ristoranti d’oltralpe. Nel 2013, quasi la metà dei panini venduti in Francia conteneva hamburger: 970 milioni su 2,14 miliardi. Nel 2000, il rapporto era di uno a nove e nel 2007 di uno …

Continua »

Diossina nel sangue? A Napoli e nella Terra dei Fuochi il livello è più basso che nel resto d’Europa. Dal confronto con altre città italiane valori più alti tra i cittadini di Brescia

Nessun allarme per i livelli di diossina riscontrati nei campioni di sangue di 58 individui suddivisi in due differenti popolazioni: 25 prelevati da un gruppo residente in zone a rischio ambientale, 33 prelevati invece dagli abitanti di Napoli e dintorni (non a rischio professionale). La ricerca, portata avanti dall’Istituto Superiore di Sanità (Tossicologia alimentare e veterinaria) e dall’Istituto Zooprofilattico del …

Continua »

Allarme “Terra dei Fuochi”: la verità sull’inquinamento del cibo. Su 642 campionamenti di latte crudo, pesce e mangime, solo 12 criticità

Con l’espressione ”Terra dei fuochi” si identifica una area situata tra le province di Napoli e Caserta, che copre l’8% della superficie del territorio campano, caratterizzata dalla presenza di roghi di rifiuti. Citata per la prima volta nel 2003 nel Rapporto Ecomafie curato da Legambiente, la zona si caratterizza per lo sversamento illegale di rifiuti, anche tossici, da parte della …

Continua »

1052 kg di smeriglio congelato ritirato da 65 supermercati A&O, Famila e varie pescherie: troppo mercurio. La ditta fa le analisi e decide volontariamente il richiamo

La società DE A. Mare di Chioggia un mese fa ha richiamato e ritirato dal mercato 1052 kg di smeriglio congelato a fette importato dalla Spagna. La decisione è stata presa quando la Capra di Biassono, che aveva acquistato un lotto di smeriglio, nel corso di analisi di laboratorio previste dalle procedure di autocontrollo ha riscontrato una quantità di mercurio (4,2 …

Continua »

Il latte biologico fa bene al cuore: tanti omega-3 e meno omega-6 rispetto a quello convenzionale. Lo studio finanziato in parte dall’industria del bio

“Il latte biologico diminuisce certamente il rischio di malattie cardiovascolari”. Questa la conclusione, molto netta, di uno studio di confronto tra latte intero tradizionale non biologico e latte biologico per quanto riguarda il contenuto in acidi grassi, appena pubblicato su PLoS One.   Gli autori, ricercatori del Washington State University’s Center for Sustaining Agriculture and Natural Resources (CSANR), hanno infatti …

Continua »

Falso baccalà acquistato da una lettrice: i dubbi sulla correttezza delle informazioni. Risponde Valentina Tepedino di Eurofishmarket

Venerdì scorso ho acquistato presso un supermercato di Ciampino, Roma, una confezione di pesce sotto sale: sul banco frigo era esposto bene in vista il cartello “baccalà € … al kg”, ma guardando bene le confezioni ho letto sull’etichetta “filetto di brosme”. Il punto vendita può fare questa cosa? Alla fine l’ho acquistato lo stesso, e anche consumato, ma mi …

Continua »

Falsi filetti di cernia, pangasio venduto come halibut, polpo africano come italiano… ecco tutte le frodi in pescheria nelle analisi dell’IZSV pubblicate su Eurofishmarket

L’etichetta indicava platessa ma in realtà era una passera del pacifico. Nel mondo ittico sostituire una specie con un’altra è una frode abbastanza diffusa motivata dalla volontà di vendere pesce di minor qualità, spacciandolo per pregiato. L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie nel periodo 2009-2011 ha portato avanti un’indagine (pubblicata sulla rivista Eurofishmarket) per verificare quanti campioni venduti al dettaglio risultano etichettati in …

Continua »

L’etichetta del salmone affumicato è la stessa, ma le calorie diminuscono del 40%. Come mai? Risponde l’azienda

Ho acquistato di recente due confezioni di salmone affumicato della Sal Seafood al supermercato Esselunga di San Fruttuoso (Monza), ieri mentre mi decidevo su quale aprire per prima ho notato che i valori nutrizionali indicati sulle due confezioni sono completamente diversi! È anche vero che si tratta di confezioni con date di scadenza diverse (vedi foto), la prima busta scade …

Continua »

Troppe macchie su quella platessa: un lettore ha dei dubbi sulla qualità. Risponde Valentina Tepedino di Eurofishmarket

Io e mia moglie dopo aver comprato una vaschetta di filetti di platessa freschi confezionati, abbiamo scoperto che la parte non visibile dei filetti presentava delle macchie scure (vedi foto). Abbiamo deciso di non consumare il prodotto ma non sappiamo come interpretare la presenza delle macchie. Voi avete qualche idea in proposito Stefano   Risponde Valentina Tepedino, veterinario e direttore di …

Continua »

Emergenza pesce fresco? Giornali e tv parlano di pescato marcio e additivi pericolosi. Il problema esiste ma non serve creare allarmismo

È allarme pesce. Questo emerge dalla lettura degli articoli apparsi negli ultimi giorni su La Repubblica, Corriere.it, La Stampa, e ripresi da Tgcom24, Striscia la Notizia e Tg1. Anche il settimanale Sette del 1° novembre, in un lungo dossier sulle frodi ha affrontato il tema del presunto pesce “rivitalizzato” o “dopato” con sostanze utili a farlo apparire bello fuori, anche …

Continua »