Home / Archivio dei Tag: obesita (pagina 10)

Archivio dei Tag: obesita

Divieto di vendere confezioni extra-large di bibite gassate: dagli Emirati Arabi Uniti un passo contro l’obesità

bibite cola

Nell’ambito di una serie di misure finalizzate a combattere l’obesità dilagante, gli Emirati Arabi Uniti hanno deciso di vietare le confezioni extra-large di bibite gassate. Un provvedimento già adottato dall’ex-sindaco di New York, Michael Bloomberg, ma poi annullato da un giudice della Corte Suprema, in seguito ai ricorsi dei produttori, perché ritenuto “arbitrario e frutto di un capriccio”.   Un …

Continua »

Troppo caro il cibo sano: negli USA solo i ricchi possono davvero permetterselo. Lo sostiene uno studio del dipartimento dell’agricoltura

Una dieta sana deve essere  economicamente accessibile a tutti i gruppi di cittadini? La domanda è al centro del dibattito sia negli Stati Uniti sia in altri Paesi industrializzati. In Italia, il Barilla Center for Food and Nutrition (BCFN) è stato tra i primi a evidenziare criticamente il problema attraverso la pubblicazione della Doppia Piramide 2012. Se da un lato …

Continua »

La tassa sul cibo spazzatura arriva in Messico insieme all’obbligo di attività fisica. Presto sarà introdotta anche in Germania

Il presidente del Messico Enrique Pena Nieto ha deciso di usare il pugno di ferro contro le pessime abitudini nutrizionali presenti nel Paese, lanciando un’imponente campagna di educazione alimentare. Le cifre sulla condizione sanitaria collegata alla nutrizione sono infatti spaventose: i messicani hanno i tassi di obesità e di diabete infantile più alti al mondo, pari rispettivamente al 32,8% della …

Continua »

La tassa sulle bevande zuccherate funziona, ma non bastano pochi centesimi a lattina, bisogna arrivare al 20%

Tassare le bevande dolci può essere uno strumento efficace per ridurne il consumo e contribuire al contenimento del sovrappeso e dell’obesità? Secondo un gruppo di ricercatori dell’Università di Oxford, in Gran Bretagna, la risposta è sì, ma solo se l’imposta risulta sufficientemente alta da scoraggiare i clienti.   Gli studiosi inglesi per verificare gli effetti di una tassazione del 20%, …

Continua »

Sensibilità al glutine: non è celiachia né allergia al grano. Gli esperti ci dicono come affrontarla

La “battaglia” contro il glutine non si gioca solo nel campo della celiachia. Oggi la sfida più interessante riguarda la sensibilità al glutine, un disturbo di cui sa ancora poco, ma correlato anche alla dieta. Per inquadrarlo, è necessario escludere che si tratti di allergia al grano o alla normale celiachia. «Il mondo scientifico non ha più dubbi sull’esistenza della …

Continua »

Nessuna svolta salutista nei ristoranti USA. Le campagne contro l’obesità non danno i risultati sperati

Gli Stati Uniti continuano a evitare una svolta decisa all’alimentazione, almeno stando a quanto emerge dalle pietanze servite nei ristoranti. L’ultima conferma arriva da uno studio pubblicato su Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics. I ricercatori dell’Institute for Population Health Improvement dell’University of California hanno dimostrato come, nonostante le buone promesse, i livelli di sodio e grassi, soprattutto …

Continua »

Sportivi e personaggi famosi spopolano nelle pubblicità del junk food e influenzano le scelte alimentari dei più giovani

dieta scelta salute obesità

Il rapporto tra i campioni dello sport, gli attori, i vip e la pubblicità del cibo spazzatura è sempre oggetto di dibattito e polemiche. Negli Usa è molto diffusa l’abitudine tra i protagonisti del mondo dello spettacolo e dello sport di associare il proprio nome a prodotti alimentari non proprio salutari. Un esempio significativo viene dalla first lady Michelle Obama, …

Continua »

Obesità e sovrappeso: in Italia i dati migliorano ma è sempre epidemia. Incidono le cattive abitudini alimentari, poco movimento e anche l’eccessivo riscaldamento a casa

In Italia, il 33,1% della popolazione è in sovrappeso (41% degli uomini e 25,7% delle donne) e il 9,7% è obesa. Sebbene gli ultimi dati del progetto “Okkio alla Salute” dell’Istituto Superiore di Sanità siano lievemente incoraggianti, i livelli di sovrappeso e obesità in età infantile restano elevati. Il fenomeno è più diffuso al Sud (in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia …

Continua »

Viral marketing, advergaming,user generated: sono le nuove strategie pubblicitarie rivolte ai bambini, per promuovere prodotti alimentari non salutari. Le critiche dell’OMS

In Italia un bambino su tre è in sovrappeso oppure decisamente obeso. Tassi elevati di obesità infantile si registrano in tutto il mondo occidentale, seppure con variazioni da un Paese all’altro. Per questo motivo preoccupa il recente rapporto dell’OMS Europa sulle pubblicità di cibi e bevande destinate ai più piccoli. Dalla panoramica delle strategie di marketing messe in campo dalle …

Continua »

McDonald’s propone: Happy Meal più sani per i bambini, entro 7 anni! Ma la strada verso il cibo di qualità è ancora molto lunga

Ci risiamo! McDonald’s annuncia grandi cambiamenti per rendere i suoi menu – e in particolare quelli per bambini – sempre più salutari. Lo ha fatto ieri, al meeting annuale della Clinton Global Initiative, dichiarando una collaborazione nel progetto con Alliance for a Healthier Generation, associazione no-profit dedicata alla riduzione dell’obesità infantile. Da un lato, la nota catena di fast food …

Continua »

Il problema degli obesi? Un guasto all’interruttore che dice stop alla fame. Lo dice uno studio del Cnr

L’obesità è una vera e propria malattia classificata come cronica che in Europa interessa 150 milioni di adulti la cui incidenza è in costante aumento. Diversi studi scientifici cercano di individuare i meccanismi che favoriscono certi comportamenti alimentari. Pubblichiamo questo testo interessante ripreso dall’ultimo numero dell’Almanacco della scienza edito dal Cnr.   Secondo un recente studio dell’Endocannabinoid Research Group (Erg) …

Continua »

“Via il cibo spazzatura dalle casse dei supermercati”: l’iniziativa inglese vuole togliere gli snack al momento di pagare

In Inghilterra è stata lanciata la campagna “Via il cibo spazzatura dalle casse (dei supermercati)” con l’intento di rimuovere snack, caramelle e tutti gli spuntini dagli scaffali posizionati in prossimità delle casse nei punti vendita. L’iniziativa, promossa dalla Children’s Food Campaign e da alcune associazioni di medici (tra cui British Dietetic Association’s (BDA’s), Dietitians in Obesity Management (DOM UK) e …

Continua »

Assobibe: “nessuna pubblicità diretta ai minori di 12 anni”. Ma la promozione delle bibite zuccherate può avere mille travestimenti

Dopo la pubblicazione su Il Fatto Alimentare dell’articolo “Bambini e pubblicità: se in tv ci sono meno spot diminuisce l’incidenza di obesità e sovrappeso” abbiamo ricevuto questa nota dell’Assobibe che pubblichiamo insieme alla riposta di Teresa Montesarchio, autrice del pezzo.   Abbiamo letto con attenzione l’articolo pubblicato, il 2 settembre 2013, dalla vostra testata dal titolo e riteniamo utile offrire …

Continua »

Mentre diminuisce l’esposizione al bisfenolo per i bambini e gli adulti, aumentano le prove sulla pericolosità

bicchieri plastica

L’esposizione dei cittadini europei al bisfenolo A (BPA) uno degli interferenti endocrini più discussi, sta diminuendo, nonostante dal 2006 (anno dell’ultimo pronunciamento dell’EFSA) a oggi sono emerse nuove possibili fonti, che devono ancora essere valutate appieno. In attesa di risultati definitivi e di nuove indicazioni, aumenta la mole di dati che sembrano inchiodare il composto alle sue responsabilità in un …

Continua »

Bambini e pubblicità: se in tv ci sono meno spot diminuisce l’incidenza di obesità e sovrappeso

Gli spot televisivi del cibo spazzatura contribuiscono ad aumentare l’incidenza dell’obesità infantile. Uno studio transculturale pubblicato dalla rivista scientifica Public Health Nutrition e condotto da Janny M. Goris e collaboratori, ha coinvolto bambini di età compresa fra 6 e 11 anni di sei paesi (Australia, Gran Bretagna – Inghilterra e Scozia -, Italia, Olanda, Svezia e Stati Uniti). Il lavoro …

Continua »