Home / Archivio dei Tag: NESTLE

Archivio dei Tag: NESTLE

Scozia, giro di vite contro lo zucchero nelle mense scolastiche. Nuove misure del governo per combattere l’obesità infantile

Tra pochi mesi, i bambini scozzesi che vanno presto a scuola e fanno lì colazione, non troveranno più cereali ad alto contenuto di zucchero, come i Coco Pops di Kellogg’s e gli Honey Nut Cheerios di General Mills. Sul tavolo a fianco del latte troveranno solo prodotti che contengono meno del 15% di zuccheri. Saranno vietati anche gli yogurt che contengono più di …

Continua »

Cioccolato e salute: come gli studi finanziati dall’industria hanno trasformato un peccato di gola in un superfood. Lo spiega la Fnomceo

Il cioccolato è un alimento dalle proprietà miracolose, o almeno così sembrerebbe, a giudicare dai numerosi articoli di giornali, riviste e blog che ci raccontano i mirabolanti risultati delle ricerche scientifiche sugli effetti benefici del cacao. In queste notizie, però, manca spesso un’informazione importante: questi studi sono quasi sempre finanziati da multinazionali del settore, come Mars e Nestlè. A ricordarlo …

Continua »

Olio di palma, la deforestazione continua. Video di Greenpeace sulla distruzione della foresta indonesiana e attacca quattro big del cibo

PT Megakarya Jaya Raya (PT MJR) Palm Oil Concession in Papua

Greenpeace torna alla carica contro l’olio di palma e la distruzione delle foreste tropicali in Indonesia. L’associazione ha diffuso un video, già condiviso da migliaia di utenti social, in cui vengono mostrate le immagini di un’enorme area di recente deforestazione all’interno della foresta pluviale di Papua per far posto alle piantagioni di palma da olio. La zona, da poco scoperta …

Continua »

Nestlé, 100% del packaging riciclabile o riutilizzabile entro il 2025. Ma per Greenpeace è un’operazione di greenwashing

Dopo McDonald’s e Coca-Cola, anche Nestlé si impegna nella lotta alla plastica e annuncia che entro il 2025 tutto il suo packaging sarà riciclabile o riutilizzabile. L’obiettivo è che “nessuna delle confezioni prodotte, comprese quelle in plastica, finisca nelle discariche o nella raccolta indifferenziata”. L’azione si concentrerà su tre aree: eliminare le plastiche non riciclabili; incoraggiare l’uso di materie plastiche …

Continua »

Stop agli imballaggi di plastica usa e getta! L’appello di Greenpeace a Coca-Cola, McDonald’s e altre multinazionali del cibo

rifiuti plastica oceano inquinamento

Basta confezioni in plastica usa e getta. È l’appello lanciato dall’associazione ambientalista Greenpeace alle grandi multinazionali del cibo (e non solo) come Coca-Cola, Pepsi, Nestlé, Unilever, Starbucks, Procter & Gamble e McDonald’s a cui si chiede di abbandonare l’uso di plastica monouso e utilizzare alternative più sostenibili per confezionare i propri prodotti. Solo in Europa, ogni anno si producono 25 …

Continua »

Olio di palma: secondo Greenpeace nessuna azienda può garantire la non distruzione delle foreste. Poca trasparenza sulla provenienza

Oil palm fruit

Si chiama Il momento della verità il rapporto di Greenpeace, che a gennaio ha chiesto a sedici grandi marchi di indicare da dove viene l’olio di palma. Scopo dell’indagine è capire a che punto è l’impegno assunto nel 2010, di eliminare entro il 2020 dalla catena di approvvigionamento l’olio tropicale frutto di deforestazione, distruzione delle torbiere e violazione dei diritti …

Continua »

Cibi salutari, ma per finta: vitamine e minerali nascondono zuccheri e grassi. Sotto accusa 300 etichette da tutta Europa raccolte dal Beuc

nestle nesquik zucchero

Gli scaffali dei supermercati sono zeppi di prodotti che fingono di essere salutari grazie all’aggiunta di una manciata di vitamine e minerali, quando in realtà contengono troppi zuccheri, grassi saturi o sale. Tuttavia la presenza di queste diciture è perfettamente in regola per la mancanza di profili nutrizionali che impediscano di usare i claim salutistici e nutrizionali su cibi insalubri. È un …

Continua »

Mars abbandona il progetto di etichetta a semaforo delle industrie. “Mancano credibilità e consenso, del problema si faccia carico l’Ue”

mars cioccolato

Mars ha deciso di abbandonare il progetto di etichetta nutrizionale a semaforo lanciato un anno fa insieme ad altri cinque big dell’industria alimentare – Nestlé, Coca-Cola, PepsiCo, Unilever e Mondelez. L’etichetta pur dichiarando di ispirarsi al semaforo adottato in Gran Bretagna, presenta una differenza fondamentale: l’etichetta ufficiale prende come riferimento la quantità di calorie, zucchero, sale, grassi e grassi saturi  …

Continua »

Latte in polvere, Nestlé sotto accusa: informazioni nutrizionali ingannevoli e marketing scorretto. L’indagine di Changing Markets Foundation

latte in polvere biberon

Nestlé è finita nell’occhio del ciclone per colpa del latte in polvere. La multinazionale svizzera, leader mondiale nel mercato delle formule per lattanti, è stata accusata di manipolare i consumatori fornendo informazioni nutrizionali ingannevoli e strategie di marketing poco etiche. La denuncia arriva da Changing Markets Foundation, che ha pubblicato un rapporto intitolato “Milking It”, basato sul confronto tra più …

Continua »

Lituania: accordo governo-industrie per riformulare i prodotti ed evitare la sugar tax

In Lituania, il governo ha rinunciato al proposito di introdurre una tassa sulle bevande zuccherate, dopo aver raggiunto un accordo con undici industrie alimentari, nazionali e internazionali, per una riformulazione dei prodotti e una riduzione volontaria del contenuto di sale, zuccheri e grassi. Tra i sottoscrittori dell’accordo figurano Coca-Cola, Nestlé, Mars e Orkla. Secondo i dati del governo, la popolazione …

Continua »

Foodwatch denuncia la scorretta etichetta a semaforo delle industrie. Usano come riferimento mini-porzioni. Il caso Nutella

In Germania, l’associazione dei consumatori Foodwatch ha denunciato la presunta ingannevolezza del modello di etichetta nutrizionale elaborata da Nestlé, Mars, Coca-Cola, PepsiCo, Mondelez e Unilever. Queste aziende lo scorso marzo avevano annunciato di voler aggiungere ai propri prodotti un’etichetta con i colori del semaforo, ispirandosi al modello adottato in Gran Bretagna. L’elemento di confusione introdotto dall’etichetta delle industrie è stato …

Continua »

Benessere animale, gli impegni di McDonald’s e Nestlé per migliorare le condizioni di polli e galline ovaiole: addio alle gabbie, luce e spazio garantiti. Critiche alcune associazioni

polli

Buone notizie per i polli e le galline da allevamento: due colossi dell’agroalimentare si muovono per migliorare le condizioni di vita di questi animali, trascinando in questo nuovo approccio anche molte aziende che lavorano al loro servizio. La società più famosa è McDonald’s, che ha annunciato un grande piano, messo a punto con l’aiuto dell’esperta di benessere animale Temple Grandin, …

Continua »

UK, Nestlé applica l’etichetta a semaforo sui cereali da colazione. In agosto la compagnia svizzera, insieme ad altre, era stata oggetto di una dura polemica di Action on Sugar

A partire da questo mese ed entro il 2018, tutti i cereali da colazione di Nestlé nel Regno Unito avranno sul fronte della confezione l’etichetta nutrizionale con i colori del semaforo, che è volontaria ma approvata dal governo. Nestlé aveva già adottato questa etichetta nutrizionale sui prodotti a proprio marchio esclusivo nel 2013 ma erano rimasti esclusi i cereali da …

Continua »

UK, le grandi marche di cereali da colazione non usano l’etichetta a semaforo per nascondere la quantità elevata di zucchero. Indagine di Action on Sugar

Una decisione “scandalosa”, così l’organizzazione britannica Action on Sugar definisce la scelta di diversi produttori di cereali per colazione, tra cui grandi marchi come Kellogg’s e Nestlé, di non utilizzare sulle confezioni l’etichetta nutrizionale con i colori del semaforo, adottata a livello volontario nel Regno Unito. L’etichetta li costringerebbe ad indicare con il colore rosso la quantità di zucchero presente,  …

Continua »

Nestlé richiama due lotti di latte per la crescita Nidina Optipro 3 per non conformità organolettiche. I prodotti distribuiti nei punti vendita Auchan e Simply di alcune regioni

Nestlé ha richiamato due lotti di latte per la crescita Nidina Optipro 3 per non conformità organolettiche. Nel prodotto interessato possono infatti verificarsi affioramenti di grasso in grumi sulla superficie. L’azienda precisa che comunque i lotti di latte per la crescita richiamati sono sicuri per il consumo e che il provvedimento è stato disposto in via volontaria e cautelativa perché …

Continua »