Home / Archivio dei Tag: IARC

Archivio dei Tag: IARC

Quasi il 6% dei tumori sono legati a diabete e sovrappeso. Analisi dell’Imperial College di Londra sui dati di 175 paesi

Quasi il 6% dei tumori a livello mondiale è causato da diabete, sovrappeso e obesità. Lo indica uno studio dell’Imperial College di Londra, pubblicato dalla rivista The Lancet Diabetes & Endocrinology, che ha analizzato i dati del 2012 di 175 paesi, relativi a dodici tumori che l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità e il World …

Continua »

Glifosato, ancora niente accordo nell’Ue neppure sul compromesso di un rinnovo dell’autorizzazione per cinque anni. Ultimo appello il 28 novembre, poi deciderà la Commissione europea

Continua l’impasse tra i 28 Stati membri dell’Unione Europea, che il 9 novembre non hanno nuovamente trovato l’accordo sul rinnovo dell’autorizzazione all’erbicida glifosato, neppure sulla nuova proposta della Commissione Ue, scesa a cinque anni dall’iniziale rinnovo per dieci. A favore della proposta della Commissione Ue hanno votato 14 Paesi, tra cui Spagna, Olanda e Gran Bretagna. Nove, tra cui Italia, Francia, …

Continua »

Scandalo glifosato, l’Efsa copia-incolla documenti della Monsanto. Rivelazioni della stampa sul rinnovo dell’autorizzazione Ue all’erbicida

Alcune parti importanti del parere scientifico del novembre 2015, con cui l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha stabilito che “è improbabile che il glifosato sia genotossico (cioè che danneggi il DNA) o che rappresenti una minaccia di cancro per l’uomo”, sono state copiate dai documenti delle industrie che avevano chiesto il rinnovo dell’autorizzazione all’erbicida,in scadenza a fine dicembre. …

Continua »

Alcol e cancro: strategie di distrazione di massa, come per il tabacco e le soda. Le tecniche sono: negare, distorcere e distrarre

aperitivo bar locale alcol vino alcolici donne

Negare, distorcere e distrarre: così si getta efficacemente fumo su ciò che i dati dimostrano senza possibilità di errore, e si continua a vendere, fin quando si riesce. Così hanno insegnato a fare le multinazionali del tabacco. Così hanno fatto fino a pochissimo tempo fa quelle delle bevande zuccherate. E così – è quanto emerge da un’accurata indagine appena pubblicata …

Continua »

Glifosato, email interne a Monsanto mostrano manipolazioni scientifiche. Un tribunale della California rende pubblici documenti imbarazzanti per il produttore del Roundup

Nell’ambito di un’azione giudiziaria intentata contro la Monsanto da centinaia di agricoltori colpiti da un tumore maligno del sistema linfatico noto come linfoma non-Hodgkin, un tribunale federale della California ha declassificato più di 250 pagine di corrispondenza interna a Monsanto, che dimostrano come la società fosse seriamente preoccupata sin dal 1999 dal fatto che l’erbicida glifosato, il principio attivo del …

Continua »

Erbicida glifosato, secondo l’Agenzia europea per le sostanze chimiche non è cancerogeno. Nessuna valutazione dei rischi da esposizione di esseri umani

Il comitato per la valutazione dei rischi (RAC) dell’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) è giunto alla conclusione che l’erbicida glifosato non è cancerogeno, né mutageno, né tossico per la riproduzione e neppure genotossico. Secondo l’ECHA, le prove scientifiche attualmente disponibili indicano che il glifosato provoca gravi lesioni oculari ed è tossico per gli organismi acquatici, con effetti di …

Continua »

Nitriti e salumi. La TV francese denuncia la presenza di nitriti nei salumi solo per ragioni commerciali. Ma le cose stanno davvero così?

Lo scorso settembre, il programma televisivo francese Cash Investigation (1) in onda su France 2 – una sorta di Report d’oltralpe – ha trasmesso una lunga inchiesta sull’uso di nitriti (E249-E250) e nitrati (E251-E252) nella produzione del prosciutto cotto. Secondo gli autori del programma l’industria alimentare continua a usare questi additivi perché sono in grado di mantenere il colore rosato che …

Continua »

Glifosato: l’Efsa metterà a disposizione i dati grezzi di fonte industriale sinora segreti utilizzati per la valutazione sulla sicurezza

L’autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) metterà a disposizione i dati grezzi, sinora segreti, utilizzati nella sua valutazione della sicurezza del glifosato pubblicata nel 2015, secondo cui è “improbabile” che l’erbicida sia cancerogeno. La valutazione dell’Efsa si era contrapposta a quella dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità, secondo la quale il glifosato è “probabilmente cancerogeno”. Le …

Continua »

Latte: alimento utile o da evitare? Intervista su intolleranze, allergie, criticità e benefici a Michele Sculati

Il tema latte è uno dei più dibattuti in rete: tra chi lo considera un alimento fondamentale al pari delle verdure e della pasta e chi invece, per scelte etiche o salutistiche, non lo beve evidenziando critiche e problemi. Abbiamo chiesto al medico nutrizionista Michele Sculati (*) di fare chiarezza sui punti più dibattuti e sulle presunte criticità. Quali sono …

Continua »

Glifosato: in extremis, la Commissione Ue prolunga l’autorizzazione per 18 mesi. Polemica con gli Stati europei, che non hanno voluto assumersi la responsabilità della decisione

pesticidi erbicidi campi agricoltura soia

Sul filo di lana, la Commissione europea ha rinnovato l’autorizzazione per il glifosato, l’erbicida più utilizzato nel mondo, la cui precedente autorizzazione scadeva il 30 giugno. Sul glifosato è in corso da oltre un anno una disputa scientifica sul livello di cancerogenicità tra l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità e l’Autorità europea per la …

Continua »

Il caffè non è cancerogeno, eventuali problemi potrebbero essere collegati all’abitudine di bere bevande molto calde

Un gruppo di 23 studiosi internazionali dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità ha valutato la possibile cancerogenicità del bere caffè, mate e bevande molto calde, concludendo che non ci sono prove definitive di effetti cancerogeni. Gli esperti hanno scoperto che assumere bevande ad alte temperature (ovvero sopra i 65°C) potrebbe essere una delle cause …

Continua »

Glifosato: fallita anche la nuova mediazione proposta dall’esecutivo di Bruxelles. Proroga di 12-18 mesi, anziché di 15 anni

La controversia sulla cancerogenicità del glifosato, l’erbicida più venduto al mondo, ha portato a un nuovo nulla di fatto nella riunione dei 28 rappresentanti dei paesi dell’Unione europea, che dovevano decidere se prorogare o meno l’autorizzazione alla vendita dell’erbicida, in scadenza a fine giugno. Inizialmente la Commissione Ue aveva proposto una proroga standard di quindici anni, ma di fronte alla …

Continua »

Glifosato: Oms e Fao ritengono improbabile che l’esposizione con la dieta possa comportare un rischio cancerogeno per l’uomo

frutta verdura ortaggi

Secondo il Joint Meeting on Pesticides Residues (JMPR) – un panel di esperti interni all’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e alla Fao – “è improbabile che l’esposizione al glifosato tramite la dieta ponga un rischio cancerogeno per l’uomo”. Secondo l’Oms la valutazione sull’erbicida più usato nel mondo non contraddice quella dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc), che fa parte …

Continua »

Glifosato: ecco perché lo IARC classifica l’erbicida come “probabilmente cancerogeno”

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità fornisce in un documento sul glifosato le risposte alle domande più frequenti,  che hanno portato alla decisione di classificate la sostanza come “probabilmente cancerogeno”. Il documento è stato pubblicato pochi giorni prima della riunione degli esperti dei 28 paesi Ue, incaricati di esaminare la proposta della Commissione europea …

Continua »

La contaminazione da micotossine è sempre più diffusa nei paesi in via di sviluppo. Lo Iarc chiede azioni urgenti

mais piante ogm

Sono circa 500 milioni le persone più povere, nell’Africa sub­ Sahariana, in America Latina e in Asia, esposte a tossine naturali che tendono a diffondersi, quali aflatossine e fumonisine, assunte quotidianamente attraverso un’alimentazione a base di arachidi, mais e altri cereali. L’esposizione che si verifica nel corso della vita è di gran lunga oltre i livelli massimi stabiliti dalle normative …

Continua »