Home / Archivio dei Tag: efsa (pagina 5)

Archivio dei Tag: efsa

Biossido di titanio: secondo un nuovo studio il colorante potrebbe causare squilibri immunitari e lesionare l’intestino

Non è il caso di allarmarsi, perché si tratta di dati ricavati da esperimenti condotti su animali, e perché l’EFSA  pochi mesi fa ha pubblicato un verdetto rassicurante, ma di approfondire, forse, sì. Stiamo parlando del biossido di titanio (TiO2), usatissimo in molti settori e presente in decine di prodotti alimentari come colorante E171 (prevalentemente in dolci e caramelle), ma …

Continua »

Sostanze chimiche della filiera alimentare: la banca dati OpenFoodTox dell’Efsa è ora aperta al pubblico. Contiene informazioni sui rischi per l’uomo e per gli animali

pesticidi

OpenFoodTox è la nuova banca dati dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che dà accesso immediato alle informazioni contenute in oltre 1.650 documenti scientifici dell’Efsa sulla tossicità delle sostanze chimiche presenti nella catena degli alimenti e dei mangimi. Un editoriale pubblicato sull’Efsa Journal descrive come usare la banca dati, che dà informazioni su oltre 4.000 sostanze chimiche, sulla legislazione …

Continua »

Kusmi Tea ritira dal mercato europeo la camomilla in via precauzionale, per la presenza di alcaloidi pirrolizidinici. I valori sono comunque al di sotto della soglia Efsa

L’azienda francese Kusmi Tea, che commercializza i tè e infusi anche in Italia, ha ritirato dal mercato europeo tutti i lotti di camomilla. La decisione è arrivata dopo che Stiftung Warentest, associazione tedesca per i consumatori, ha pubblicato i risultati di un test su un lotto di infuso, rilevando una contaminazione da alcaloidi pirrolizidinici (PA) in almeno la metà delle bustine …

Continua »

Borse di studio EFSA per far crescere le competenze in materia di valutazione del rischio e sicurezza alimentare tra i giovani scienziati europei

L’EFSA ha avviato il programma europeo di borse di studio in ambito di valutazione del rischio alimentare (UE-FORA), un’iniziativa chiave per incrementare le competenze di valutazione scientifica e accrescere la comunità del sapere a dimensione UE. Il programma dà l’opportunità a scienziati provenienti da istituti nazionali di valutazione del rischio nell’UE o da altri organismi, che siano ancora all’inizio di …

Continua »

L’acrilammide aumenta il rischio di tumore ed è presente in patatine fritte, pane, caffè. Le cose da fare per ridurre al minimo le quantità

L’acrilammide è una sostanza presente negli alimenti. Il suo consumo va tenuto sotto controllo perché è in grado di  aumentare il rischio di sviluppare mutazioni genetiche e tumori. L’Efsa (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) ha stilato un rapporto in cui valuta i livelli di acrilammide e di altre sostanze nocive nel cibo (2015-2016). Nel rapporto viene spiegato cos’è l’acrilammide, …

Continua »

La Reuters indaga sull’olio di palma e sul perché Ferrero continua ad usarlo. Il ruolo de Il Fatto Alimentare

Perché Ferrero insiste nel difendere così strenuamente l’olio di palma? La risposta potrebbe venire da un ampio reportage che la Reuters, la prestigiosa agenzia di stampa  britannica, ha dedicato a questa vicenda tutta italiana, ripercorrendone le tappe principali e menzionando tra i protagonisti anche Il Fatto Alimentare. Ad attirare l’attenzione dei cronisti è stato forse il fatto che Ferrero non è …

Continua »

Allergie alimentari: quando il cibo diventa un problema. Un video dell’Efsa spiega cosa sono e come funzionano

Efsa ha pubblicato un video  con sottotitoli in italiano, per raccontare in modo semplice ed esaustivo cosa sono le allergie alimentari. Nel filmato, che fa parte della serie “Understanding science” (capire la scienza), viene spiegato come fa il cibo, fonte di nutrimento e gioia per la maggior parte delle persone, a  diventare un problema per chi soffre di allergie ( …

Continua »

Influenza aviaria, i consigli di biosicurezza dell’Efsa. Nel 2017 sarà pubblicato un parere scientifico sul rischio di altri virus

polli

L’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato un documento scientifico con le misure di biosicurezza da attuare nelle aziende avicole classificate ad alto o basso rischio di diffusione dell’influenza aviaria. Il documento si è reso necessario da quando nel mese di ottobre 2016 un nuovo virus di influenza aviaria  si sta diffondendo in Europa.  Le misure invitano a: …

Continua »

Caramelle: non solo zucchero. Coloranti e additivi affollano la lista degli ingredienti, ma alcuni destano preoccupazioni

Dolci, profumate e colorate. Come riporta il mensile francese 60 Millions de Consommateurs, le caramelle tanto amate dai bambini, oltre ad essere delle vere e proprie bombe di zucchero, sono piene di additivi come i gelificanti, gli aromi e soprattutto i coloranti. Tutte queste sostanze sono autorizzatedall’Unione Europea con il regolamento (UE) 1169/2011 e, in generale, non rappresentano un rischio …

Continua »

Infezioni alimentari: la più frequente è la campilobatteriosi, la listeriosi è la più letale. I dati del nuovo rapporto dell’Efsa sulle zoonosi

batteri

Anche nel 2015 le infezioni alimentari più frequenti sono state quelle provocate dal Campylobacter con 229.213 casi registrati e sono di nuovo aumentate quelle provocate dai batteri della Listeria, confermando una tendenza iniziata nel 2008. Per il secondo anno consecutivo sono aumentati anche i casi di salmonellosi, dopo che tra il 2008 e il 2014 erano diminuiti del 44%. Sono questi …

Continua »

È in libreria “Integratori alimentari nell’Unione Europea”, per chi vuole approfondire tutte le questioni e le controversie normative del settore

Mentre le vendite di integratori alimentari in Europa rappresentano il 20% di tutto il mercato mondiale, il settore soffre per la mancanza di una completa armonizzazione delle normative all’interno dell’Unione Europea. Da queste premesse è nato il volume, indirizzato prevalentemente agli addetti ai lavori, “Integratori alimentari nell’Unione Europea“, scritto da Vittorio Silano, professore presso l’Università di Roma Tor Vergate e presidente del …

Continua »

La Svizzera dal 1° maggio 2017 autorizza tre specie di insetti a uso alimentare (larve della farina, grillo domestico e locusta migratoria)

Il 1° maggio 2017 entrerà in vigore in Svizzera la nuova legislazione sulle derrate alimentari, che ha inserito tra i prodotti commercializzabili senza un’autorizzazione specifica anche tre specie di insetti: Tenebrio molitor nella fase larvale (larve della farina); Acheta domesticus nella fase adulta (grillo domestico); Locusta migratoria. Secondo quanto pubblicato dall’Ufficio federale svizzero della sicurezza alimentare e di veterinaria, la …

Continua »

Corte di Giustizia Ue: sui pesticidi, il diritto all’informazione prevale sulla tutela del segreto industriale. Una sentenza dà ragione a Greenpeace e PAN Europe

pesticidi campi

Quando una persona chiede l’accesso a documenti in materia ambientale, la nozione di «informazioni sulle emissioni nell’ambiente» comprende, in particolare, quelle relative alla natura e agli effetti delle emissioni dei pesticidi nell’aria, nell’acqua, nel suolo o sulle piante. In questi casi, la tutela del segreto commerciale e industriale non può essere opposta alla divulgazione di tali informazioni. Lo affermano due …

Continua »

Bisfenolo A, il Parlamento Ue chiede di vietare l’interferente endocrino nei materiali a contatto con gli alimenti. Molti paesi prendono provvedimenti. E l’Italia?

piatti bicchieri posate plastica

Il bisfenolo A (BPA) è una sostanza chimica classificata tra gli interferenti endocrini in grado di alterare l’equilibrio ormonale dell’organismo. L’esposizione al BPA può influenzare negativamente lo sviluppo, la crescita, la riproduzione e il comportamento, sia nell’uomo che nelle specie animali. In pratica gli interferenti endocrini possono “accendere”, “spegnere” o modificare i normali segnali inviati dagli ormoni con effetti preoccupanti, …

Continua »

Epidemia di salmonellosi in dieci Paesi europei per uova provenienti dalla Polonia. L’Italia non è coinvolta

112 casi confermati e 148 probabili di Salmonella Enteritidis, segnalati tra il 1° maggio e il 12 ottobre 2016 da Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia e Regno Unito. Inoltre la Croazia ha riferito un cluster di casi, tra cui un decesso, associato forse a questo focolaio. Anche Ungheria e Polonia sono considerati coinvolti all’epidemia, perché nove dei casi confermati …

Continua »