Home / Archivio dei Tag: efsa (pagina 2)

Archivio dei Tag: efsa

Fipronil nelle uova: dopo otto mesi pubblicato il resoconto dell’Efsa sullo scandalo della contaminazione con l’insetticida vietato

sicurezza degli alimenti

Nel luglio del 2017 era esploso lo scandalo del fipronil rinvenuto in alcuni lotti di uova. La sostanza, un acaricida non autorizzato negli allevamenti di pollame, era stata trovata delle autorità belghe e aveva portato al ritiro di milioni di uova dal mercato dell’Unione europea (leggi articolo). In seguito all’individuazione di residui di fipronil nelle uova, a fine agosto è …

Continua »

Tè verde: attenzione agli integratori, possibile rischio per la salute, dice Efsa. Sicuro il consumo degli infusi

tea on table composition

Consumare infusi di tè verde è sicuro, ma potrebbero sorgere dei rischi ad assumerlo sotto forma di integratori. È questo il messaggio contenuto nella valutazione pubblicata dall’Efsa sulla sicurezza delle catechine, sostanze naturalmente presenti nel tè verde. Il rapporto dell’Autorità per la sicurezza alimentare arriva in seguito ad alcuni casi di danni al fegato forse associati all’uso di prodotti a …

Continua »

Usa, illegali gli integratori a base di caffeina pura o altamente concentrata venduta sfusa. Troppi i rischi di errore per i consumatori

caffeina caffe chicchi integratori alimentari

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha dichiarato illegali gli integratori alimentari contenenti caffeina pura o altamente concentrata in polvere o in forma liquida, se vengono venduti sfusi direttamente ai consumatori in contenitori che contengono fino a migliaia di porzioni raccomandate. La FDA si dichiara pronta ad intraprendere azioni per rimuovere questi prodotti dal mercato, anche da quello online. …

Continua »

Api e pesticidi, appello degli scienziati agli Stati europei: ripensiamo il modo in cui coltiviamo per salvare il pianeta

Api

Un gruppo di scienziati europei pubblica una lettera aperta ai governi degli Stati membri dell’Unione, che il 22 marzo avrebbero dovuto decidere se accettare la proposta della Commissione europea di vietare in maniera permanente l’uso di tre insetticidi neonicotinoidi – clothianidin, imidacloprid e thiamethoxan –, considerati tra i principali responsabili della scomparsa delle api, ma il voto è stato rimandato. Ripubblichiamo …

Continua »

Troppi oli minerali negli alimenti: un test di Altroconsumo boccia i prodotti contaminati. Cartellino rosso a 6 budini su 7. Tra i colpevoli, gli imballaggi di cartone riciclato

cioccolato

Possono contaminare il riso e la farina, ma anche i cereali per la colazione e il cioccolato. Stiamo parlando degli oli minerali, sostanze potenzialmente dannose per la salute umana derivate dai combustibili fossili, che possono finire nei nostri cibi attraverso imballaggi, in particolare quelli in carta e cartone riciclato. Per questo Altroconsumo ha portato in laboratorio 40 prodotti  alla ricerca …

Continua »

Neonicotinoidi: i rischi per le api confermati dall’Efsa. A marzo il voto degli Stati europei sul bando permanente di tre insetticidi

I neonicotinoidi sono un rischio per le api domestiche e selvatiche. Lo conferma l’Efsa in un rapporto in cui comunica i risultati dell’ultima valutazione del rischio di tre neonicotinoidi – clothianidin, imidacloprid e thiamethoxan – basata sulla revisione di oltre 700 studi e tutte le evidenze scientifiche più recenti, e seguendo le nuove linee guida messe a punto dall’Autorità per …

Continua »

Listeria, aumentano i casi tra anziani e donne in gravidanza. Cibi pronti e cattiva conservazione domestica tra le cause. Il parere Efsa

In Europa cresce il numero di casi di listeriosi tra le fasce più vulnerabili della popolazione. Le infezioni sono, infatti, in aumento tra gli anziani sopra i 75 anni e le donne tra i 25 e i 44 anni, soprattutto in relazione alla gravidanza. È questa una delle conclusione del parere scientifico dell’Efsa sui rischi per la salute legati al consumo di …

Continua »

Acrilammide: come ridurre la sostanza cancerogena che si forma nel pane, patate fritte e caffè? I consigli per consumatori e professionisti in vista del nuovo Regolamento europeo

L’11 aprile 2018 entrerà in vigore il Regolamento (Ue) 2017/2158, che obbliga cuochi, pasticceri ed industrie a ridurre i livelli di acrilammide nei loro prodotti. Per evitare questa sostanza, infatti, non basta acquistare prodotti biologici o caratterizzati da altre certificazioni alimentari, come quelli senza glutine o vegani, né acquistando prodotti integrali. Anzi, in quest’ultimo caso, la produzione di acrilammide in …

Continua »

Contaminanti nell’olio di palma, Efsa raddoppia i limiti giornalieri di assunzione del 3-MCPD. L’ Autorità conferma i possibili rischi per la salute di bambini e neonati

olio di palma Oil palm fruit and cooking oil

Aumenta la dose giornaliera tollerabile (DGT) stabilita da EFSA per il 3-MCPD, uno dei contaminanti di processo degli oli vegetali, in particolare del palma, accusato di causare danni ai reni e alla fertilità maschile. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha deciso di rivedere la sua valutazione al ribasso, portando il limite giornaliero dagli 0,8 µg/kg (microgrammi per chilo di …

Continua »

Listeria: dove si trova, quali sono gli alimenti a rischio e come ridurre il rischio di infezione. Lo spiega un video di Efsa

La listeriosi è un’infezione alimentare causata dal batterio Listeria monocyotgenes. Si tratta di una malattia che nella maggior parte dei casi richiede il ricovero delle persone colpite (nel 2016 il 97% delle persone affette) e può causare gravi conseguenze, anche fatali, alle persone più a rischio: neonati, donne in stato di gravidanza, anziani e persone con sistema immunitario compromesso. Efsa, …

Continua »

Micotossine e cambiamenti climatici: un video di Efsa esamina il legame tra contaminanti e clima

I cambiamenti climatici, ormai è noto, avranno un forte impatto sulla produzione di cibo su scala globale. Il clima sempre più caldo e umido degli ultimi anni è la condizione ideale per la crescita delle muffe, che espongono gli alimenti a una maggiore contaminazione da micotossine. Ad esaminare lo stretto legame tra mutamento del clima e micotossine, ci pensa un …

Continua »

Tornano a crescere le infezioni da Salmonella in Europa dopo 10 anni. Salgono anche i casi di Listeria e Campylobacter. Il rapporto Ecdc-Efsa sulle malattie trasmesse da alimenti nel 2016

Dopo 10 anni di costante diminuzione, tornano a salire le infezioni da Salmonella in Europa. Lo certifica il rapporto congiunto sulle zoonosi e le malattie trasmesse dagli alimenti redatto dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) sulla base dei dati raccolti dai 28 Stati membri nel corso del …

Continua »

L’acrilammide che si forma nelle patatine, nei biscotti, nel caffè e nel pane cotto ad alte temperature è nociva. Tutti i consigli da adottare in cucina per ridurre il contenuto negli alimenti in un articolo firmato da Veterinaria e sicurezza alimentare Marche

patatine fritte

Con la pubblicazione di un nuovo regolamento europeo sono stati abbassati i valori sul contenuto di acrilammide presente  in alcuni alimenti come patate, pane, biscotti, cracker, caffè.  Secondo l’Efsa la presenza di questa sostanza nel cibo può aumentare il rischio di cancro per i consumatori e per questo motivo ha pubblicato un dossier per ridurre la quantità nei prodotti confezionati e …

Continua »

Neonicotinoidi, storia degli insetticidi accusati della scomparsa delle api. Efsa e Epa vicine alla pubblicazione di nuovi rapporti su queste sostanze

Saranno mesi decisivi per i neonicotinoidi, gli insetticidi tra i più usati ma anche sotto accusa da anni per la scomparsa delle api e non solo. Nelle prossime settimane l’Efsa completerà il suo ultimo rapporto e darà indicazioni sull’opportunità o meno di vietarne l’impiego, ed entro il 2018 la US Environmental Protection Agency farà lo stesso. A partire da inizio anno, …

Continua »

Furano e metilfurani negli alimenti: l’Efsa conferma i timori per la salute, in particolare dei bambini piccoli. Consigli per ridurre la presenza di questi contaminanti, che si formano naturalmente con il calore

bambino succo pappa

L’esposizione dei consumatori a furano e metilfurani nei prodotti alimentari potrebbe causare danni a lungo termine al fegato. Il gruppo di persone più esposte è quello dei bambini piccoli, principalmente tramite il consumo di alimenti pronti in scatola o in vasetto. L’esposizione di altre fasce della popolazione è legata soprattutto al consumo di caffè e alimenti a base di cereali, …

Continua »