Home / Archivio dei Tag: efsa (pagina 10)

Archivio dei Tag: efsa

Pubblicità ingannevole: Il succo di frutta mela e bergamotto Bermé con polifenoli non contrasta il colesterolo

Il Presidente del Comitato di Controllo ha definito pubblicità ingannevole lo spot della bevanda Bermé Mela&Bergamotto, prodotto da Dolomiti Fruits. Il video, trasmesso nel mese di giugno sulle reti Mediaset, presenta la bibita come un prodotto utile per contrastare il colesterolo, citando uno studio dell’Università di Tor Vergata di Roma. In realtà la ricerca universitaria non dimostra alcuna significativa riduzione …

Continua »

Pesce fresco le insidie dell’istamina, l’Efsa raccomanda di indicare la temperatura di 0° C per la conservazione del pesce fresco confezionato

donna compra pesce

L’Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare, ha pubblicato una valutazione scientifica sui fattori che favoriscono la formazione dell’istamina nel pesce, in particolare quello refrigerato confezionato in vendita nei supermercati. L’istamina è una sostanza che si forma quando alcune specie non vengono adeguatamente refrigerate prima della cottura o della trasformazione a livello industriale. Stiamo parlando soprattutto di tonno, sardine, sgombri …

Continua »

Acrilammide: l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare conferma il rischio cancerogeno. I nostri consigli

Sulla sicurezza dell’acrilammide – una sostanza tossica che si forma durante i processi di cottura ad alte temperature – l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa) è tornata a esprimersi poche settimane fa, confermando il rischio cancerogeno per l’uomo. Si tratta di una posizione analoga a quella espressa dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (Iarc), che definisce il composto un «probabile …

Continua »

Sul glifosato “probabilmente cancerogeno” emergono dissensi scientifici a livello istituzionale

pesticidi erbicidi campi agricoltura soia

Lo scorso marzo, con un articolo apparso sulla rivista The Lancet, l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dichiarato “probabilmente cancerogeno per gli esseri umani” l’erbicida più diffuso sul mercato: il glifosato. Monsanto, che ha posseduto fino al 2001 il brevetto per la produzione dell’erbicida a base di glifosato Roundup, probabilmente uno dei  più …

Continua »

Acrilammide: secondo l’Efsa c’è motivo di preoccupazione per la salute pubblica: aumenta il rischio di cancro. I bambini sono i più esposti

bambino patatine fritte

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato il parere scientifico sulla presenza di acrilammide negli alimenti. Il documento ribadisce le precedenti valutazioni, basate su studi condotti su animali, secondo cui questa sostanza può aumentare il rischio di sviluppare il cancro essendo presente in un’ampia gamma di cibi di uso quotidiano. I bambini sono maggiormente esposti per via del …

Continua »

Esposizione al perclorato in frutta e verdura: nuovo parere scientifico dell’Efsa dopo l’errore tecnico dello scorso ottobre

Dopo aver ritirato il parere pubblicato lo scorso ottobre a causa di un errore tecnico, gli esperti dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) hanno eseguito una nuova stima dell’esposizione alimentare dei consumatori al perclorato, in particolare in frutta e verdura, utilizzando dati rettificati sui livelli di perclorato negli alimenti e tenendo conto di dati di rilevamento più aggiornati. Il …

Continua »

Caffeina: dove si nasconde e qual è il limite consigliato. L’Efsa pubblica un dossier con le valutazioni per donne incinte, bambini e adulti

caffè

Cinque tazzine di caffè espresso al giorno sono la quantità  consigliata per un adulto! È l’Efsa a dirlo nel dossier sulla caffeina appena pubblicato. Il documento prende in considerazione anche il problema della presenza della sostanza nelle da bibite zuccherate come la Coca-Cola o in quelle  energetiche come Red Bull o Monster e in altri alimenti come cioccolato, tè… (*). …

Continua »

A maggio l’ok per 17 nuovi OGM che gli Stati potrebbero non riuscire a vietare! L’Europea prepara il terreno per il TTIP. Manifestazioni in Europa

Di seguito riportiamo un articolo pubblicato il 16 aprile sulla rivista online Rinnovabili.it, e ricordiamo l’invito che domani 18 aprile sarà una giornata dedicata alle manifestazioni contro il trattato di libero scambio TTIP. Le città coinvolte nella manifestazione di sabato 18 aprile sono 300 in tutta Europa e dieci in Italia, tra cui Milano.   Diciassette nuovi prodotti alimentari OGM per il consumo umano …

Continua »

TTIP: a rischio la sicurezza alimentare dei cittadini europei. Intervista a Alberto Mantovani tossicologo dell’ISS su ormoni, pesticidi e controlli di filiera

I negoziati sul Trattato commerciale di libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti (Transatlantic Trade and Investment Partnership – TTIP), sono circondati ancora da troppi segreti e stanno sollevando timori per la possibile riduzione degli standard di sicurezza europei nel campo alimentare e ambientale. Per capire meglio abbiamo intervistato Alberto Mantovani, direttore del reparto di tossicologia alimentare e veterinaria …

Continua »

Campylobacter nel pollo: i primi risultati (positivi) della strategia per ridurre la contaminazione, dei supermercati Mark & Spencer in Gran Bretagna

La catena di supermercati britannica Mark & Spencer (M&S) ha diffuso i risultati dei primi tre mesi di applicazione della sua strategia in cinque punti, per la riduzione del Campylobacter nel pollo, attuata anche attraverso un accordo con il suo fornitore 2Sisters Food Group. I primi risultati della sperimentazione effettuata su 336 campioni di pollo, indicano una significativa riduzione della …

Continua »

Mais geneticamente modificato: venti metri non bastano per evitare la diffusione del polline di piante ogm oltre le zone cuscinetto

I modelli matematici adottati dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) sottostimano in modo significativo le possibilità di diffusione del polline del mais geneticamente modificato, che andrebbero riconsiderate, trattandosi di chilometri e non di decine di metri. Lo sostiene uno studio pubblicato dalla rivista Environmental Sciences Europe e finanziato dal ministero dell’Ambiente tedesco. I tre autori – Frieder Hofmann, Mathias Otto …

Continua »

Comunicazione del rischio: l’Efsa ricorda zoonosi, clonazione e pescato alla diossina s. Il caso emblematico del pesce del Mar Baltico contaminato

Risk management flow chart on a blackboard

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato l’aggiornamento delle linee guida sulla comunicazione del rischio, con il resoconto di casi specifici molto interessanti. Le zoonosi di origine alimentare, cioè infezioni o malattie che possono essere trasmesse direttamente o indirettamente tra animali ed esseri umani, sono una minaccia seria e diffusa per la salute pubblica. Nonostante ciò il pericolo …

Continua »

Pesce e molluschi: le specie a rischio mercurio. Il rapporto dell’Efsa. Il parere del tossicologo Alberto Mantovani dell’ISS

pesce crudo

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha effettuato un’analisi sui rischi e sui benefici legati al consumo di pesce e di molluschi, in relazione al numero di porzioni consumate ogni settimana. L’analisi si è concentrata sui nutrienti e sui contaminanti presenti nei pesci come gli omega-3 e il metilmercurio (forma di mercurio accumulata da pesci e frutti di mare, …

Continua »

Le infezioni da Campylobacter si sono stabilizzate, in calo quelle da Salmonella, in aumento quelle da Listeria. La relazione sul 2013 in Europa dell’Efsa/Ecdc

mal di pancia

Il Campylobacter è la causa di infezioni di origine alimentare più diffusa nell’Unione europea, ma il numero dei casi si è stabilizzato dopo una continua crescita negli ultimi anni. Sono invece aumentate le infezioni provocate da Listeria e da Escherichia Coli, mentre sono in calo quelle causate da Salmonella e da Yersinia Enterocolitica. Questi sono i principali dati che presenti …

Continua »

Frutti di bosco surgelati: 1.787 persone colpite dall’epidemia di epatite A per sottovalutazione del rischio e assenza di informazioni. Trasferiti i funzionari. Resta l’allerta del Ministero

In Italia l’epidemia causata dai frutti di bosco surgelati contaminati dal virus dell’epatite A ha colpito 1.787 persone. Secondo un documento ufficiale diffuso dal Ministero della salute in risposta ad un’interrogazione del Movimento 5 Stelle, “la situazione di crisi si deve considerare superata considerando la riduzione dei casi di malattia riconducibili al consumo di frutti di bosco “. Gli ultimi …

Continua »