Home / Archivio dei Tag: bambini (pagina 4)

Archivio dei Tag: bambini

Coloranti che “possono influire negativamente sull’attività e l’attenzione del bambino”: quali devono riportare la scritta?

Vi scrivo per una dicitura preoccupante che ho trovato sull’etichetta della bevanda “Ginger” venduta al supermercato Dico e che allego (vedi foto). La scritta che credo si riferisca ai coloranti, dice “possono influire negativamente sull’attività e l’attenzione del bambino”. Potreste chiarire quali sono gli elementi critici per i bambini? Se non avessi letto quella scritta avrei comprato la bibita… Quante altre bevande …

Continua »

Francia, i deputati votano contro la pubblicità nei programmi per bambini di France Television. L’emendamento è degli ecologisti ma il governo non si arrende

In Francia, l’Assemblea nazionale, nonostante il parere contrario del governo e approfittando delle numerose assenze tra i banchi dei deputati di destra e di sinistra, tutti contrari, ha approvato una norma proposta dai parlamentari ecologisti che dal primo gennaio 2.018 vieta la pubblicità nei programmi per bambini di meno di 12 anni diffusi dalla rete pubblica France Television, compresi i …

Continua »

Arriva la nuova Fiesta Babarum: dopo quella classica e al caffè, Ferrero ci mette una goccia di Rum. Non è adatta ai bambini

Buongiorno, avrei una domanda. Ho letto tra gli ingredienti della Fiesta (Ferrero) che è presente liquore. Ma in questo caso anche bambini piccoli (di 4, 5 o 6 anni) possono mangiare questo tipo di merende senza problemi? Inoltre ho notato recentemente che è stata inventata anche la Fiesta “con una goccia di Rum” dice lo slogan. Si tratta merende adatte …

Continua »

Tazze con beccuccio per bambini: 2.300 incidenti l’anno. Limitarne l’uso oltre l’anno di età ed eliminarle dopo i 2 anni. I consigli dei pediatri

Pensateci bene prima di lasciare tra le mani di vostro figlio una tazza con il beccuccio (sippy cup in inglese). I problemi possono insorgere soprattutto se il piccolo ha già  compiuto 2 anni. È questa l’allerta lanciata dall’Accademia americana dei pediatri (American Academy of Pediatrics – AAP) che invita ad abbandonare l’uso di queste tazze nel periodo compreso tra i …

Continua »

Piramide alimentare fatta con le pubblicità, test sensoriali e divertenti quiz: il nuovo progetto di educazione alimentare nelle scuole

L’educazione alimentare a scuola la fanno tutti. C’è chi insegna le filastrocche sui colori della frutta, chi propone gli album di figurine sull’integrazione di calcio, chi si ferma a due classici: gruppi di nutrienti e piramide alimentare. L’ultimo trend invece è andare in gita ad Expo, un po’ come fosse Gardaland o lo zoo, sperando che così gli studenti imparino …

Continua »

Calo degli spot di dolci e junk food? Le promesse sono state disattese e i bambini hanno visto ancora più pubblicità di prima

I solenni impegni assunti dalle aziende americane per limitare e via via ridurre ì le pubblicità di dolci e junk food rivolte ai bambini sui canali specializzati sono miseramente falliti. Si tratta di un risultato  andato oltre le più pessimistiche previsioni, che dovrebbe spingere  le parti in causa a un ripensamento globale del problema. Di più: le pubblicità, dal 2007, …

Continua »

Bambini e fast food: la proposta soft di New York per limitare l’epidemia di obesità, limitando grassi, sodio e calorie

Benjamin Kallos, membro del consiglio locale di New York, vuole disciplinare i pasti per bambini serviti nei fast food. L’obiettivo è regolamentare in maniera più rigida l’erogazione dei pasti e per fare ciò ha invitato le multinazionali a proporre un Happy Meal “salutare”: con un  frutto, un piatto a base di verdura o una porzione di cereali integrali ad accompagnare …

Continua »

Il menu tipo di un bambino contiene il doppio dei grassi saturi consigliati. Troppo olio di palma. Le proposte alternative di Margherita Caroli

Analizzando il menù della “giornata tipo” di un bambino, emerge come l’assunzione di grassi saturi è doppia rispetto ai limiti indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che nelle sue linee guida è anche più prudente rispetto alle indicazioni fornite nei Larn dalla Società Italiana di Nutrizione Umana. Apporto consigliato: tra il 7,5 e il 10% delle chilocalorie giornaliere. A spiegare cosa significhino nella pratica …

Continua »

Le cattive abitudini alimentari cominciano prima dei due anni. In Usa il consumo di cibi nutrizionalmente poveri inizia tra i 12 e i 23 mesi

bambina tavola gli italiani e il cibo mangiare

Il 43% dei bambini americani tra i 12 e i 23 mesi mangia tutti i giorni dolci, biscotti e torte; il 32% patatine, popcorn e salatini; il 19% mangia caramelle. Questi sono i dati raccolti attraverso i sondaggi del governo statunitense tra il 2007 e il 2010,presentati dalla nutrizionista Alanna Moshfeg, responsabile dei sondaggi alimentari del Dipartimento statunitense dell’agricoltura, durante …

Continua »

Bambini e pubblicità: nessun miglioramento sulla salute. Negli USA le aziende fanno ancora troppo poco e non esiste una regolamentazione efficace

I progressi nelle pubblicità del cibo per bambini si sono dimostrati troppo esigui per avere effetti sulla salute pubblica. È quanto emerge da una ricerca pubblicata sull’American Journal of Preventive Medicine. Comparando spot precedenti al 2007 con altri relativi al 2013, gli autori dello studio (Università di Arizona e Pennsylvania) hanno notato che i miglioramenti sono stati quasi trascurabili. «Di fronte alla …

Continua »

YouTube Kids di Google è sotto accusa negli Usa per pubblicità occulta: si cerca di trarre vantaggio dalla vulnerabilità dei bambini

Diverse associazioni di consumatori e di tutela dei bambini statunitensi hanno presentato un esposto alla Federale Trade Commission, chiedendo l’apertura di un’inchiesta per pratiche sleali e ingannevoli nei confronti di Google, in relazione alla sua nuova applicazione telefonica YouTube Kids, lanciata lo scorso 23 febbraio. Le associazioni denunciano l’elevato utilizzo di pubblicità non dichiarata, attraverso l’inserimento di prodotti a fini …

Continua »

Fast food: tutti i segreti del marketing alimentare per incantare i bambini. McDonald’s punta sui più piccoli e in questo modo favorisce obesità e problemi di salute

Nel 2004 il 33enne Morgan Spurlock, con il progetto “Super size me“, sperimentò su di sé l’effetto di una dieta esclusiva in fast food. Dopo avere consumato per 30 giorni colazione, pranzo e cena nei locali della catena McDonald’s il suo peso aumentò di 11 kg con diversi disturbi fisici. Si tratta di un caso atipico che non fa testo dal …

Continua »

Tasse e restrizioni alle pubblicità del cibo spazzatura per combattere l’obesità infantile. La proposta dell’Oms

Un rapporto provvisorio dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), aperto ai commenti delle parti interessate, indica le azioni necessarie per combattere e prevenire l’obesità giovanile. Il documento parte dalla constatazione che, tra il 1980 e il 2013, la percentuale di persone obese è cresciuta del 27,5% tra gli adulti e del 47,1% tra bambini e adolescenti fino ai 19 anni. Il …

Continua »

Flauti Mulino Bianco: la pubblicità non piace, il messaggio è diseducativo. La risposta di Barilla: cambieremo

“Buongiorno, ho un dubbio. Da mesi vedo la pubblicità dei Flauti Mulino Bianco titolata “Con i Flauti si diventa amici” (vedi sotto), quella dove un bambino, per essere accettato dalla “banda” di ragazzini che hanno la casa sull’albero, deve pagare la “tangente” (i flauti)! Trovo che questo sia un messaggio molto diseducativo che comunichi alle persone, soprattutto bambini e giovani, che bisogna essere accettati …

Continua »

Arachidi: per ridurre il rischio di allergia è importante introdurli nella dieta sin da piccoli

Introdurre le arachidi nella dieta dei bambini sin da piccoli può ridurre il rischio che sviluppino l’allergia a questo alimento in età successiva. E’ quanto ha rilevato uno studio condotto da ricercatori del King’s College di Londra e pubblicato dal New England Journal of Medicine. L’allergia alle arachidi è in aumento in tutto il mondo, specialmente in Occidente. Negli Stati …

Continua »