Home / Archivio dei Tag: bambini (pagina 3)

Archivio dei Tag: bambini

Alcol e film: uno studio lancia l’allarme per l’esposizione di bambini e ragazzi al consumo di bevande alcoliche al cinema e in televisione. Gli effetti del product placement

bambini televisione film Boy watching TV at night

Gli addetti ai lavori lo chiamano product placement: è la tecnica pubblicitaria che prevede l’inserimento di marchi specifici nei film in modo tale da non sembrare una pubblicità vera a propria, ma la comparsa casuale di un certo prodotto. Che però, guarda caso, viene memorizzato dallo spettatore. E, per questo, viene profumatamente pagata dalle aziende committenti. Ora però uno studio presentato al …

Continua »

L’Oms chiede agli Stati europei di monitorare il marketing di cibo spazzatura rivolto ai bambini. Indicati i metodi di raccolta dei dati da tv e Internet

bambini tv televisione pubblicità media

L’Ufficio europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che riunisce 53 paesi, ha chiesto agli Stati di monitorare le pubblicità alimentari rivolte ai bambini e diffuse attraverso la tv e Internet, al fine di combattere il marketing di cibo spazzatura e combattere in tal modo la piaga dell’obesità e del sovrappeso infantile e delle malattie correlate. A questo scopo, l’Oms ha …

Continua »

Sport drink e bambini: tanto zucchero, dolcificanti e coloranti, ma ai ragazzi reintegrare i sali minerali non sempre serve

Troppo zucchero fa male, tanto che l’Oms è arrivata a suggerire l’istituzione di una tassa sulle bevande zuccherate per abbassarne il consumo e ridurre l’incidenza di obesità e diabete di tipo 2. In questo senso, fa scalpore la notizia che negli Stati Uniti le vendite di acqua hanno superato quelle delle bibite zuccherate. Tuttavia gli “sport drink”, come Gatorade e …

Continua »

“Dammi il cinque”: la nuova campagna nelle scuole per far capire l’importanza di un’alimentazione corretta. Troppi piccoli obesi e in sovrappeso

“Dammi il cinque!”: al termine di una partita andata bene, ma anche per un bel voto, i ragazzini danno il cinque per indicare soddisfazione. Sono cinque anche le porzioni di frutta e verdura che dovremmo consumare ogni giorno, grandi e piccoli. Porzioni che dovrebbero coprire cinque colori diversi, per garantire un apporto ottimale di vitamine, minerali e antiossidanti: bianco come …

Continua »

Con la “Frutta a metà mattina” i bambini abbandonano le merendine e mangiano più volentieri a pranzo. Il successo del progetto di Milano Ristorazione

I bambini delle scuole milanesi mangiano più frutta, evitano di consumare merendine a metà mattina e la quantità di cibo avanzato dopo il pranzo si riduce. Questi sono i risultati del progetto “Frutta a metà mattina” di Milano Ristorazione, una sperimentazione che ha coinvolto 76 scuole elementari e oltre 21 mila bambini e di cui Il Fatto Alimentare si è …

Continua »

Arachidi fin dai primi mesi di vita per prevenire le allergie. I risultati di uno studio londinese

Negli Stati Uniti, il National Institute of Allergy and Infectious Diseases ha pubblicato le nuove linee guida, per aiutare i medici a introdurre precocemente gli alimenti contenenti arachidi nella dieta dei bambini. Lo scopo è prevenire le allergie alle noccioline che risulta essere in crescita anche se fino ad ora  non esistono trattamenti per la cura. Recenti ricerche scientifiche hanno …

Continua »

Ristorazione scolastica tra sfide e opportunità: il caso di Bologna. I princìpi di una sana alimentazione possono essere trasmessi anche in mensa

Lo dice anche l’Organizzazione mondiale della sanità: il pasto a scuola è un momento strategico per la trasmissione dei princìpi di una sana alimentazione,  per la prevenzione di malattie importanti collegate, a lungo andare, a sovrappeso e obesità. Indirettamente lo confermano i dati di Okkio alla salute, un sistema di sorveglianza su sovrappeso e obesità dei bambini italiani di Ministero …

Continua »

Coca-Cola: basta pubblicità che associa mamme, bambini e il consumo durante i pasti. L’elenco delle censure accumulate dalla multinazionale

Gli spot Coca-Cola continuano ad affiancare la bibita ai bambini di 5-6 anni seduti a tavola mentre mangiano un piatto di pasta. Nello spot andato in onda nel mese di ottobre/novembre 2016 si vede una mamma con la bottiglia di Coca-Cola a fianco mentre prepara la pasta. Nella scena successiva la madre appoggia il piatto di tagliatelle ancora fumante su …

Continua »

L’obesità infantile (e non solo) è un problema mondiale che ha tre cause: junk food, bevande zuccherate e sedentarietà

bambina junk food

Un’epidemia dilagante il cui andamento è peggiore delle più pessimistiche previsioni di qualche anno fa,  miete vittime soprattutto tra i più indifesi, i bambini, accorciandone le aspettative di vita. Questa piaga ha due responsabili principali: il junk food e le bevande zuccherate, le famigerate soda. Fa venire i brividi l’ultimo rapporto della World Obesity Federation (WFO) pubblicato su Pediatric Obesity e …

Continua »

Cibo spazzatura: l’Oms chiede di intervenire per difendere i bambini dal marketing digitale

Contro il marketing del cibo spazzatura si è espressa l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). L’organizzazione europea  che comprende 53 paesi, chiede a ciascuno Stato di adottare misure per ridurre l’esposizione di bambini e adolescenti a queste forme di promozione. I provvedimenti dovrebbero riguardare tutti i media, compresi quelli digitali, impedendo qualsiasi scappatoia normativa. Secondo l’Oms, c’è la prova inequivocabile che …

Continua »

Assoluzione del fluoro nell’acqua potabile: non ha effetti negativi sullo sviluppo dei bambini e abbatte il rischio di carie

Il fluoro nell’acqua potabile non ha alcun effetto negativo sullo sviluppo intellettivo dei bambini, non aumenta il rischio di cancro, non danneggia i reni, le ossa e non dà tossicità evidenti, sempre che la concentrazione si mantenga entro livelli accettabili. È un’assoluzione piena quella che arriva dall’Australia e, nello specifico, dall’Australia’s National Health and Medical Research Council, che ha voluto …

Continua »

I piatti preferiti e quelli meno graditi dai bambini a scuola. In testa gli straccetti di pollo in fondo le polpettine di ceci. La classifica di Milano Ristorazione

Milano Ristorazione ha pubblicato la lista dei piatti preferiti e dei meno apprezzati dagli alunni delle scuole milanesi. La classifica – inclusa nel bilancio sociale 2015 – è stata compilata grazie al “Laboratorio dei sapori”, il progetto di Milano Ristorazione che permette a bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di esprimere la propria opinione sulla qualità dei piatti. I …

Continua »

La pubblicità dei prodotti alimentari rivolta ai bambini aumenta il consumo di junk food. Ma se si usa per promuovere cibi sani si favoriscono abitudini più salutari

La pubblicità di alimenti rivolta ai bambini funziona. E non è necessariamente una cattiva notizia: tutto dipende dall’oggetto promosso. Se infatti si spingono i più piccoli a consumare junk food, il risultato non potrà che essere un continuo aumento dei livelli di sovrappeso e obesità infantili, ma se le stesse tecniche di marketing vengono applicate agli alimenti più sani, i …

Continua »

Cibo spazzatura: le aziende lo promuovono attraverso Facebook. Una ricerca dell’Irish Heart Foundation

Le tecniche di marketing digitale utilizzate dai grandi marchi alimentari per attrarre bambini e adolescenti sono sempre più sofisticate e si sono spostate su Facebook. I genitori non ne sono a conoscenza e non sanno a quali metodi di convincimento  sono esposti i loro figli quando sono collegati ai loro siti preferiti. Una ricerca condotta dall’Irish Heart Foundation, inviata al …

Continua »

L’olio di palma costituisce un potenziale pericolo per bambini e adolescenti. Parere della Regione Marche basato su documento Efsa

Vi proponiamo il parere della sezione Veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Marche sull’olio di palma redatto sulla base del documento Efsa. Il parere evidenzia in modo chiaro il rischio per la salute per i bambini e i ragazzi “La stima della media e le esposizioni elevate al monocloropropandiolo – contaminante presente nell’olio di palma (NdR) – per le fasce …

Continua »