Home / Supermercato / Come risparmiare 800 euro con la spesa online: i siti di e-commerce più convenienti dei portali dei supermercati. L’inchiesta di Altroconsumo

Come risparmiare 800 euro con la spesa online: i siti di e-commerce più convenienti dei portali dei supermercati. L’inchiesta di Altroconsumo

Risparmiare con la spesa online è possibile. Lo dimostra l’ultima inchiesta di Altroconsumo, che ha messo sotto la lente di ingrandimento 10 supermercati online, tra siti di e-commerce come Amazon.it e Spesasicura.com e portali delle insegne come Esselungaacasa.it e Easycoop.it. L’indagine è stata condotta su 541 prodotti raggruppati in 115 categorie e confrontati con i prezzi rilevati nello stesso periodo nei supermercati fisici di 67 città.

Secondo questa inchiesta, i supermercati online più convenienti sono i siti di e-commerce Spesasicura.com e Amazonprime.it (Amazon Pantry, il vero e proprio supermercato online del gigante di Seattle è stato lanciato dopo la conclusione di questa indagine), che offrono alimenti confezionati e bevande. In alcuni casi anche Cicalia.it, il sito che vende anche prodotti freschi, è risultato una valida alternativa. In particolare, comprando su Spesasicura.com in alcune città una famiglia può arrivare a risparmiare fino a 800 € in un anno, pari al 10% rispetto al supermercato più economico. Un caso particolare è quello di Weygo.com, un sito di e-commerce con un catalogo vastissimo (compresi prodotti freschi e surgelati) in grado di consegnare in poche ore, che però costa fino al 30% in più dei concorrenti fisici e virtuali.

Fare invece la spesa sui portali online delle catene tradizionali è poco conveniente da un punto di vista economico. In alcune città conviene fare la spesa nel modo tradizionale tanto che sono più convenienti i punti vendita della stessa catena. L’unico aspetto interessante è che, a differenza della maggior parte dei siti di e-commerce, i siti dei supermercati  danno la possibilità di acquistare  anche cibi freschi. Altroconsumo ha calcolato che a Milano comprare sul sito Esselungaacasa.it può costare fino al 14% in più rispetto al supermercato Esselunga più economico della città.

Dall’indagine emerge un altro dato significativo: la spesa online conviene soprattutto quando si abita in città dove  c’è poca concorrenza, come Aosta e Messina. Per chi vive in centri come Milano, Torino, Roma e Napoli, il supermercato online non è la soluzione migliore per risparmiare, anzi per la comodità si può arrivare a spendere il 30% in più.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

ALDI discount 2018

Supermercati Aldi, il segreto del successo: qualità, prezzi, prodotti a marchio e poche referenze

Aldi è arrivato in Italia e guadagna il consenso dei consumatori. La nota catena di …

Un commento

  1. Sinceramente sono un po’ restio a fare la spesa online. Sia per una questione di “feeling”, sia perché non sono tanto sicuro che i prezzi siano effettivamente più bassi. Spesso, seguendo le offerte, si riesce a risparmiare molto anche in un supermarket fisico. Certo, la comodità di vedersi spedito il tutto a casa non è da poco (soprattutto per chi ha poco tempo). Ma per ora mi armo di volantini e vado a caccia delle offerte migliori!