Home / Supermercato / Come risparmiare 800 euro con la spesa online: i siti di e-commerce più convenienti dei portali dei supermercati. L’inchiesta di Altroconsumo

Come risparmiare 800 euro con la spesa online: i siti di e-commerce più convenienti dei portali dei supermercati. L’inchiesta di Altroconsumo

Risparmiare con la spesa online è possibile. Lo dimostra l’ultima inchiesta di Altroconsumo, che ha messo sotto la lente di ingrandimento 10 supermercati online, tra siti di e-commerce come Amazon.it e Spesasicura.com e portali delle insegne come Esselungaacasa.it e Easycoop.it. L’indagine è stata condotta su 541 prodotti raggruppati in 115 categorie e confrontati con i prezzi rilevati nello stesso periodo nei supermercati fisici di 67 città.

Secondo questa inchiesta, i supermercati online più convenienti sono i siti di e-commerce Spesasicura.com e Amazonprime.it (Amazon Pantry, il vero e proprio supermercato online del gigante di Seattle è stato lanciato dopo la conclusione di questa indagine), che offrono alimenti confezionati e bevande. In alcuni casi anche Cicalia.it, il sito che vende anche prodotti freschi, è risultato una valida alternativa. In particolare, comprando su Spesasicura.com in alcune città una famiglia può arrivare a risparmiare fino a 800 € in un anno, pari al 10% rispetto al supermercato più economico. Un caso particolare è quello di Weygo.com, un sito di e-commerce con un catalogo vastissimo (compresi prodotti freschi e surgelati) in grado di consegnare in poche ore, che però costa fino al 30% in più dei concorrenti fisici e virtuali.

Fare invece la spesa sui portali online delle catene tradizionali è poco conveniente da un punto di vista economico. In alcune città conviene fare la spesa nel modo tradizionale tanto che sono più convenienti i punti vendita della stessa catena. L’unico aspetto interessante è che, a differenza della maggior parte dei siti di e-commerce, i siti dei supermercati  danno la possibilità di acquistare  anche cibi freschi. Altroconsumo ha calcolato che a Milano comprare sul sito Esselungaacasa.it può costare fino al 14% in più rispetto al supermercato Esselunga più economico della città.

Dall’indagine emerge un altro dato significativo: la spesa online conviene soprattutto quando si abita in città dove  c’è poca concorrenza, come Aosta e Messina. Per chi vive in centri come Milano, Torino, Roma e Napoli, il supermercato online non è la soluzione migliore per risparmiare, anzi per la comodità si può arrivare a spendere il 30% in più.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Bottle of tomato juice and fresh tomatoes, organic healthy food concept

Eurospin, 20 milioni di bottiglie di passata di pomodoro comprate sottocosto! La denuncia di Terra! Onlus e Flai Cgil

31,5 centesimi: è il prezzo che Eurospin avrebbe pagato per ciascuna delle 20 milioni di …

Un commento

  1. Sinceramente sono un po’ restio a fare la spesa online. Sia per una questione di “feeling”, sia perché non sono tanto sicuro che i prezzi siano effettivamente più bassi. Spesso, seguendo le offerte, si riesce a risparmiare molto anche in un supermarket fisico. Certo, la comodità di vedersi spedito il tutto a casa non è da poco (soprattutto per chi ha poco tempo). Ma per ora mi armo di volantini e vado a caccia delle offerte migliori!