Home / Nutrizione / Scozia, giro di vite contro lo zucchero nelle mense scolastiche. Nuove misure del governo per combattere l’obesità infantile

Scozia, giro di vite contro lo zucchero nelle mense scolastiche. Nuove misure del governo per combattere l’obesità infantile

kellogg's coco pops nestle cheeriosTra pochi mesi, i bambini scozzesi che vanno presto a scuola e fanno lì colazione, non troveranno più cereali ad alto contenuto di zucchero, come i Coco Pops di Kellogg’s e gli Honey Nut Cheerios di General Mills. Sul tavolo a fianco del latte troveranno solo prodotti che contengono meno del 15% di zuccheri. Saranno vietati anche gli yogurt che contengono più di 10 grammi di zucchero per 100, così come spariranno anche per il pasto di mezzogiorno budini, biscotti e muffin con più di 10 grammi di zucchero per porzione. È questa l’intenzione del governo scozzese, che ha avviato una consultazione pubblica sino al 29 agosto sulle nuove misure per rafforzare le norme nutrizionali, basandosi su nuove raccomandazioni scientifiche e dietetiche.

Le misure prevedono anche il divieto di somministrare succhi di frutta nelle scuole primarie e secondarie e l’approvazione di un regolamento per le carni rosse, che indicherà quante a volte a settimana potrà essere servita carne di alta qualità, limitando le carni lavorate.

L’iniziativa del governo scozzese sulle mense scolastiche, è stata preceduta dall’annuncio di misure restrittive sulla promozione del cibo spazzatura e sulle offerte per acquisti multipli, nonché dalla volontà di dimezzare il tasso di obesità infantile entro il 2030. Le nuove disposizioni arrivano dopo che nei primi mesi di quest’anno, nel periodo compreso  fra il 2014 e il 2016 più di cinquemila bambini e adolescenti fino ai 18 anni sono stati indirizzati a medici specialisti del Servizio sanitario nazionale a causa delle loro condizioni inerenti il peso. Oltre 500 avevano un’età compresa tra i due e quattro anni. Attualmente, il 29% dei bambini scozzesi è a rischio di sovrappeso (di questi il 14% è a rischi obesità).

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

obesità infantile

Dalla colazione alla cena: per l’obesity day una guida ai pasti giornalieri per bambini e ragazzi

In occasione dell’Obesity day, istituito da pochi anni a livello mondiale per combattere lo stigma …