Home / Recensioni & Eventi / Come si svolgono i controlli sui cibi di origine non animale? “Sicurezza alimentare”, un libro per gli addetti ai lavori

Come si svolgono i controlli sui cibi di origine non animale? “Sicurezza alimentare”, un libro per gli addetti ai lavori

sicurezza alimentare controlliCome vengono svolti i controlli su cibi come la frutta, la verdura e i cereali? A spiegarlo ci pensa il libro “Sicurezza alimentare. I controlli sugli alimenti di origine non animale” scritto da Carlo Donati, Carlo Brera Francesca Galluccio, Veronika Jezsó e Francesco Montanari (Chirotti Editore). Il volumetto è infatti dedicato alla normativa e alle procedure di ispezione di tutti i cibi diversi da quelli di origine animale (che seguono regole ben diverse) ed è rivolto agli addetti ai lavori, in particolare agli ispettori coinvolti nei controlli.

La prima parte del libro è dedicata all’analisi della legislazione che regola la sicurezza degli alimenti di origine non animale, a partire dalle principali normative italiane ed europee di riferimento, troppo vaste per essere elencate nella loro totalità. Non può mancare anche un riferimento al Codex Alimentarius, l’insieme di linee guida e raccomandazioni riconosciute a livello internazionale nell’ambito del cibo, la produzione e la sicurezza alimentare.

analisi olio
Il libro è rivolto agli ispettori che svolgono i controlli sugli alimenti di origine non animale, come frutta, cereali e condimenti

A seguire vengono descritte le modalità con cui vengono svolti i controlli a livello nazionale (nell’ambito del piano nazionale pluriennale) e quelli alle frontiere. È a questo punto, che vengono esaminate in maniera dettagliata, con tanto di fotografie e schemi le modalità di campionamento e controllo per i diversi tipi di contaminanti che possono essere presenti negli alimenti, dalle micotossine ai pesticidi, fino alla radioattività.

Per rendere più semplice l’applicazione delle procedure nella vita di tutti i giorni, il volume si conclude con la descrizione di quattro esempi concreti di campionamento di alimenti, dalle navi cargo che trasportano migliaia di tonnellate di cereali a partite più modeste di frutta.

“Sicurezza alimentare. I controlli sugli alimenti di origine non animale” di Carlo Donati, Carlo Brera Francesca Galluccio, Veronika Jezsó e Francesco Montanari. 90 pagine. Chirotti Editore

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

ragazzo libri mela

Master in Comunicazione della scienza e dell’innovazione sostenibile dell’Università di Milano-Bicocca, aperte le iscrizioni per l’anno 2018/2019

Sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2018/2019 del Master di I livello in Comunicazione della …

Un commento

  1. La prima cosa che va detta relativamente ai controlli sulla sicurezza alimentare degli alimenti non di origine animale, tal quale o trasformati, è che si continua a tenere fuori dalle ASL tanto gli agronomi quanto i tecnologi alimentari. Ossia le due figure più preparate nel campo dei fitofarmaci o dei processi di produzione e trasformazione degli alimenti.