Home / Sicurezza Alimentare / Bambini: le caramelle dure di forma sferica possono causare soffocamento anche dopo i 5 anni. Attenzione alle dimensioni. Il documento del BfR tedesco

Bambini: le caramelle dure di forma sferica possono causare soffocamento anche dopo i 5 anni. Attenzione alle dimensioni. Il documento del BfR tedesco

Le caramelle dure sferiche possono causare il soffocamento dei bambini dai 5 anni in su. È l’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio ad affermarlo in un’opinione recentemente pubblicata. Una prima valutazione era stata effettuata nel 2010, in seguito ad alcuni casi di soffocamento che si erano verificati negli Stati Uniti. Sotto accusa erano finite proprio le caramelle dure di forma sferica e diametro fino a cinque centimetri, che devono essere leccate e succhiate per raggiungere il cuore di chewing gum.

Il BfR aveva determinato che quando la sfera di zucchero si riduce abbastanza, cioè raggiunge un diametro inferiore a quattro centimetri, può essere messa in bocca dai bambini ed essere inavvertitamente inghiottita. Tuttavia, una sfera di queste dimensioni non può essere deglutita da un bambino, finendo per ostruire le vie aeree. Con conseguenze molto serie, anche mortali.

Secondo la nuova valutazione dell’Istituto, una caramella dura di forma sferica può essere considerata sicura per i bambini dai cinque anni in su solo quando ha un diametro massimo di 14 millimetri. Queste dimensioni sono tali da permettere una deglutizione agevole senza rischi di soffocamento quando la caramella viene inghiottita accidentalmente o intenzionalmente. Tutte le caramelle sferiche e dure di dimensioni superiori sono da evitare.

Anche il Ministero della salute, in un recente documento, aveva inserito i cibi di forma sferica tra le maggiori cause di soffocamento per i bimbi di età inferiore ai tre anni, mentre le caramelle dure, di qualsiasi forma e dimensione, erano tra i cibi da evitare per i bambini fino ai cinque anni.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017. Clicca qui

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

maiale allevamento

Antibiotici e allevamenti: sulla lotta alla resistenza agli antimicrobici dal Ministero solo buoni propositi. Intervista a Fabrizio de Stefani

I buoni propositi non bastano. È la prima considerazione che emerge leggendo le “Linee guida …