Home / Roberto La Pira (pagina 3)

Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Troppi additivi sulla buccia di arance e limoni. Come scegliere i frutti non trattati per dolci, marmellate e aperitivi. Le scritte in etichetta

limoni 1

Si può mangiare la buccia di arance e limoni? La domanda posta da un lettore è tutt’altro che banale, visto che spesso gli agrumi dopo la raccolta vengono trattati con sostanze spruzzate sulla superficie esterna per migliorare sia l’aspetto sia la conservazione. C’è quindi la possibilità che la spremuta servita a bar possa contenere  anche se in minima quantità additivi …

Continua »

Activia, Danacol, Actimel, Vitasnella: Danone in Francia propone le etichette a semaforo. L’Italia dice no senza spiegazioni

nutri-score danone activia actimel vitasnella etichette a semaforo

In Francia, dopo il varo ufficiale in ottobre dell’etichetta nutrizionale a semaforo denominata Nutri-Score, le aziende e le catene di supermercati che hanno dichiarato di voler adottare il nuovo sistema sono 33. Si tratta di un numero destinato a crescere nei prossimi mesi, quando in primavera partirà una campagna istituzionale per fare conoscere ai francesi le nuove etichette a semaforo. …

Continua »

Pasta Barilla: il grano proviene da Italia, Francia, Stati Uniti e Australia. L’origine è sulle nuove etichette. Ma le informazioni precise sono sul sito e negli spot

Pasta Barilla

Le confezioni della pasta Barilla con nuova etichetta sono apparse in alcuni supermercati ma pochissimi consumatori se ne sono accorti, anche perché le altre marche possono aspettare fino al 16 febbraio per adeguarsi e inserire le nuove informazioni. La novità è una dicitura posizionata dopo l’elenco degli ingredienti (vedi foto in alto), che occupa meno di due righe, e recita così: …

Continua »

Pasta e riso 100% italiani: la nuova legge sull’origine degli ingredienti superata dai fatti. L’indicazione è spesso già sull’etichetta

Tra due settimane le etichette della pasta e del riso dovranno indicare l’origine della materia prima, come prevede un decreto legge varato il 26 luglio 2017. In questo modo i consumatori potranno individuare quali sono i prodotti “made in Italy” che utilizzano grano duro e riso coltivato nel nostro paese. La questione viene presentata da Coldiretti e dal Ministro delle politiche …

Continua »

Mozzi, Lemme, Dukan e Panzironi: la diseducazione alimentare invade la tv e la rete con programmi, siti e libri che diffondono diete pericolose

Adriano Panzironi, Piero Mozzi, Alberico Lemme, Pierre Dukan… sono autori di libri che hanno venduto decine di migliaia di copie posizionandosi per mesi o addirittura anni in testa alle classifiche.  Se a questi volumi si associano i centinaia di titoli scritti da chef, food blogger e appassionati di cucina, il panorama editoriale è completo. Certo ci sono anche alcuni volumi …

Continua »

La bufala del pomodoro cinese in Italia. Il libro “Rosso marcio” racconta cosa succede veramente al prodotto importato

Il pomodoro cinese che invade il mercato italiano è una delle bufale meglio riuscite degli ultimi anni. La favola è stata così ben raccontata che milioni di consumatori sono convinti di trovare sugli scaffali bottiglie di passata o di polpa ricavate da concentrato di pomodoro cinese. Questa storia è stata per anni supportata dai comunicati stampa di Coldiretti che denunciavano …

Continua »

Francia: latte della Lactalis venduto dopo l’allerta. Anche in Italia il sistema di richiamo dei prodotti presenta grosse lacune

  In Francia, lo scandalo del latte in polvere per neonati contaminato della Lactalis ha fatto emergere le gravi lacune del sistema di allerta rapido messo a punto dalle aziende e dalle autorità sanitarie quando si tratta di ritirare dal mercato un prodotto alimentare pericoloso. La storia è molto semplice. Il problema viene segnalato all’inizio di dicembre 2017 quando Lactalis annuncia …

Continua »

Latte in polvere Lactalis: ritirate 12 milioni di confezioni per Salmonella in 67 Paesi. L’Italia sembra abbia scampato il rischio. Il rapporto tecnico Efsa-Ecdc sull’epidemia

Aggiornamento del 2 febbraio 2018: il 29 gennaio 2108 la Direzione generale per la concorrenza, il consumo e la repressione frodi (Dgccrf) ha pubblicato i risultati dei controlli svolti nel corso del mese di gennaio in 3.600 punti vendita, ospedali e nidi su tutto il territorio francese. Sono 21 gli esercizi in cui sono state trovate ancora in vendita confezioni di latte …

Continua »

Sacchetti biodegradabili al supermercato: ecco perché non conviene portarli da casa. Necessario usare sempre i guanti

Il divieto di portare i sacchetti da casa per comprare frutta e verdura non piace a molti lettori, poco disposti a condividere le ragioni di tipo igienico-sanitario dei supermercati e del Ministero della salute. Nei commenti che abbiamo pubblicato si dice che in campagna la frutta e la verdura non viene certo raccolta con i guanti e messa in contenitori …

Continua »

Sacchetti ortofrutta: 20 domande e risposte per capire come funziona il sistema e come risparmiare

La questione dei sacchetti per l’ortofrutta, che dal 1° gennaio 2018 devono essere compostabili e i supermercati devono far pagare al consumatore, ha occupato molto spazio nei giornali e anche nei social, ed è diventata oggetto di dibattito politico. La vicenda è stata caratterizzata dalla totale assenza delle istituzioni che non hanno diramato comunicati se non per confondere le idee …

Continua »

Il Ministero dice sì ai sacchetti per l’ortofrutta portati da casa, ma è una farsa. Paparella: per evitare contaminazioni bisogna usare solo quelli del supermercato

Il Ministero della salute il 4 gennaio 2018 ha dichiarato che sarà possibile portare da casa i sacchetti per fare la spesa al supermercato di frutta e verdura. La notizia sembra interessane ma in realtà è una farsa. La nota precisa che le buste dovranno essere monouso (ndr quindi nuove) e per alimenti. Nel lancio dell’Ansa il segretario generale Giuseppe Ruocco …

Continua »

Sacchetti ortofrutta al supermercato: dal 1 gennaio costeranno 2 centesimi. Ma si potranno usare per l’umido

Aggiornamento del 2 gennaio 2018. Assobioplastiche ha rilevato i prezzi di vendita dei sacchetti nelle diverse catene. Il costo varia da 1 a 3 centesimi di euro. Per vedere la classifica clicca qui. Dal 1 gennaio 2018 i sacchetti ultraleggeri che si usano nei supermercati e nei negozi per comprare frutta e verdura non saranno più gratuiti ma si dovranno …

Continua »

Auguri a tutti i lettori e grazie per le donazioni

Auguri a tutti coloro che anche quest’anno ci hanno seguito. Si tratta di un gruppo di persone attente che non si limitano a leggere gli articoli, alcuni chiedono un parere, altri segnalano etichette scorrette o problemi riscontrati quando si fa la spesa. I lettori più sensibili fanno anche una donazione. Nel 2017 abbiamo raccolto circa 26.000 euro, pari al 18% …

Continua »

Dal 1 gennaio i sacchetti per frutta e verdura al supermercato si devono pagare. L’importo è ancora misterioso. Una circolare autorizza il sottocosto

sacchetti ortofrutta

  Aggiornamento del 2 gennaio 2018. Assobioplastiche ha rilevato i prezzi di vendita dei sacchetti nelle diverse catene. Il costo varia da 1 a 3 centesimi di euro. Per vedere la classifica clicca qui. Quanto costeranno i nuovi sacchetti biodegradabili per la frutta e la verdura in vendita nei supermercati e nei negozi dal 1 gennaio 2018? L’interrogativo è ancora …

Continua »

Etichette a semaforo, tra bufale e realtà. Dossier del Fatto Alimentare per capire come funzionano e perché qualcuno rema contro

In Italia le etichette a semaforo non piacciono. Eppure stiamo parlando di un ottimo sistema per aiutare il consumatore a capire le caratteristiche nutrizionali di un prodotto. Il sistema è molto semplice: il rosso indica un alimento da assumere con moderazione, il verde un cibo sano mentre l’arancione invita a consumare il prodotto senza esagerare, per mantenere una dieta equilibrata. …

Continua »