Home / Roberto La Pira (pagina 20)

Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Ritirato dagli scaffali dei supermercati burro in monoporzioni prodotto da Latteria Soresina per presenza di muffe

I Supermercati U2 hanno ritirato dagli scaffali  le confezioni di burro in monoporzioni da 12,5 grammi e da 8 grammi prodotto dalla Latteria Soresina (vedi foto).  Secondo le  nostre informazioni l’iniziativa è stata decisa volontariamente dal produttore, in seguito alla segnalazione di alcune muffe sulle confezioni esposte nel banco frigorifero di un punto vendita.    Il Lotto coinvolto è il n° …

Continua »

Cozze contaminate da virus epatite A. Il ministero lancia un’allerta e invita a non consumare il prodotto che però non è più in vendita da 10 giorni

Il Ministero della salute ha diffuso ieri un comunicato per segnalare la presenza del virus dell’epatite A e di Norovirus in alcuni lotti di mitili confezionati in retine di plastica provenienti dallo stabilimento Irsvem di Bacoli (Napoli). Il numero di riconoscimento dello stabilimento riportato sulle confezioni è CE IT 2 CDM. In realtà i virus sono stati trovati su campioni …

Continua »

Biscotti Plasmon: basta con l’olio di palma! Sosteniamo la petizione di una mamma che chiede di eliminare il grasso tropicale aggiunto dall’azienda al posto del burro

I biscotti Plasmon riempiono le dispense delle nostre case da generazioni. Bambine e bambini sono cresciuti mangiandoli felici fin dal sesto mese di vita. E i loro genitori hanno comprato questo prodotto per anni, sempre convinti che fosse la scelta migliore, la più sana e salutare. Ignoravano, però, la presenza di un ingrediente dannoso: l’olio di palma, una scorta per …

Continua »

Coop, Auchan e U2 ritirano dal mercato Spezie di Casa Fiesta per presenza allergene non dichiarato

Le catene di supermercati Coop, Auchan e e U2  hanno ritirato dagli scaffali dei punti vendita le confezioni di spezie CASA FIESTA SPEZIE MISTE PER FAJITA Codice Ean: 8715186892630 , Lotto 1417501 con termine minimo di conservazione 23 giugno 2017. La decisione di richiamare dal mercato il prodotto e’ stata presa per la possibile contaminazione accidentale di mandorle. Trattandosi di …

Continua »

Buccheri, paesino siciliano di 2000 abitanti capitale dell’extravergine di qualità. Al Sol d’oro vincono La Tonda, Terraliva e Agrestis

olio extra vergine di oliva 164655811

Il comune siciliano di Buccheri in provincia di Siracusa è diventato la capitale dell’ olio extravergine di eccellenza, vincendo tre premi su cinque al Concorso oleario internazionale Sol d’Oro tenuto a Verona pochi giorni fa. La manifestazione è una delle più prestigiose e  il successo dell’olio siciliano non è certo una novità, visto che da anni la classifica vede sempre in cima alla classifica olio extra vergine insulari. …

Continua »

La vera storia della mela e della cera, intervista a Martin Siller e Alessandro Pulga. Stop alle bufale in rete sui prodotti biologici

Il video della mela biologica che contiene all’esterno uno strato di cera (guarda video) gira da mesi in rete. Si tratta di una bufala che però continua a macinare migliaia di visualizzazioni. Nel filmato il “presentatore” gratta dalla superficie di una mela biologica Esselunga una sostanza biancastra che a prima vista sembra cera. Dopo averne raccolta un po’ decide di …

Continua »

Gin-Pent integratore alimentare: la pubblicità è ingannevole. Censura dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria

Il Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria il 17 febbraio 2015 ha censurato il messaggio dell’integratore alimentare Gin-Pent di Ambrogio Vivai S.r.l. Il testo della pubblicità esordisce con una frase a caratteri cubitali dove si dice:  «Ha scoperto l’albero della vita il Gin Pent». Sotto questa frase ci sono slogan che illustrano i molteplici ma anche improbabili benefici registrati in …

Continua »

Eurospin: ritirata dagli scaffali pasta di salame con il marchio del supermercato

salame affettati insaccati

Eurospin ha disposto il ritiro della  PASTA DI SALAME  per problemi di “inquinamento”. La pasta è confezionata in vaschette di peso variabile riconoscibile perché  sull’etichetta compare il marchio Eurospin. Il lotto interessato è il numero 1601, la  data di scadenza è 25.02.2015 Il prodotto  è venduto nei punti vendita delle regioni: Emilia Romagna, Liguria, Lombardia e Piemonte La catena di …

Continua »

Frutti di bosco: è allerta epatite A anche in Australia. In Italia l’epidemia non è finita (1.787 casi). Il Ministero invita a bollire per 2 minuti prima del consumo

Anche in Australia c’è un’allerta per la vendita al dettaglio di frutti di bosco surgelati contaminati dal virus dell’epatite A. Cinque le persone infettate finora e due i lotti incriminati: una miscela chiamata Mixed Berries dell’azienda Nanna’s Frozen, e una chiamata Creative Gourmet, entrambi assemblati dalla ditta Patties Foods. Le autorità sanitarie hanno invitato a non acquistare questi frutti di …

Continua »

Garattini: bene la riduzione dello zucchero decisa dall’Oms, andrebbe tassato come tabacco e alcol. Grave la decisione di Federalimentare

La strana decisione delle autorità italiane di opporsi alle nuove raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), che invitano a ridurre la quantità di  zuccheri semplici sino al 10% del fabbisogno calorico giornaliero, con l’esortazione a ridurre ulteriormente questa soglia al 5%, non può essere considerata occasionale. Abbiamo già pubblicato un lungo articolo di Nicoletta Dentico dell’Osservatorio Italiano sulla Salute Globale in cui vengono illustrati i retroscena della  decisione …

Continua »

Burro Tigullio da 250 g ritirato a Genova, La Spezia e Savona. La decisione è stata presa dall’azienda in via cautelativa per la presenza di muffe

Il Centro Latte Rapallo ha ritirato dal mercato due lotti di panetti di  BURRO TIGULLIO da 250 grammi (vedi foto a lato). Il ritiro è stato fatto in modo volontario dal produttore, in seguito alla segnalazione di alcune muffe rilevate sulle confezioni di un punto vendita.   Secondo le notizie raccolte da Il Fatto Alimentare, si tratta di un ritiro cautelativo, in quanto la muffa rende il burro inadatto al …

Continua »

Etichette alimentari: fumata nera per lo stabilimento di produzione. I tre ministeri rimandano la decisione a Bruxelles. Continua la raccolta delle firme

Great Italian Food Trade e il Fatto Alimentare hanno lanciato la settimana scorsa una petizione, per affermare la necessità di reintrodurre subito l’obbligo di indicare la sede dello stabilimento su tutti i prodotti alimentari realizzati in Italia che ha raccolto più di 5.000 adesioni. Si tratta  dell’unica garanzia legale che può permettere ai consumatori italiani ed europei di distinguere gli …

Continua »

Etichette: tre ministeri chiedono (in ritardo) all’UE di mantenere l’indicazione sull’etichetta dello stabilimento produzione. La posizione di Federalimentare

Ieri il Ministero dello sviluppo economico insieme ai rappresentanti del Ministero delle politiche agricole e del Ministero della salute, con le associazioni del commercio, hanno deciso di “verificare presso l’Unione europea un percorso in grado di assicurare l’obbligatorietà dell’indicazione dello stabilimento di produzione sulle etichette dei prodotti alimentari anche a livello nazionale”. Si tratta di un primo timido passo delle  …

Continua »

Mele Esselunga: il video in rete sulla “cera” è una bufala. Il parere di agronomi e tecnici

mele

Spett. Esselunga, 1.700.000 persone aspettano una vostra dichiarazione.. come potete vedere da foto che allego- da Facebook Metto in cc Il Fatto Alimentare, molto seguito da tutti noi. Grazia Ambrosini   Gentile Grazia, noi abbiamo scritto un articolo su questa vicenda,  spiegando come stanno le cose e dicendo che il video è una bufala. Riproponiamo il nostro articolo qui sotto …

Continua »

Supermercati LD Market ritirano dagli scaffali fichi secchi Manuzzi contaminati da aflatossine

I supermercati Ld market hanno avvisato i loro clienti che un lotto di fichi secchi  da 250 grammi con il marchio Manuzzi di Cesena e importati dalla Turchia è risultato contaminato da un’eccessiva presenza di aflatossine  tipo B e G. L’azienda precisa che il prodotto viene confezionato direttamente in Turchia e l’importazione avviene sulla base del certificato di analisi emesso …

Continua »