Home / Luca Foltran (pagina 3)

Luca Foltran

Luca Foltran
esperto sicurezza dei materiali

Pentole e padelle, come sceglierle e come utilizzarle. Qual è il materiale più adatto per una cucina gustosa e sicura?

Che il cibo non si attacchi, che la cottura sia uniforme, che il materiale sia sicuro: sono queste le 3 regole della padella perfetta. Ma nei negozi l’offerta è molto ampia e non è facile capire immediatamente cosa acquistare. Di seguito proponiamo un’analisi delle pentole che più comunemente si trovano sugli scaffali dei negozi, i materiali coinvolti, i loro pregi ed i …

Continua »

Bisfenolo: singolare iniziativa dell’organizzazione olandese Wemos. Le analisi dei parlamentari trovano BPA e ftalati

80377259

Wemos, organizzazione olandese per la difesa dei consumatori, in collaborazione con IVM, istituto interdisciplinare di ricerca dell’università di Amsterdam, ha analizzato la quantità di bisfenolo A (BPA) e ftalati – sostanze chimiche presenti in molte plastiche, che interferiscono con l’equilibrio ormonale – nelle urine di quattro parlamentari olandesi: Anne-Marie Mineur (SP), Shura Dikkers (PvdA), Liesbeth van Tongeren (GroenLinks) e Marianne …

Continua »

L’Italia detiene il record europeo per il consumo di acqua minerale: costi esorbitanti e inquinamento. Si ricicla solo il 25% degli imballaggi in plastica

Siamo in prossimità della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR), che  si pone l’obiettivo di sensibilizzare la gente sulla sostenibilità, la corretta gestione dei rifiuti, il riutilizzo dei prodotti, le strategie di riciclaggio dei materiali. In questa occasione è emerso un primato italiano che non è il caso di vantare: siamo il paese europeo che detiene il record …

Continua »

Bisfenolo A, il Parlamento Ue chiede di vietare l’interferente endocrino nei materiali a contatto con gli alimenti. Molti paesi prendono provvedimenti. E l’Italia?

piatti bicchieri posate plastica

Il bisfenolo A (BPA) è una sostanza chimica classificata tra gli interferenti endocrini in grado di alterare l’equilibrio ormonale dell’organismo. L’esposizione al BPA può influenzare negativamente lo sviluppo, la crescita, la riproduzione e il comportamento, sia nell’uomo che nelle specie animali. In pratica gli interferenti endocrini possono “accendere”, “spegnere” o modificare i normali segnali inviati dagli ormoni con effetti preoccupanti, …

Continua »

Bisfenolo A: una petizione per segnalare la presenza in etichetta del pericoloso interferente endocrino. Lo fa già mezza Europa

baby food omogeneizzato frutta ciotola plastica

Il bisfenolo A o BPA è un interferente endocrino in grado di alterare l’equilibrio ormonale e il metabolismo, utilizzato nei rivestimenti interni delle lattine di bibite e dei cibi in scatola. Questa sostanza può migrare in piccole quantità nel cibo, soprattutto quando si creano alcune condizioni (conservazione prolungata, alte temperature, alimenti con elevata presenza di grassi), mettendo a rischio la …

Continua »

Sacchetti dell’ortofrutta: in arrivo quelli in materiale biodegradabile e compostabile. In Italia i virtuosi sono Unicoop Firenze, Eataly e NaturaSì

Tra poco più di un anno i guanti e sacchetti che si usano nei supermercati per l’ortofrutta dovranno essere biodegradabili e compostabili. Lo ha stabilito il  Consiglio dei ministri con un decreto legislativo finalizzato alla riduzione di borse di plastica in materiale leggero, in attuazione della direttiva (UE)*. Il comunicato stampa diffuso al termine della riunione recita: “considerato l’elevato livello …

Continua »

Pellicole per alimenti: polemica con UnionPlast. Nessun dito puntato contro il PVC, ma questa plastica è da evitare lo dice anche il Ministero dell’ambiente

Pellicole per alimenti, PVC, PE: a seguito di un articolo apparso l’otto settembre scorso su Il Fatto Alimentare, a firma di Luca Foltran, UNIONPLAST Federazione Gomma Plastica ha scritto alla redazione (l’intera lettera si trova qui) per chiarire alcuni punti critici. Luca Foltran – esperto di sicurezza dei materiali – ha risposto punto per punto. L’articolo pubblicato da Il Fatto …

Continua »

Vietati piatti di plastica, bicchieri e utensili. La Francia è il primo paese al mondo ad approvare (con fatica) una legge che entrerà in vigore nel 2020

In Francia dal 1 gennaio 2020 potranno essere messe in commercio solo stoviglie monouso idonee al compostaggio domestico (secondo la norma francese NF T51-800 o equivalente) e contenenti almeno il 50% di materiali bio-based (proveniente da fonti rinnovabili), quota che salirà al 60% a partire dal 1 gennaio 2025. La misura che ha visto la luce con il decreto attuativo datato …

Continua »

Stoviglie e materiali a contatto con gli alimenti. Preoccupazione da parte del Parlamento Eu: a rischio i consumatori e l’intera economia del settore

La relazione del Parlamento Europeo sul regolamento riguardante i materiali e gli oggetti (stoviglie, utensili) destinati al contatto con prodotti alimentari lascia poco spazio a interpretazioni. Nel settore vi sono evidenti mancanze che stanno mettendo a rischio non solo la circolazione dei beni e quindi l’intera economia del settore a livello comunitario, ma anche i consumatori e questo è l’aspetto più …

Continua »

Nuovo regolamento per il materiale da imballaggio a contatto con gli alimenti (MOCA). Aumenta la sicurezza e la tracciabilità

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e del Ministro della giustizia Andrea Orlando ha approvato un decreto legislativo sulla disciplina sanzionatoria per la violazione di disposizioni riguardante i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari (MOCA). Il decreto, in linea con la attuali disposizioni europee, introduce misure indispensabili …

Continua »

Pellicola per alimenti: i risultati non sono sempre in linea con le aspettative. Altroconsumo mette alla prova le marche più diffuse

peperoni vaschetta pellicola per alimenti

Altroconsumo ha confrontato e valutato diverse marche di pellicola per alimenti, un prodotto ormai presente in quasi tutte le cucine degli italiani per la praticità e la facilità di impiego. In commercio esistono pellicole realizzate in vari materiali, il più diffuso è il PVC che è molto performante anche se non adatto a ogni utilizzo per la presenza di plastificanti come  gli …

Continua »

Mense scolastiche, situazione critica: una su quattro non supera i controlli dei NAS. L’indagine voluta dai genitori dei bambini

vassoio mensa scolastica School lunch tray

Sono stati effettuati 2.678 controlli, durante l’indagine dei Nas in migliaia di mense scolastiche, partita su segnalazione dei genitori. Su tutto il territorio nazionale, sono state rilevate 670 non conformità ed è stata disposta la sospensione dell’attività/sequestro di ben 37 strutture per riscontrate carenze igienico sanitarie e strutturali (1 al Nord Italia, 19 al Centro e 17 al Sud). Oltre …

Continua »

Sacchetti biodegradabili: oltre l’80% contiene ancora polietilene. La denuncia di Legambiente che chiama i cittadini all’azione

sacchetti plastica inquinamento

Nell’ambito della campagna #unsaccogiusto ideata da Legambiente e dalla rivista La Nuova Ecologia per contrastare la diffusione di bioshopper non conformi alla legge, sono stati prelevati e sottoposti ad analisi presso il CNR di Catania 26 campioni di sacchetti etichettati come biodegradabili e compostabili, provenienti da tutta Italia. In 22 campioni è stato trovato polietilene, la cui presenza è consentita …

Continua »

In arrivo il vuoto a rendere per le bottiglie di plastica: riportando le confezioni al supermercato uno sconto immediato alla cassa

Riconsegnare al fornitore un contenitore vuoto e ricevere, in cambio, una piccola somma di denaro: ecco il significato di “vuoto a rendere”, una pratica che fino a non molti anni fa permetteva di limitare la produzione di grandi quantità di imballaggi. Questa buona abitudine è tuttora diffusa in molti Paesi dell’Unione europea, dove i cittadini possono restituire gli imballaggi nelle apposite …

Continua »

Gusci d’uovo per fare bioplastica: un materiale più flessibile e resistente. La mistura alla quale si aggiunge l’uovo prevede comunque l’utilizzo di un polimero del petrolio

Bioplastiche più resistenti e flessibili grazie ai gusci d’uovo: questa la scoperta di un team di ricercatori della Tuskegee University (Alabama) presentata al recente meeting annuale dell’American Chemical Society. Per migliorare la composizione, il team ha creato nanoparticelle composte da gusci d’uovo. Piccoli frammenti di guscio vengono lavati, macinati assieme al glicole di polipropilene e quindi esposti a un processo …

Continua »