Home / Giulia Crepaldi (pagina 3)

Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Sigma toglie il foie gras dagli scaffali dei 200 punti vendita. Si aggiunge a Coop, Conad, Esselunga e tante altre catene di supermercati

foie gras

Il gruppo Realco Sigma, con i suoi 200 punti vendita, dice addio al foie gras e si aggiunge alla lunga lista di catene di supermercati e discount che non venderanno più il fegato grasso di anatra e oca: Bennet, Conad, Coop, Crai, Eataly, Esselunga, Lidl, MD/LD Market, Pam Panorama e il Gruppo Selex. La decisione è frutto della campagna Stop Fois …

Continua »

Conserve fatte in casa: dalle marmellate alle verdure sottolio, tutti i consigli dell’ISS per scongiurare il rischio botulino

conserve sottolio sottaceto

Già prima dell’invasione dei programmi di cucina, dei cooking show e dei celebrity chef, le persone che si cimentavano nella preparazione di conserve fatte in casa, dalle marmellate al pesce sotto sale, crescevano di anno in anno. Quando ci si dedica a queste preparazioni, però, non si può sottovalutare il rischio che nei vasetti possano proliferare muffe e batteri, come ha dimostrato …

Continua »

Possibili corpi estranei: richiamato formaggio Dolomiti aromatizzato alle erbe del Caseificio Sociale Comprensoriale di Primiero

formaggio dolomiti erbe caseificio primiero

Il Ministero della salute ha diffuso il richiamo di un lotto di formaggio Dolomiti aromatizzato alle erbe del Caseificio Sociale Comprensiorale di Primiero per la possibile presenza di corpi estranei. Il prodotto interessato dal provvedimento è venduto sfuso a peso con il numero di lotto 18164. Il formaggio alle erbe richiamato è stato prodotto dal Caseificio Sociale Comprensiorale di Primiero nello …

Continua »

La bufala dell’Oms schierata contro Parmigiano e prosciutti Dop si diffonde sui media: ma non è vero nulla

parmigiano formaggio

“Olio e Grana come il fumo”, l’Organizzazione mondiale della sanità avrebbe lanciato una campagna contro i prodotti tipici di eccellenza dell’agroalimentare italiano, colpevoli di essere troppo ricchi di sale e grassi, e quindi da evitare. Questo è quanto riportato in un articolo de Il Sole 24 Ore, che descrive anche alcune misure per disincentivarne l’assunzione, come una tassa ad hoc ed etichette …

Continua »

Listeria, 107 Paesi coinvolti dal richiamo delle verdure surgelate Greenyard. In Australia un caso fatale forse collegato all’epidemia europea

Frozen Mixed Vegetables

Sono 107 i Paesi in cui sono state distribuite le verdure surgelate potenzialmente contaminate da Listeria monocytogenes, il batterio responsabile di un focolaio che ha colpito cinque Paesi europei (Austria, Danimarca, Finlandia, Svezia e Regno Unito), ricondotto allo stabilimento di Baja (Ungheria) dell’azienda belga Greenyard. In tre anni sono state colpite 47 persone, di cui 9 decedute, ma non si esclude la …

Continua »

Pesce fresco o decongelato? Allo studio un metodo per scovare le frodi. La ricerca dell’Università di Milano con Eurofishmarket ed Esselunga

pesce stock

Non di rado, purtroppo, capita di trovare sul mercato pesce decongelato spacciato per il prodotto fresco. Un comportamento che non solo è scorretto, ma costituisce una vera e propria frode nei confronti del consumatore. E non c’è un modo immediato, né una metodica ufficiale per accertarsi se il pesce che ci ritroviamo nel piatto sia veramente fresco oppure decongelato. Ma …

Continua »

Sicurezza alimentare in estate: come evitare infezioni alimentari e intossicazioni quando arriva il caldo? Una pratica guida del CeIRSA

young fashion summer girl

Con l’arrivo dell’estate e del caldo cresce il rischio di infezioni e intossicazioni alimentari dovute alla cattiva conservazione dei cibi, in cui finiscono per svilupparsi batteri dannosi per la nostra salute, o alla mancanza di precauzioni igieniche durante la preparazione, che favorisce la contaminazione crociata tra alimenti da cuocere e quelli da consumare crudi. A spiegare quali accorgimenti adottare per evitare …

Continua »

Benessere animale, l’Italia dice stop al taglio della coda dei suini. Un piano del Ministero della salute per fermare una pratica ancora troppo diffusa

pig at factory

L’Italia fa i primi passi per cercare di risolvere il problema del taglio della coda dei maiali, che avviene in maniera sistematica nella quasi totalità degli allevamenti intensivi di suini del nostro Paese. Dopo l’audit della Commissione europea del novembre 2017, che ha provocata la minaccia di una nuova procedura di infrazione per l’Italia (per il mancato rispetto della Direttiva …

Continua »

Epidemia di listeriosi in cinque paesi europei collegata a mais e ortaggi surgelati prodotti in Ungheria. 47 persone colpite dal 2015, 9 morti

Mixed Vegetables Isolated on a White Marble Background

Un focolaio di listeriosi che dal 2015 sta interessando cinque paesi europei sembra essere stato causato da ortaggi surgelati prodotti in un impianto di trasformazione in Ungheria. Finora sono stati individuati 47 casi di infezione da Listeria monocytogenes riconducibili alla stessa fonte, di cui 9 fatali, distribuiti tra Austria, Danimarca, Finlandia, Svezia e Regno Unito. Lo rivela un rapporto dell’Ecdc diffuso dall’Autorità …

Continua »

Acquacoltura biologica: il pesce bio italiano non decolla. Un progetto del Crea vuole ribaltare la situazione

pesce trota

I cibi sani, di qualità e provenienti da allevamenti che rispettano l’ambiente e il benessere degli animali sono sempre più amati dagli italiani. Ma se la carne di polli allevati con il metodo bio è in continua crescita, le vendite di pesce e molluschi stentano a decollare, tanto che si fatica a trovarli nei banchi dei supermercati. L’acquacoltura biologica è …

Continua »

Mense biologiche, continua il trend positivo e arrivano gli incentivi. Quasi il 70% delle scuole coinvolte è al Nord. Il focus di BioBank

mensa ristorazione

Continua a crescere il biologico anche nelle mense scolastiche e nella ristorazione collettiva. Lo conferma l’annuale censimento di BioBank, che ha dedicato un dossier proprio a questo argomento. Nonostante l’aumento nell’ultimo anno sia modesto (appena l’1,8% in più per quanto riguarda il numero di refettori che servono pasti bio), c’è da aspettarsi una loro ulteriore avanzata con l’entrata in vigore …

Continua »

Cannucce di pasta per dire addio alla plastica: l’iniziativa di due locali inglesi. McDonald’s annuncia il passaggio alla carta in UK

cannuccia pasta cocktail

Mentre cresce la consapevolezza dei danni ambientali causati dai rifiuti plastici, si moltiplicano gli sforzi per dire addio agli oggetti di plastica usa e getta. L’ultima iniziativa arriva dall’Inghilterra, dove due ristoranti, il Brace and Browns di Bristol e il Coco de Mama di Londra, hanno deciso di abbandonare le cannucce monouso in plastica, per sostituirle con quelle fatte di …

Continua »

Antitrust sanziona tre siti di e-commerce specializzati in integratori per sportivi per vendita di prodotti non autorizzati. Oltre 300 mila euro di multa

Nutritional supplements in capsules and tablets.

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) ha multato per un totale di 330 mila euro i siti www.myprotein.it, www.musclenutrition.com e www.prozis.com per pratica commerciale scorretta. I tre portali distribuivano online integratori alimentari non autorizzati dal Ministero della salute, lasciando intendere ai consumatori che la commercializzazione fosse legale nel nostro Paese. I tre siti di e-commerce colpiti dai provvedimenti dell’Antitrust sono specializzati …

Continua »

La lotta allo spreco alimentare nelle mense di scuole, ospedali e aziende. Le linee guida del Ministero della salute Dgisan

vassoio mensa scolastica School lunch tray

Lo spreco alimentare è un problema con importanti risvolti sociali e ambientali, per questo va affrontato lungo l’intero “ciclo di vita” del cibo, dai campi alla tavola. Il problema interessa soprattutto le mense (comprese quelle scolastiche e ospedaliere), che secondo alcune stime sarebbero responsabili del 14% di tutto il cibo sprecato nell’Unione europea. Per questo motivo la Direzione generale per …

Continua »

Nanoparticelle di argento al posto degli antibiotici negli allevamenti di polli: quali sono i rischi per i consumatori? Lo studio dell’IZSVe

pollo crudo tagliere macellaio

L’abuso di antibiotici negli allevamenti intensivi e i sempre più frequenti allarmi sull’antibiotico-resistenza hanno spinto i ricercatori di tutto il mondo a cercare soluzioni alternative. Tra i metodi proposti per sostituire i farmaci antibatterici negli allevamenti intensivi figurano anche le nanoparticelle di argento, di cui però mancano ancora gli studi di sicurezza. Per questo motivo, l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie …

Continua »