Home / Pubblicità & Bufale (pagina 5)

Pubblicità & Bufale

Pubblicità in rete: nuove regole per blogger e influencer contro i messaggi promozionali nascosti e furberie del marketing. Nasce la Digital Chart

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha pubblicato nel mese di giugno 2016 la “Digital Chart”, un documento che stabilisce le regole che blogger,  persone che pubblicano filmati su YouTube e altri soggetti più o meno famosi sui loro siti e profili social in merito sui messaggi pubblicitari. Con questa mossa lo Iap ha definito un codice di comportamento nel mondo del web, che …

Continua »

Con le Olimpiadi si promuovono gli sport drink attraverso i bambini. Gli spot di Coca-Cola e PepsiCo

Quattro anni fa, in occasione delle Olimpiadi di Londra, la prestigiosa rivista medica British Medical Journal BMJ dedicò alcuni articoli agli sport drink, ricordando che l’evoluzione umana ha portato il nostro corpo a sapersi autoregolare attraverso la sensazione della sete e che non c’è necessità di regolare l’equilibrio dei liquidi momento per momento. Tuttavia, negli ultimi quarant’anni le strategie di marketing …

Continua »

Barilla cambia idea: adesso anche la pubblicità dei biscotti Mulino Bianco ha il bollino “senza olio di palma”. Ecologia o marketing?

Barilla, dopo avere contribuito come socio Aidepi alla più costosa campagna pubblicitaria nel settore alimentare del dopoguerra (costo complessivo 10 milioni di euro) per promuovere un  grasso tropicale (!),  volta le spalle ai compagni di cordata riuniti intorno al sito “olio di palma sostebile”. Dopo avere annunciato il mese scorso di avere in assortimento 32 prodotti già privi di olio …

Continua »
donna acqua

Depuratori Apure: la pubblicità è ingannevole. Multa dell’Antitrust da 10 mila euro: l’acqua depurata non previene nessuna malattia

La pubblicità dei depuratori d’acqua ad uso domestico Apure è stata sanzionata dall’Antitrust perché ritenuta ingannevole e alla società Siro Srl, rivenditore italiano del prodotto, è stata comminata una multa da 10 mila euro. L’indagine dell’Agcm è partita in seguito alla segnalazione di un consumatore, che ha ritenuto sospette alcune caratteristiche del prodotto descritte sul sito internet www.dream-water.it. Nel sito …

Continua »

15.000 euro di multa per pubblicità ingannevole a Emmedent: l’acqua alcalina ottenuta da ionizzatori non previene i tumori

L’autorità garante della concorrenza e del mercato il 6 luglio ha sanzionato Emmedent Forniture di Mittica Domenico per pubblicità ingannevole, con una multa di 15.000 euro. Sul sito internet l’acqua alcalina veniva presentata come in grado di prevenire cancro e malattie degenerative. La pubblicità di Emmedent (società operante nel commercio di apparecchi per il trattamento delle acque e della vendita …

Continua »

Il Mulino Bianco di Barilla può macinare solo olive e non grano. Distrazione o faciloneria del marketing?

Da quattro anni diciamo a Barilla che il mulino ad acqua dove Antonio Banderas gira gli spot è fasullo. Si tratta di un falso storico, di una rappresentazione scenografica totalmente errata che lo staff aziendale del marketing non vuole modificare. Basta sfogliare un qualsiasi libro, o visitare uno dei tanti musei della civiltà contadina per rendersi conto che la macina …

Continua »

Easintol: censurata la pubblicità dell’integratore alimentare. Per il Giurì è ingannevole

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha censurato la pubblicità dell’integratore alimentare Easintol. Attraverso la pronuncia del Giurì 34/2016, l’istituto ha disposto l’immediata cessazione del messaggio. Secondo lo IAP  la frase presente nel  testo pubblicato a mezzo stampa “Mai più cibi vietati” risulta ingannevole. Easintol, prodotto da Mival, è un integratore alimentare a base di lattasi, con inositolo, beta glucani e altri …

Continua »

Vibracell, censurata la pubblicità dell’integratore multivitaminico. Per lo Iap il messaggio è ingannevole e senza fondamento scientifico

Il Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria (Iap) ha censurato la pubblicità di Vibracell comparsa sul settimanale Oggi. I membri del comitato hanno ritenuto ingannevole il messaggio perché l’azienda non è riuscita a dimostrare le proprietà  del prodotto presentato come un integratore alimentare multivitaminico a base di concentrato di frutti. Secondo il produttore, l’assunzione di Vibracell sarebbe in grado …

Continua »

La pubblicità dei prodotti alimentari rivolta ai bambini aumenta il consumo di junk food. Ma se si usa per promuovere cibi sani si favoriscono abitudini più salutari

La pubblicità di alimenti rivolta ai bambini funziona. E non è necessariamente una cattiva notizia: tutto dipende dall’oggetto promosso. Se infatti si spingono i più piccoli a consumare junk food, il risultato non potrà che essere un continuo aumento dei livelli di sovrappeso e obesità infantili, ma se le stesse tecniche di marketing vengono applicate agli alimenti più sani, i …

Continua »

Multa di 50 mila euro per il “vino libero” di Eataly, accusata di pubblicità scorretta. Le bottiglie contengono solfiti

Il “vino libero” a quanto pare non è poi così libero e Eataly deve pagare una multa da 50 mila euro per la pubblicità apparsa qualche mese fa sui più importanti quotidiani.   La decisione è stata presa dall’Antitrust che ha ritenuto scorretto lo slogan scelto per vendere il vino firmato dalla catena Eataly, con l’intento di offrire al consumatore …

Continua »

Dopo Bertolli, Sasso, Carapelli e Lidl anche l’olio extravergine Coricelli multato dall’Antitrust per etichette ingannevoli

Dopo la condanna di Bertolli, Carapelli, Sasso (leggi l’articolo qui )e della catena di supermercati Lidl per avere venduto bottiglie di extra vergine che in realtà contenevano olio vergine di oliva, l’Antitrust ha aggiunto alla lista l’olio Coricelli censurato per gli stessi motivi. Questa volta la multa però è stata soltanto di 100 mila euro.  Si tratta della seconda  terza …

Continua »

La campagna del Mipaf a favore del latte è stata modificata. Secondo lo IAP non è “indispensabile”

La campagna del Ministero delle politiche agricole a favore del consumo del latte è scorretta  perché non si tratta di un alimento “indispensabile” come veniva detto nel messaggio. La decisione è stata presa dall’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) che ha censurato il messaggio facendo modificare le pagine del sito www.oradellatte.it promosso dal Ministero delle politiche agricole e forestali.  La Lega …

Continua »

Cibo spazzatura: le aziende lo promuovono attraverso Facebook. Una ricerca dell’Irish Heart Foundation

Le tecniche di marketing digitale utilizzate dai grandi marchi alimentari per attrarre bambini e adolescenti sono sempre più sofisticate e si sono spostate su Facebook. I genitori non ne sono a conoscenza e non sanno a quali metodi di convincimento  sono esposti i loro figli quando sono collegati ai loro siti preferiti. Una ricerca condotta dall’Irish Heart Foundation, inviata al …

Continua »

Gatorade: i nuovi spot con Serena Williams e Usain Bolt. Abbiamo davvero bisogno degli zuccheri in uno sport drink ?

Aggiornamento del 24 giugno 2016 Gatorade dopo la nostra segnalazione, ha deciso di modificare il testo dello spot eliminando la parola “tutto” nella frase  “tutto quello di cui hai bisogno per continuare a sudare”. Pur apprezzando la decisione di Gatorade, va ribadito che  lo sportivo amatoriale non necessariamente ha bisogno di uno sport drink con zuccheri aggiunti. Nella maggior parte …

Continua »

Lidl condannata per falso extra vergine di oliva deve pagare 550 mila euro. In arrivo altre condanne eccellenti?

L’Antitrust ha condannato la catena di supermercati Lidl a pagare una multa di 550 mila euro, per avere venduto olio extra vergine con il marchio Primadonna che, secondo l’autorità, conteneva olio vergine di oliva. Si tratta di una sentenza che farà molto discutere sia perché l’importo della multa è elevato, sia perché secondo gli addetti ai lavori nei prossimi giorni …

Continua »