Home / Pubblicità & Bufale (pagina 10)

Pubblicità & Bufale

Tar conferma la multa per Alfonso Signorini direttore di “Chi” per pubblicità occulta a latte in polvere e biberon. Belen Rodriguez protagonista

Il Tar del Lazio ha confermato la condanna a pagare complessivamente una multa di 190 mila euro ne confronti del direttore di Chi  Alfonso Signorini  (editore Mondadori) per avere fatto pubblicità occulta a favore di Philips Avent (produttrice di biberon) e  di Unifarm  (produttrice di latte in polvere). Il fatto si riferisce ad un lungo articolo che aveva come protagonista …

Continua »

McDonald’s regala la frutta e usa atleti famosi per convincere: così si ripulisce “la coscienza” per la vendita quotidiana di cibo spazzatura

La frutta fa bene: non lo dicono solo i nutrizionisti, ma lo sostiene anche McDonald’s. L’ultima pubblicità firmata dalla famosa catena non parla infatti di hamburger e patatine, ma di mele. Sì avete capito bene: la multinazionale del fast food, che molti un po’  impropriamente definiscono “spazzatura”, porta avanti una campagna invitando i giovani a mangiare la frutta. Per essere più …

Continua »

YouTube Kids di Google è sotto accusa negli Usa per pubblicità occulta: si cerca di trarre vantaggio dalla vulnerabilità dei bambini

Diverse associazioni di consumatori e di tutela dei bambini statunitensi hanno presentato un esposto alla Federale Trade Commission, chiedendo l’apertura di un’inchiesta per pratiche sleali e ingannevoli nei confronti di Google, in relazione alla sua nuova applicazione telefonica YouTube Kids, lanciata lo scorso 23 febbraio. Le associazioni denunciano l’elevato utilizzo di pubblicità non dichiarata, attraverso l’inserimento di prodotti a fini …

Continua »

Ecco il divertente spot di Napoli in risposta alle campagne di McDonald’s, “Pizza a portafoglio n’euro, n’euro e cinquanta!”

Napoli ha risposto con ironia allo spot di McDonald’s che attribuiva al bambino la voglia di Happy Meal al posto di una pizza.  Il filmato di 42 secondi  si trova su Facebook ed è stato prodotto dal blogger di Le avventure culinarie di Puok e Med. Guardatelo.   Antonio Pratesi, medico nutrizionista che collabora con il nostro sito ha confrontato in …

Continua »

Fast food: tutti i segreti del marketing alimentare per incantare i bambini. McDonald’s punta sui più piccoli e in questo modo favorisce obesità e problemi di salute

Nel 2004 il 33enne Morgan Spurlock, con il progetto “Super size me“, sperimentò su di sé l’effetto di una dieta esclusiva in fast food. Dopo avere consumato per 30 giorni colazione, pranzo e cena nei locali della catena McDonald’s il suo peso aumentò di 11 kg con diversi disturbi fisici. Si tratta di un caso atipico che non fa testo dal …

Continua »

Animalisti contro macellai, ricorso all’Antitrust per pubblicità ingannevole e fuorviante. Sotto accusa la campagna di Federcarni con milioni di sacchetti offerti ai clienti

“Sì alla carne, piacere senza rischi”, è lo slogan della campagna lanciata da Federcarni (la federazione nazionale dei macellai) proposto su milioni di borse di plastica. L’iniziativa ha irritato il Partito animalista europeo che ha presentato un esposto per pubblicità ingannevole e fuorviante all’Antitrust e all’Agcom. Secondo Maurizio Arosio, presidente di Federcarni, “la carne sta subendo da tempo attacchi, che sono …

Continua »

Pizza o Happy Meal? La nuova pubblicità di McDonald’s scredita la pizza in favore del fast food. Un pasto da evitare dicono i nutrizionisti

La polemica sulla pubblicità di McDonald’s che invita a preferire un Happy Meal alla pizza continua. Nelle scorse ore Il Fatto Alimentare ha richiesto la censura dello spot all’Agcom e all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (vedi articolo) e la storia è finita sulle prime pagine di molte testate. La scena si svolge in una pizzeria cupa. Al tavolo siedono padre, madre …

Continua »

Lo spot di McDonald’s contro le pizzerie è scorretto. Il Fatto Alimentare chiede immediata censura a Giurì e Antitrust

Il bambino in pizzeria che nello spot di McDonald’s chiede un Happy Meal è scorretto perché discredita la categoria dei pizzaioli, induce in errore sulle corrette abitudini alimentari dei bambini, abusa dei naturali sentimenti dei genitori verso i figli, e gioca sulla naturale credulità e mancanza di esperienza dei piccoli in materia alimentare. Per questi motivi Il Fatto Alimentare ha …

Continua »

Il marketing geniale: colazione da McDonald’s in pigiama e il primo assaggio di Nutella da parte di un gruppo di americani

Una mossa di marketing perfetta: dal 24 marzo scorso un manipolo di circa 20 mila persone sta sfruttando la sua colazione gratis per 24 giorni. Questo perché martedì scorso queste persone hanno avuto la faccia tosta di presentarsi da McDonald’s in pigiama dalle 7.30 alle 10.30. Le foto dei partecipanti – rigorosamente in tenuta da notte – hanno fatto capolino …

Continua »

Tasse e restrizioni alle pubblicità del cibo spazzatura per combattere l’obesità infantile. La proposta dell’Oms

Un rapporto provvisorio dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), aperto ai commenti delle parti interessate, indica le azioni necessarie per combattere e prevenire l’obesità giovanile. Il documento parte dalla constatazione che, tra il 1980 e il 2013, la percentuale di persone obese è cresciuta del 27,5% tra gli adulti e del 47,1% tra bambini e adolescenti fino ai 19 anni. Il …

Continua »

La vera storia della mela e della cera, intervista a Martin Siller e Alessandro Pulga. Stop alle bufale in rete sui prodotti biologici

Il video della mela biologica che contiene all’esterno uno strato di cera (guarda video) gira da mesi in rete. Si tratta di una bufala che però continua a macinare migliaia di visualizzazioni. Nel filmato il “presentatore” gratta dalla superficie di una mela biologica Esselunga una sostanza biancastra che a prima vista sembra cera. Dopo averne raccolta un po’ decide di …

Continua »

Gin-Pent integratore alimentare: la pubblicità è ingannevole. Censura dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria

Il Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria il 17 febbraio 2015 ha censurato il messaggio dell’integratore alimentare Gin-Pent di Ambrogio Vivai S.r.l. Il testo della pubblicità esordisce con una frase a caratteri cubitali dove si dice:  «Ha scoperto l’albero della vita il Gin Pent». Sotto questa frase ci sono slogan che illustrano i molteplici ma anche improbabili benefici registrati in …

Continua »
cracco cracco patatine san carlo

Patatine fritte: multa di un milione dell’Antitrust per pubblicità ingannevole. Non sono “fatte a mano”. Sanzione anche per la Rustica promossa da Carlo Cracco

Dopo diverse denunce di privati e dell’Unione nazionale consumatori, l’Antitrust ha sanzionato  con oltre un milione di euro le patatine fritte: San Carlo, Amica chips, Pata e Ica Foods  per pubblicità ingannevole. Come ilfattoalimentare ha più volte segnalato in diversi articoli, queste aziende utilizzano diciture e immagini suggestive per attribuire alle patatine “vanti di artigianalità”, nonostante la loro natura industriale. Sulle confezioni …

Continua »

Mele cerate: il video in rete è una bufala. I frutti sia quelli biologici che convenzionali possono produrre cera, si tratta di sostanze naturali. La prova di laboratorio e il parere degli agronomi

Da alcuni mesi circola in rete un video a dir poco allarmante sulle mele biologiche (guarda video). Nel filmato il “presentatore” gratta via da una mela bio di Esselunga una sostanza biancastra che a prima vista sembra cera. Dopo averne raccolta un po’ decide di bruciarla, facendo vedere che prende fuoco, sottolineando che emana un odore “strano”, come di paraffina. …

Continua »

Volantini pubblicitari: se ne stampano 6 miliardi l’anno. Ogni famiglia ne dovrebbe ricevere quasi 300. Una parte però viene cestinata

La cassetta della posta degli italiani straripa di volantini pubblicitari inviati da catene di supermercati, ipermercati e centri commerciali che propongono offerte speciali, sconti,  informano su nuove aperture, presentano fiere, sagre e corsi… Per molti nuclei familiari è quasi l’unica corrispondenza presente nella casella. Diciamo pure che si sfogliano e si leggono molti più volantini (alcuni li chiamano volantoni avendo …

Continua »