Home / OGM (pagina 5)

OGM

USA: il mondo segreto del cibo con OGM comprende migliaia di prodotti e additivi. Tutti i consigli per evitarli

I consumatori americani sono più esposti degli europei  agli alimenti derivanti da organismi geneticamente modificati (OGM), perché in Nordamerica l’impiego di queste piante è permesso e non bisogna segnalarne l’impiego in etichetta. Le associazioni ambientaliste non hanno mai gradito questa scelta. Per questo motivo pochi giorni una dei più importanti raggruppamenti l’Environmental Working Group, ha pubblicato una guida sul proprio …

Continua »

Blocchi alle frontiere per derrate alimentari contaminate da Ogm non dichiarati

Un’inchiesta condotta dalla Fao evidenzia come negli ultimi anni siano aumentati i casi di mangimi e derrate alimentari bloccati alle frontiere in tutto il mondo, perché contenenti tracce di prodotti transgenici non dichiarati. Su 193 Paesi aderenti all’organizzazione dell’Onu su cibo e agricoltura, quelli che hanno risposto al questionario della Fao sono stati 75, tra cui l’Italia, e 37 di …

Continua »
mais-campo

Sicurezza alimentare: i deputati europei dicono no all’autorizzazione del nuovo mais geneticamente modificato

Il Parlamento europeo giovedì ha stabilito che il mais Pioneer 1507 geneticamente modificato non dovrebbe essere commercializzato per la coltivazione, perché il polline resistente agli insetti potrebbe danneggiare le farfalle e le falene. I deputati chiedono al Consiglio dei ministri dell’UE di respingere la proposta di autorizzazione e sollecitano la Commissione europea a non proporre o rinnovare le autorizzazioni di …

Continua »

Negli Stati Uniti, i produttori di alimenti Ogm chiedono di poterli etichettare come “naturali”

Negli Stati Uniti, mentre si discute se rendere obbligatorio l’indicazione sull’etichetta dei cibi la presenza di organismi geneticamente modificati (Ogm), la più grande associazione americana di produttori di alimenti e bevande va controcorrente e chiede di potere scrivere sulal confezione la parola  “naturale”.   In una lettera alla Food and Drug Administration (FDA), la Grocery Manufacturers Association, che riunisce le …

Continua »
mais piante ogm

Mais e cotone ogm: dopo 10 anni diversi insetti diventano resistenti e il vantaggio di usare semi geneticamente modificati si riduce

Dal 1996, anno delle prime autorizzazioni, a oggi, nel mondo circa 400 milioni di ettari sono stati coltivati con mais e cotone geneticamente modificato per produrre la tossina batterica del Bacillus thuringiensis (Bt). La tossina del Bt causa la morte di molti parassiti animali ed è innocua per l’ambiente e per l’uomo, come conferma la nebulizzazione della stessa avvenuta per …

Continua »
Transgenic vs non-transgenic siblings CREDIT AquaBounty

I supermercati americani dicono no al supersalmone geneticamente modificato che sta per invadere il mercato: anche i consumatori sono contrari

Negli ultimi dieci anni, c’è chi ha investito tempo e denaro per sviluppare un salmone geneticamente modificato, del tutto simile al salmone dell’Atlantico, ma capace di crescere il doppio. Il supersalmone si chiama AquAdvantage® Salmon ed è stato brevettato dai laboratori AquaBounty Technologies di Waltham in Massachusetts (Usa). Noi de Il Fatto Alimentare ne abbiamo gia parlato in un servizio …

Continua »

Seralini i topi e gli ogm: il verdetto definitivo dell`Efsa boccia senza appello lo studio francese

“Nello studio di Seralini et al. sugli ogm, gravi vizi di progettazione e metodologia comportano che esso non soddisfi standard scientifici accettabili e che non ci sia necessità di riesaminare le precedenti valutazioni sulla sicurezza del mais geneticamente modificato NK603.” Si apre così, con questa presa di posizione durissima, il comunicato dell’Efsa in merito al discusso studio pubblicato in ottobre …

Continua »

Ogm sulle etichette: in California i consumatori preferiscono non sapere. Il referendum è vinto dai sostenitori degli OGM

Gli Ogm vincono 53 a 47. In California, nonostante per molte settimane i sondaggi avessero dato per vincente la coalizione che voleva rendere obbligatoria l’indicazione in etichetta della presenza di ingredienti OGM, alla fine la Proposition 37 non è passata.   Il vento liberal che sembra aver percorso gli Stati Uniti e grazie al quale sono state approvate proposte quali …

Continua »

Ogm e glifosato: tra pochi giorni la prima valutazione dell`Efsa sullo studio di Séralini che ne ha denunciato la tossicità

La prossima settimana l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) darà un giudizio sul lavoro pubblicato da ricercatori dell’Università di Caen, in Francia, guidati da Gilles-Eric Séralini che sollevava preoccupazioni sulla potenziale tossicità di un erbicida contenente glifosato e mais geneticamente modificato NK603 resistente al glifosato prodotto dalla Monsanto.   Per valutare lo studio durato due anni è stato costituito …

Continua »

Ogm: referendum in California per l`obbligo di indicazione in etichetta

A novembre è previsto il referendum sugli Ogm nel più popoloso stato degli Usa, la California. Da questa consultazione si capirà in che direzione stanno andando i consumatori e, quindi, l’opinione pubblica americana e non solo. Con il consueto understatement anglosassone, il quesito è stato chiamato Proposition 37. Un nome anonimo che, però, sottende una questione cruciale, perché al suo …

Continua »

Ogm: negli Usa se passa la finanziaria 2013 si potrà continuare a coltivare mais e soia anche se ci sono dubbi sulla sicurezza. Un favore a Monsanto

Negli Usa la finanziaria del 2013 potrebbe portare una grossa novità sul fronte delle piante geneticamente modificate, come la soia resistente agli erbicidi o il mais resistente ad alcuni insetti. Per il momento la coltivazione in campo di ogni nuova varietà di Ogm deve essere approvata dall’Usda (Dipartimento di Stato dell’agricoltura) e non deve sottostare a regole particolari. Ottenuta  l’approvazione …

Continua »

OGM: referendum in California per segnalarli in etichetta

L’11 giugno 2012 è stata una giornata molto importante per il movimento americano “Just label it” che si pone l’obiettivo di rendere obbligatoria l’etichettatura dei prodotti alimentari contenenti OGM. Quel giorno il Segretario dello Stato della California ha annunciato che le 971.126 firme raccolte erano sufficienti per richiedere un referendum di iniziativa popolare da votare il prossimo novembre.   L’evento …

Continua »

Ogm in etichetta: la California fa un referendum. I consumatori americani vogliono essere informati, ma le aziende fanno resistenza

Una nuova guerra sta divampando negli Stati Uniti tra autorità sanitarie, lobby di consumatori, produttori bio e multinazionali dell’agroalimentare e della chimica. Secondo alcuni osservatori, il futuro dell’agricoltura americana – e quindi mondiale – dipende anche da questo dibattito. La battaglia in corso riguarda l’obbligo di indicare con apposite etichette la presenza di ingredienti provenienti da vegetali geneticamente modificati che …

Continua »

Cina: nuove regole sugli Ogm, per restare nel mercato globale. In Europa il dibattito è infuocato, ma le norme sono all`avanguardia

Dopo l’Europa e gli Stati Uniti, anche la Cina introduce una legislazione sull’autorizzazione delle colture di Ogm. Segno di una crescente attenzione dei cittadini, e quindi del regime, alle loro istanze, ma anche di una presa d’atto: il mercato globale non è disposto ad ammettere alimenti di genetica incerta.   Quando si tratti di Ogm e agricoltura, in Europa siamo …

Continua »

Moria delle api: uno studio americano conferma il ruolo nocivo dei pesticidi neonicotinoidi utilizzati anche con le coltivazioni Ogm

Un recente studio della Purdue University, dello stato dell’Indiana (USA), getta nuova luce sul ruolo dei pesticidi neonicotinoidi nella cosidetta moria delle api. Fino ad ora si aveva il sospetto che la Sindrome dello spopolamento degli alveari (SSA, in inglese CCD, ovvero Colony Collapse Disorder) fosse dovuto a differenti fattori, ambientali e non, la cui combinazione aveva determinato la classica …

Continua »