Home / Nutrizione (pagina 20)

Nutrizione

olio di palma

L’olio di palma nuoce all’agricoltura italiana. Mario A. Rosato propone su Agronotizie un’interessante analisi sull’invasione dell’olio tropicale

Riprendiamo un articolo pubblicato su Agronotizie, scritto da Mario A. Rosato, ingegnere ambientale e giornalista scientifico, che descrive le conseguenze correlate all’utilizzo eccessivo di olio di palma nell’ambito dell’agricoltura italiana, focalizzando l’attenzione sull’oleicoltura. L’analisi esamina le mezze verità raccontate dalle aziende produttrici di biscotti e prodotti da forno che aderiscono al RSPO e le operazioni di greenwashing. Ecco il pezzo …

Continua »
sovrappeso obeso italia dottore

Dietologo, dietista o nutrizionista: continua il dibattito con l’intervista ad Ersilia Troiano, presidente dell’ANDID

Continua il dibattito sulle figure legate al mondo della nutrizione. Dopo l’intervento di Antonio Caretto, presidente dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), e l’intervista a Pierluigi Pecoraro, biologo nutrizionista e consigliere dell’Ordine dei Biologi, abbiamo raccolto la testimonianza di Ersilia Troiano, Presidente dell’Associazione Nazionale Dietisti (ANDID). Da quanti anni esiste in Italia la figura sanitaria del dietista e quali sono …

Continua »

Alcol: oltre 8 milioni di italiani a rischio. Preoccupazione per i giovanissimi

Secondo un recente rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e dell’ISTAT, in Italia i forti bevitori di alcolici sono 720 mila. Si tratta di persone che definite “heavy drinkers“, perché consumano abitualmente una quantità di alcol dannosa per la salute. Secondo l’OMS per le donne è pericoloso consumare 40g di alcol al giorno, mentre per gli uomini la quota lievita a …

Continua »
sovrappeso obesita pancia

Mars anticipa le misure anti-obesità UK e invita a consumare occasionalmente alcuni suoi prodotti

La multinazionale del cibo Mars Food ha lanciato una campagna per aiutare i consumatori a fare scelte alimentari più salutari e consapevoli. Con l’iniziativa Health & Wellbeing Ambition, presentata con un comunicato sul sito internet, il colosso degli snack anticipa l’impegno del governo britannico a intervenire nella lotta all’obesità con politiche rigorose, volte a promuovere un’alimentazione più sana. Un esempio …

Continua »

Troppo olio di palma e troppi grassi saturi? Intervista al Crea An (ex Inran) “nessuna sottovalutazione del problema”!

In Italia da quasi due anni si discute di olio di palma, in questo periodo le istituzioni sanitarie si sono distinte per la pressoché totale assenza nel dibattito, anche se stiamo parlando dell’olio più consumato dagli italiani dopo quello di oliva. Recentemente l’Istituto Superiore di Sanità si è espresso con un documento molto critico nei confronti del grasso tropicale che …

Continua »

Aggiungere vitamine ai prodotti è una questione di marketing la salute non c’entra. Inchiesta di Foodwatch su oltre 600 prodotti

“Con aggiunta di vitamina A e C”, oppure “con calcio e vitamina D”, e ancora  “contiene probiotici, fibre e vitamine”. Quante volte abbiamo letto queste parole sulle confezioni dei prodotti esposti sugli scaffali del supermercato? Ma siamo sicuri che i prodotti  con queste diciture siano salutari solo perché contengono una manciata di vitamine? Una recente inchiesta pubblicata dall’associazione non-profit europea …

Continua »

L’alimentazione degli italiani ostaggio delle aziende? Replica all’intervista del Crea: il conflitto di interessi di Andrea Ghiselli. Intanto la ricerca langue

La notizia buona è che le Linee guida per una sana alimentazione secondo il commissario del Crea AN (ex Inran) saranno pubblicate nel 2016 con due anni di ritardo. La notizia inquietante è che il responsabile dei lavori Andrea Ghiselli, ben noto alle cronache per essere il principale “portavoce” dell’ex Inran, ma anche uno dei più gettonati consulenti dell’industria alimentare …

Continua »

Intervista a Salvatore Parlato, commissario Crea sui temi caldi: ritardi per le linee guida, criticità sul conflitto di interessi, mancanza di pareri su olio di palma, zucchero, energy drink…

Le vicende legate all’olio di palma e ad altri aspetti collegati alla sicurezza e ai comportamenti alimentari dovrebbero trovare risposte negli enti di ricerca e istituzionali che si occupano di nutrizione. Una delle poche realtà presenti in Italia è il Crea An (ex Cra Nut ed ex Inran). Il Fatto Alimentare ha intervistato il commissario straordinario del Crea, Salvatore Parlato …

Continua »

Dietista, nutrizionista o dietologo: prosegue il dibattito con l’intervista a Pierluigi Pecoraro, consigliere dell’Ordine dei biologi

Il dibattito sulle figure professionali che possono stabilire piani nutrizionali o diete per motivi di salute o per altre ragioni  non collegate a patologie, prosegue con un altro contributo. Dopo l’intervista ad Antonio Caretto, presidente dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), abbiamo chiesto un  parere a Pierluigi Pecoraro, biologo nutrizionista e consigliere dell’Ordine nazionale dei biologi. Ecco il …

Continua »
obesità

Obesità: è un’epidemia che preoccupa. Gli obiettivi proposti dall’Oms sono sempre più difficili da raggiungere

L’epidemia di obesità coinvolge il 13% della popolazione mondiale adulta: se non si interviene rapidamente, nel 2025 questo valore salirà al 18% tra gli uomini e al 21% tra le donne, con valori di obesità grave del 6% per gli uomini e del 9% per le donne. Sono i risultati di uno studio condotto da ricercatori dell’Imperial College di Londra, …

Continua »
frullato frutta merenda sana

Zucchero: succhi di frutta, frullati e bibite a base di frutta ne contengono troppo. I risultati di una ricerca inglese

Il livello di zucchero nelle bevande alla frutta è “inaccettabilmente alto”: è la conclusione di uno studio pubblicato dalla rivista BMJ Open e condotto da ricercatori delle Università di Liverpool e di Londra. Gli scienziati hanno analizzato 203 bibite alla frutta, succhi di frutta 100% e frullati, venduti nei sette principali supermercati del Regno Unito e commercializzati in modo specifico …

Continua »

Dieta: chi è il vero specialista? Medico, dietologo, dietista o biologo nutrizionista? Intervista esclusiva al presidente dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica

Il Fatto Alimentare ha pubblicato un articolo in cui si è cercato di individuare quali sono le figure professionali in grado di dare garanzie  nell’ambito dietetico. Abbiamo focalizzato l’attenzione sul medico, sul medico dietologo, sul dietista e sui biologi nutrizionisti. Si è acceso un ampio dibattito soprattutto sul ruolo di queste ultime due figure professionali. Per avere un quadro più …

Continua »
zucchero

Glucosio e benefici per la salute: il Tribunale Ue vieta le indicazioni in etichetta. Potrebbero indurre a un maggior consumo di zuccheri

Il Tribunale dell’Unione europea ha respinto il ricorso di una società tedesca, la Dextro Energy, che contestava la decisione della Commissione Ue di non autorizzare cinque diciture sulla salute relative al glucosio, sebbene avessero ricevuto il parere favorevole dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Nel 2011, la Dextro Energy, che fabbrica prodotti alimentari composti quasi interamente di questo zucchero, destinati …

Continua »

Tassa sulle bibite con troppo zucchero. L’imposta sarà applicata in Gran Bretagna alle aziende produttrici e non sul prezzo di vendita

Il Ministro delle finanze britannico, George Osborne, ha annunciato che dal 2018 entrerà in vigore una tassa sulle bibite con troppo zucchero. La tassa avrà due fasce: una per le bibite contenenti più di 5 grammi di zucchero per ogni 100 millilitri e l’altra per le bibite con più di 8 grammi di zucchero per ogni 100 millilitri. I succhi …

Continua »

Troppo sale in UK: nei prodotti confezionati le quantità sono alte. Le azioni intraprese senza l’aiuto di una legge non servono

Il governo inglese deve fare di più per ridurre il sale che è ancora troppo presente nella maggior parte dei prodotti confezionati. Le dichiarazioni intenti fatte negli ultimi anni dagli operatori del settore,  essendo iniziative volontarie affidate ai singoli produttori in risposta alle sollecitazioni delle autorità sanitarie e scientifiche,  hanno clamorosamente fallito. Nel 2007 dopo che la Food Standards Agency …

Continua »