Home / Lettere (pagina 3)

Lettere

uliveto rocchetta spot

Uliveto, Rocchetta e uno speciale formaggio francese. L’opinione di una lettrice: “quelli italiani non sono all’altezza?”

Una lettrice ci scrive una lettera per esprimere la sua opinione sul messaggio contenuto nei recenti spot televisivi del concorso a premi dei due noti marchi di acqua minerale Uliveto e Rocchetta. Da un po’ di tempo, nella pubblicità televisiva delle due acque Uliveto e Rocchetta, una gentile signora propone al marito una cena a base di prelibatezze: caviale, ostriche …

Continua »
cucinare pentole pasta

Le pentole in alluminio sono pericolose? L’esperto Luca Foltran risponde alla domanda di una lettrice

In seguito all’articolo “Vaschette e fogli di alluminio: attenti alle istruzioni. Fondamentale seguire le indicazioni riportate sulle confezioni. No a cibi acidi e salati”, una lettrice domanda: “Ma allora i pentoloni e tutti gli utensili di alluminio che dalle mie parti vengono venduti espressamente per preparare la conserva di pomodoro sono pericolosi?” Alla domanda della lettrice risponde Luca Foltran, esperto …

Continua »
Alga Gurme burger vegetali classici 2018

Burger vegetali: l’etichetta senza lo stabilimento di produzione è corretta? L’avvocato Dario Dongo risponde

Buongiorno, ho acquistato presso un punto vendita Ipercoop una confezione di Burger vegetali classici della marca “Alga Gurme”. Ho riscontrato che sulla confezione non è indicato da nessuna parte lo stabilimento di produzione.Sull’etichetta è riportata solo la dicitura “Prodotto in Italia – Distribuito da Bottega Vegetale SRL” (vedi foto sotto). È normale? In altri alimenti simili  ho sempre trovato entrambe …

Continua »

“L’ABC della merenda”, i dubbi di una lettrice sullo snack con Parmigiano e succo di frutta. La risposta dei nutrizionisti con le alternative fatte in casa

Una lettrice ci scrive: Buongiorno, mi chiamo Ilaria. Stavo guardando l’etichetta della nuova merenda firmata da Parmareggio Reggiano e Valfrutta: L’ABC della merenda  composta da una fettina di formaggio, un succo di frutta e alcuni grissini. Nella parte interna della confezione ci sono informazioni sul fabbisogno calorico per un ragazzo e la ripartizione “corretta” riferita a  proteine (15%), carboidrati (50%) e  …

Continua »
Master studio cibo

Etichette a semaforo: sviluppare un modello italiano per tutelare consumatori e Made in Italy. L’opinione di Enzo Spisni

Non tutti in Italia sposano la linea di Coldiretti sulle etichette a semaforo, condivisa tra l’altro da Federalimentsre e anche dai Ministeri della salute e delle politiche agricole. Dopo l’intervento di Stefania Ruggeri del Crea, secondo cui le istituzioni italiane dovrebbero considerare l’opportunità di sviluppare un sistema di etichettatura a semaforo  in grado di informare i consumatori tutelando le nostre …

Continua »

Alcol in gravidanza: un logo in etichetta segnala i rischi per le donne incinte. Regole diverse per ogni Paese: Roberto Pinton spiega come funzionano

Pubblichiamo di seguito il quesito di un lettore sulle indicazioni in etichetta per donne in gravidanza presente su alcuni alcolici . Nelle bevande alcoliche spesso si trova il logo barrato della donna gravida che beve. Questo logo è in qualche modo normato o obbligatorio? Per rispondere a questa Risponde Roberto Pinton, esperto di normativa in ambito agroalimentare, in particolare nell’ambito dell’etichettatura. …

Continua »

“Panino all’olio” venduto da Eurospin è fatto con lo strutto. Segnalato nel 2017 da un consumatore, dopo un anno niente è cambiato

Pubblichiamo di seguito la mail di un nostro lettore, su una vicenda iniziata quasi un anno fa, marzo 2017, e non ancora conclusa. All’inizio dello scorso anno, era marzo 2017, facendo la spesa presso il negozio Eurospin di C.da Cozzaro, Marsala, ho acquistato, oltre ad altre cose, una confezione di quattro pezzi di “PANINO ALL’OLIO”. Una volta a casa, leggendo …

Continua »

Auguri a tutti i lettori e grazie per le donazioni

Auguri a tutti coloro che anche quest’anno ci hanno seguito. Si tratta di un gruppo di persone attente che non si limitano a leggere gli articoli, alcuni chiedono un parere, altri segnalano etichette scorrette o problemi riscontrati quando si fa la spesa. I lettori più sensibili fanno anche una donazione. Nel 2017 abbiamo raccolto circa 26.000 euro, pari al 18% …

Continua »
a gluten free breads on wood background

La dicitura “senza glutine” fuori legge e ingannevole? No, aiuta i celiaci. L’opinione di una lettrice e la risposta di Dario Dongo

Dopo la pubblicazione dell’articolo “La scritta senza glutine sull’etichetta di molti alimenti è fuori legge e ingannevole. Lo spiega l’avvocato Dario Dongo”, abbiamo ricevuto diverse lettere e numerosi commenti da parte di persone celiache che sollevano critiche alle tesi sostenute nel pezzo. Riportiamo di seguito una delle lettere ricevute. Una pubblicazione simile non può che provenire da una persona che …

Continua »
latte in polvere petizione

Latte per bambini e contaminanti cancerogeni: la normativa europea non tutela i piccoli. “Scegliamo prodotti senza olio di palma”: l’invito di Chiara Manzi

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Chiara Manzi, presidente di Art joins Nutrition Academy  e di ASSIC, sull’annosa questione dell’impiego come ingrediente nel latte in polvere per bambini dell’olio di palma e dei contaminanti di processo abbinati. A distanza di oltre un anno dal parere scientifico dell’Efsa sui cancerogeni contenuti nell’olio di palma, ad oggi c’è una categoria di prodotti che …

Continua »

800 notizie l’anno. Perché è importante sostenere Il Fatto Alimentare

Ogni anno pubblichiamo oltre 800 articoli, scritti da giornalisti ed esperti del settore, che vengono inviati attraverso le newsletter a 92 mila persone. Per questo motivo Il Fatto Alimentare è considerato uno dei siti di riferimento e da molti viene apprezzato per l’indipendenza e l’autonomia. L’informazione a costo zero però non esiste e gli inserzionisti pubblicitari non coprono le spese …

Continua »
farina integrale grano spighe

Origine del grano duro e produzione della pasta “made in Italy”: un approfondimento su alcuni passaggi della filiera

Pubblichiamo di seguito il commento di un nostro lettore al tema molto dibattuto dell’origine del grano duro della pasta italiana. L’allarmismo sul cibo è ormai miniera preziosa per i programmi televisivi in cerca di facili ascolti, comprese le recenti sparate sull’allarme del grano estero. Dati sulle micotossine ce ne sono ormai migliaia, raccolti con metodo scientifico validato dal Crea, dall’Iss …

Continua »

Origine del grano in etichetta: Aidepi risponde e spiega perché ai produttori non piace la proposta del ministero. Ma è proprio così?

La scorsa settimana abbiamo pubblicato una lettera aperta inviata ai fratelli Barilla e anche ad Aidepi (associazione di categoria che raggruppa i principali pastifici italiani). Nel testo chiedevamo alle aziende di inserire volontariamente in etichetta l’indicazione di origine del grano duro utilizzato per produrre spaghetti e maccheroni. Di seguito pubblichiamo la risposta che oggi abbiamo ricevuto da Aidepi. Gentile dottor …

Continua »

Grissini “no palm oil” con olio di palma! È un errore dell’etichetta? Risponde l’azienda produttrice

Qualche giorno fa mia moglie ha acquistato dei grissini che credo non abbiamo l’etichetta in regola. C’è un logo ben visibile con scritto “no Palm oil” e come secondo ingrediente compare “oli e grassi vegetali (palma)”. È possibile avere il parere dell’azienda produttrice? Non è un bollino bensì è stampato sull’etichetta. Massimiliano Ecco la risposta del produttore Mago Merlini S.r.l. -la nostra …

Continua »