Home / Lettere (pagina 3)

Lettere

Auguri a tutti i lettori e grazie per le donazioni

Auguri a tutti coloro che anche quest’anno ci hanno seguito. Si tratta di un gruppo di persone attente che non si limitano a leggere gli articoli, alcuni chiedono un parere, altri segnalano etichette scorrette o problemi riscontrati quando si fa la spesa. I lettori più sensibili fanno anche una donazione. Nel 2017 abbiamo raccolto circa 26.000 euro, pari al 18% …

Continua »
a gluten free breads on wood background

La dicitura “senza glutine” fuori legge e ingannevole? No, aiuta i celiaci. L’opinione di una lettrice e la risposta di Dario Dongo

Dopo la pubblicazione dell’articolo “La scritta senza glutine sull’etichetta di molti alimenti è fuori legge e ingannevole. Lo spiega l’avvocato Dario Dongo”, abbiamo ricevuto diverse lettere e numerosi commenti da parte di persone celiache che sollevano critiche alle tesi sostenute nel pezzo. Riportiamo di seguito una delle lettere ricevute. Una pubblicazione simile non può che provenire da una persona che …

Continua »
latte in polvere petizione

Latte per bambini e contaminanti cancerogeni: la normativa europea non tutela i piccoli. “Scegliamo prodotti senza olio di palma”: l’invito di Chiara Manzi

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Chiara Manzi, presidente di Art joins Nutrition Academy  e di ASSIC, sull’annosa questione dell’impiego come ingrediente nel latte in polvere per bambini dell’olio di palma e dei contaminanti di processo abbinati. A distanza di oltre un anno dal parere scientifico dell’Efsa sui cancerogeni contenuti nell’olio di palma, ad oggi c’è una categoria di prodotti che …

Continua »

800 notizie l’anno. Perché è importante sostenere Il Fatto Alimentare

Ogni anno pubblichiamo oltre 800 articoli, scritti da giornalisti ed esperti del settore, che vengono inviati attraverso le newsletter a 92 mila persone. Per questo motivo Il Fatto Alimentare è considerato uno dei siti di riferimento e da molti viene apprezzato per l’indipendenza e l’autonomia. L’informazione a costo zero però non esiste e gli inserzionisti pubblicitari non coprono le spese …

Continua »
farina integrale grano spighe

Origine del grano duro e produzione della pasta “made in Italy”: un approfondimento su alcuni passaggi della filiera

Pubblichiamo di seguito il commento di un nostro lettore al tema molto dibattuto dell’origine del grano duro della pasta italiana. L’allarmismo sul cibo è ormai miniera preziosa per i programmi televisivi in cerca di facili ascolti, comprese le recenti sparate sull’allarme del grano estero. Dati sulle micotossine ce ne sono ormai migliaia, raccolti con metodo scientifico validato dal Crea, dall’Iss …

Continua »

Origine del grano in etichetta: Aidepi risponde e spiega perché ai produttori non piace la proposta del ministero. Ma è proprio così?

La scorsa settimana abbiamo pubblicato una lettera aperta inviata ai fratelli Barilla e anche ad Aidepi (associazione di categoria che raggruppa i principali pastifici italiani). Nel testo chiedevamo alle aziende di inserire volontariamente in etichetta l’indicazione di origine del grano duro utilizzato per produrre spaghetti e maccheroni. Di seguito pubblichiamo la risposta che oggi abbiamo ricevuto da Aidepi. Gentile dottor …

Continua »

Grissini “no palm oil” con olio di palma! È un errore dell’etichetta? Risponde l’azienda produttrice

Qualche giorno fa mia moglie ha acquistato dei grissini che credo non abbiamo l’etichetta in regola. C’è un logo ben visibile con scritto “no Palm oil” e come secondo ingrediente compare “oli e grassi vegetali (palma)”. È possibile avere il parere dell’azienda produttrice? Non è un bollino bensì è stampato sull’etichetta. Massimiliano Ecco la risposta del produttore Mago Merlini S.r.l. -la nostra …

Continua »

Vendita online di prodotti alimentari: è obbligatorio esporre l’etichetta? Il racconto e i dubbi di un lettore

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un consumatore che ci racconta la sua disavventura alle prese con un sito di vendita online. Desideravo comprare dei pomodori secchi e, convinto di abbandonare il supermercato di fiducia perché confezionava i pomodori con olio di girasole, decido di cercarli su Ebay, per avere la possibilità di acquistare il prodotto essiccato e di poter …

Continua »
pancakes fritters carrot with maple syrup breakfast

Colazione al McCafè: lo sciroppo dei pancake non è di acero! La catena di fast food risponde ai dubbi di una consumatrice

Sabato mi sono recata per una colazione ad un McCafè. Ordino i pancake e mi viene proposta la scelta tra tre possibili salse di accompagnamento “vuole cioccolato, sciroppo d’acero o caramello?”. Per soddisfare il mio amore per l’american style resto fedele alle tradizioni e scelgo lo sciroppo d’acero. Mi viene data una piccola confezione e d’istinto mi metto a leggere l’etichetta …

Continua »

Il Chinotto Crai non contiene frutta: solo acqua, zucchero, aromi e coloranti. È corretto? L’avvocato Dario Dongo e l’azienda rispondono ai dubbi di una lettrice

Di recente ho notato che tra gli ingredienti del Chinotto (marca Crai), non figura in alcun modo il chinotto stesso. Ecco la lista degli ingredienti che ho copiato dall’etichetta: acqua, zucchero, anidride carbonica, coloranti e 150d, aromi, acidificanti: acido citrico e acido fosforico. A questo punto mi chiedo se sia lecita la denominazione del prodotto, o se invece sia ingannevole. …

Continua »

Perché sui miei funghi sottolio ci sono delle scritte cinesi? L’azienda produttrice risponde ai dubbi di una consumatrice

Qualche giorno fa abbiamo ricevuto la mail da una lettrice che ci segnalava un fatto molto strano che le è capitato aprendo un barattolo di funghi. La storia ci è sembrata interessante per questo vi  proponiamo la lettera (e le immagini) e la risposta dell’azienda produttrice. Ho acquistato dei funghi sottolio presso un supermercato discount. Aprendoli ho trovato delle scritte …

Continua »

Frullato Veggie Valfrutta: dov’è finito il 10% di frutta e verdura? L’azienda risponde ai dubbi di un consumatore

Alcuni giorni fa al supermercato ho acquistato un frullato Valfrutta in brik da un litro. Ho letto l’elenco degli ingredienti, e non mi tornano i calcoli relativa alla percentuale di frutta. Sulla confezione c’è scritto “100% da frutta e verdura”, ma facendo la somma dei valori si evince che manca il 10% di frutta. Il totale degli ingredienti dà 90%… …

Continua »

Doppia etichettatura sui grissini: cosa scrivere sulla confezione per venderla anche all’estero? Risponde l’avvocato Dario Dongo

La nostra azienda dovrebbe esportare dei prodotti alimentari (grissini) in America e ci chiedevamo se fosse possibile applicare alla confezione una doppia etichettatura, quindi sia italiana (UE) che americana. È prevista questa “formula” per l’etichettatura UE? E per quella Americana? Possiamo applicare una doppia tabella nutrizionale sulla stessa etichetta del prodotto? Dina Risponde l’avvocato Dario Dongo, esperto di diritto alimentare. …

Continua »

Una psicologa può prescrivere diete? Il problema dell’abusivismo tra i nutrizionisti. Antonio Pratesi risponde ai dubbi di una lettrice

In Italia il problema dell’abusivismo nel campo della dietologia ha una lunga tradizione ed è sempre di grande attualità. Personaggi di ogni genere senza alcuna preparazione specifica intraprendono delle lunghe e redditizie carriere come “nutrizionisti o dietologi” senza che nessuno si accorga di nulla. Spesso neppure i medici si accorgono se i loro pazienti si sono rivolti a veri nutrizionisti. …

Continua »