Home / Lettere (pagina 26)

Lettere

Il Fernet Branca ma non è più quello di una volta. L?abbassamento della gradazione alcolica ha distorto il gusto e il colore. Ed è più caro

Salve, mi chiamo Fabiano Dusi e abito in provincia di Brescia. Mi presento come consumatore in modesta quantità del Fernet Branca e come suo atipico collezionista e vi scrivo in merito al vostro articolo “Fernet Branca riduce di 6 gradi il contenuto di alcol in dieci anni, pochi se ne accorgono perchè la tendenza è generalizzata”. Possiedo bottiglie integre di …

Continua »
colomba dolci pasqua

Colomba pasquale artigianale: i dubbi di un lettore sul vero produttore. La ricetta è prevista dalla legge

Spett.le redazione de “Ilfattoalimentare”,sottopongo alla vostra cortese attenzione un quesito. Ho notato in pasticceria prodotti tipici delle festività pasquali come colombe, uova di cioccolato con etichette dove era indicata  la denominazione commerciale del luogo di vendita che mi lascia un pò perplesso. Per esempio la scritta: Pasticceria **, via **, nome del comune. 1, quando  il dolce è preparato in …

Continua »

Refezione scolastica: Milano Ristorazione non risponde alle domande scomode. E` un tema elettorale dice Predolin! Ne parliamo tra un mese.

Un mese fa ilfattoalimentare.it ha  inviato a Milano Ristorazione (la società del Comune che prepara ogni giorno 70 mila pasti per gli alunni delle scuole)  alcune domande sulla gestione del servizio, sul bilancio e su altre questioni.  Dopo tre sollecitazioni finalmente il presidente della società Roberto Predolin ci ha scritto  dicendo che sarà ben lieto di rispondere in modo esauriente, …

Continua »

Alimenti e pubblicità nei programmi Tv per bambini: la replica di Nestlé

Gentile Dottoressa Truncellito, Le scrivo sia in merito al Suo articolo pubblicato il 4 marzo 2010 sul portale di informazione ilfattoalimentare.it e intitolato “Kellogg’s e Nestlé reclamizzano i loro prodotti nei programmi TV per bambini: è corretto?”, sia alla Sua risposta del 31 marzo ad una lettrice sempre sul medesimo argomento. Ho letto attentamente le analisi riportate negli articoli e …

Continua »
bambini tv televisione pubblicità media

L’etichetta può aiutarci a capire se i cibi per bambini reclamizzati in Tv sono davvero imperdibili

Gentile dott.ssa Truncellito, ho letto e apprezzato il suo articolo sulle pubblicità alimentari durante i programmi Tv rivolti ai bambini. Vorrei segnalare la pubblicità dei cereali Nestlé Cheerios, che ci è capitato di vedere negli ultimi giorni durante i film per bambini trasmessi sui canali Tv a loro dedicati: – sabato 26 marzo, ore 6 pomeridiane su Italia 1, nel …

Continua »

Assolatte interviene sulla bufala dei probiotici Danone che fanno ingrassare

Gentile dottor La Pira ho visto il suo intervento sulla bufala dei probiotici che farebbero ingrassare, e la ringrazio per aver voluto chiarire i termini della vicenda. Le segnalo che la notizia fu immediatamente smentita dallo stesso ospedale (http://www.hugge.ch/_library/pdf/communique_octobre_2010.pdf). Come ha detto lei stesso, però, questo tipo di bufale – ennesimo uso cattivo del web – corre molto più veloce. …

Continua »

Il potere della pubblicità sui bambini. E su mamma e papà. Il caso Kellogg`s Miel Pops

Gentile Redazione, ho letto con interesse la Vostra opinione sulle pubblicita’ di pseudo-cereali rivolti ai bambini sui loro canali tv, in risposta alla lettera Kellogg’s e Nestlè reclamizzano i loro prodotti nei programmi Tv per bambini: è corretto? Vorrei segnalarvi un altro caso, quello degli spot commerciali camuffati da cartoni animati. Simpatiche api che sguazzano e scivolano nel miele, e …

Continua »

L’olio extravergine deodorato non può essere etichettato come il vero extravergine genuino

Ancora una volta la normativa europea ha difeso gli interessi dei grandi e piccoli marchi che da anni ingannano i consumatori, a discapito dei piccoli produttori che agiscono onestamente. Ci riferiamo al Regolamento (UE) n. 61/2011 del 24 gennaio 2011 relativo alle caratteristiche degli oli d’oliva e di quelli di sansa d’oliva nonché ai metodi di analisi ad essi attinenti. …

Continua »

Quando la spina finisce nei filetti di pesce impanati per i bambini

Vi contatto perchè mio figlio di 4 anni è finito al pronto soccorso a causa di una spina di pesce che gli si è conficcata in una tonsilla mentre mangiava i bastoncini di pesce impanati. Per fortuna la spina, decisamente grande anche a parere del medico, è stata rimossa con facilità anche grazie alla collaborazione di mio figlio. Ma se …

Continua »

Serve un nuovo pronunciamento della Cassazione per confermare la validità della legge 283?

 Gentile redazione, sono un agente  della Polizia Municipale che da circa 30 anni si occupa di controlli commerciali e igienico annonari. Le scrivo per evidenziare un aspetto del “salvataggio” della L. 283/62 che creerà in futuro (nonostante che tutti facciano finta di ignorarlo) seri problemi per l’accertamento dei reati alimentari. L’art. 14, comma 17 della norma “taglia-leggi”, come risaputo, salva …

Continua »

Perplessità sul nuovo programma dei controli del ministro Fazio

Spett.le Il Fatto alimentare, sono un Medico Veterinario libero professionista e mi occupo di consulenza aziendale in materia di autocontrollo. Ho letto l’intervista al Ministro Fazio, sicuramente condivisibile, ma trovo che alcuni passaggi siano poco attuabili nella pratica. In primo luogo per quel che riguarda le segnalazioni da parte di laboratori di analisi privati. Se, ad esempio, ci fosse qualche …

Continua »

Origine italiana: basta la trasformazione?

Sono un consigliere comunale con delega al commercio. Parlando con alcuni operatori commerciali delle ulteriori informazioni che dovrebbero comparire sulle etichette, mi è sorto un dubbio: se si compra il grano in Ucraina o in Russia o in Canada o in Cina, lo si macina in Italia (ultima trasformazione sostanziale) e poi la farina ottenuta si miscela con altra importata, …

Continua »

Boom integratori: le precisazioni dell`Aiipa (Associazione italiana industrie prodotti alimentari)

Con riferimento alla notizia “Boom Integratori: servono davvero? Il parere di Fabio Galvano dell’Università di Catania” pubblicata sul vostro sito il 28 gennaio scorso, AIIPA (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari) – Area Integratori alimentari desidera fare alcune precisazioni. Innanzitutto l’immagine del consumatore di integratori alimentari trasmessa dall’articolo non corrisponde al vero. Le ricerche ci confermano che il consumatore di integratori …

Continua »