Home / Etichette & Prodotti (pagina 3)

Etichette & Prodotti

categoria etichette e prodotti

Three cuts of Raw fresh meat Steaks and seasonings on dark backg

Carne di manzo: tutti i segreti della frollatura che infonde gusto e tenerezza. Attenzione all’etichetta

La tenerezza della carne rossa non dipende solo dalla genetica dell’animale e dal metodo di cottura ma anche dal processo di macellazione e lavorazione industriale che ha subito prima dell’arrivo del prodotto in cucina. “I primi fattori che influenzano la tenerezza della carne – spiega Giovanni Ballarini, esperto di sicurezza alimentare e professore emerito dell’Università di Parma, in un articolo su …

Continua »
Pasta garofalo

Pasta Garofalo: ecco le differenze tra una pasta di qualità e una standard. Da oggi in rete analisi, origine e qualità

Da dove viene il grano utilizzato per la pasta Garofalo? Una parte viene dall’Italia, ma la maggior quantità  viene importata dall’Australia, dall’Arizona. L’indicazione non compare sull’etichetta, dove si trova la generica scritta prevista dalla legge “grano Ue e non UE”, ma sul sito del pastificio, insieme all’analisi chimica, merceologica e microbiologica dei singoli lotti. I consumatori per avere notizie precise …

Continua »
uova di pasqua 2018 papille vagabonde

Uova di Pasqua: le opere d’arte delle pasticcerie. Ne parla Günther Karl Fuchs su Papille Vagabonde

Siamo alla vigilia della Pasqua e puntuali arrivo colombe e uova di cioccolato. Oltre a quelle che possiamo acquistare al supermercato, i più golosi possono trovare delle vere è proprie opere d’arte di pasticceria. Ne parla il blogger Günther Karl Fuchs su Papille vagabonde nell’articolo: Uova di Pasqua 2018: Arte, Tradizione e Design Da alcuni giorni le vetrine delle migliori pasticcerie …

Continua »
pesto salsa sugo

Pesto: troppo sale in quei vasetti. Confronto di ingredienti tra: Tigullio, Barilla, Coop, Saclà, Pesto di Prà…

In Gran Bretagna il Consensus action on salt and health (Cash) – associazione scientifica che controlla il consumo di sale – pochi mesi fa ha segnalato che la quantità di sale presente nel pesto industriale è aumentata negli ultimi anni, nonostante l’invito rivolto alle aziende di prestare particolare attenzione. In particolare, l’analisi concentrava l’attenzione su alcune marche molto diffuse oltre …

Continua »
wk kellogg granola frutti rossi farro superfood

Kellogg’s lancia una nuova linea di cereali “sana e sostenibile”, ma anche costosa. E nella granola farro e frutti rossi c’è troppo zucchero

Tra i cereali per la prima colazione c’è una nuova linea di Kellogg. Si chiama W.K Kellogg e comprende sei referenze, di cui quattro di granola, un prodotto simile al müsli costituito da agglomerati di cereali e frutti, e due di cereali bio sotto forma di fagottini. L’intera linea si contraddistingue graficamente per i colori naturali e le decorazioni semplici, …

Continua »
maionese coop conad carrefour esselunga pam calve biffi

Maionese: attenzione agli ingredienti! Dall’olio d’oliva alle uova, i consigli per scegliere la migliore. Confronto tra Calvé, Biffi e i marchi dei supermercati

La maionese è una delle salse più amate dai consumatori e più vendute nei supermercati. Accanto ai marchi più noti, come Calvè e Kraft, ogni catena di supermercati propone almeno un  vasetto con il proprio marchio. In alcuni casi troviamo anche la versione light a ridotto contenuto di grassi. Pochi sanno che le salse delle principali catene (Coop, Conad, Despar, …

Continua »

Latte fresco: liberalizzata la scadenza. Dal 9 maggio 2018 una nuova legge toglie il limite dei 6 giorni, ma forse c’è un problema. Il parere dell’avvocato Dongo

Un lettore ci chiede se dal prossimo 9 maggio la data di scadenza del latte fresco sarà liberalizzata come prevede il regolamento UE 1169/11 del decreto legislativo n° 231 approvato il 15 dicembre 2017. Il problema non è di poco conto perché il latte, insieme alle uova, è rimasto l’unico prodotto con una scadenza fissata dalla legge. La normativa sugli …

Continua »
Mucca al pascolo in montagna

Al via il marchio “Prodotto di Montagna”. Presentato dal ministero delle Politiche agricole

Il Ministero delle politiche agricole ha presentato il marchio identificativo del regime di qualità “prodotto di montagna”, un logo verde con una montagna stilizzata da utilizzare sui prodotti previsti dal decreto ministeriale del 26 luglio 2017, che attua i regolamenti europei sulle condizioni di utilizzo dell’indicazione facoltativa “prodotto di montagna”. Il logo può essere utilizzato per le materie prime che provengono …

Continua »

Colombe pasquali: Maina e Paluani producono anche i dolci firmati da Esselunga, Coop, Conad, Carrefour

In questo periodo i supermercati traboccano di uova di cioccolato e soprattutto colombe che per tradizione accompagnano le feste di Pasqua. Fra i nomi più noti ci sono produttori come Maina, Paluani, Motta e Bauli affiancati ormai da anni dalle colombe firmate dai supermercati con i loro marchi (private label), più spesso oltre alla colomba classica troviamo anche la versione …

Continua »
nestle nesquik zucchero

Cibi salutari, ma per finta: vitamine e minerali nascondono zuccheri e grassi. Sotto accusa 300 etichette da tutta Europa raccolte dal Beuc

Gli scaffali dei supermercati sono zeppi di prodotti che fingono di essere salutari grazie all’aggiunta di una manciata di vitamine e minerali, quando in realtà contengono troppi zuccheri, grassi saturi o sale. Tuttavia la presenza di queste diciture è perfettamente in regola per la mancanza di profili nutrizionali che impediscano di usare i claim salutistici e nutrizionali su cibi insalubri. È un …

Continua »
passata di pomodoro

Origine del pomodoro in etichetta anche per i derivati. Approvato un provvedimento che rischia di essere solo di facciata

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto dei ministri delle Politiche agricole e dello Sviluppo economico che introduce in via sperimentale l’obbligo di indicazione in etichetta dell’origine dei derivati del pomodoro. Sono interessati conserve e concentrati, oltre a sughi e salse che siano composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro, così come già avviene per i prodotti …

Continua »

Aranciate: aumenta il contenuto di succo dal 12% al 20%. Dal 6 marzo in vigore la nuova legge

Il 6 marzo è entrata in vigore la norma contenuta nell’art. 17 della legge n. 161/2014, secondo cui le bibite analcoliche prodotte in Italia e vendute con il nome dell’arancia o con un nome riferito al frutto, devono avere un contenuto di succo non inferiore a 20 grammi per 100 ml o una quantità equivalente di succo concentrato o disidratato. L’obbligo vale solo …

Continua »

Biscotti Conad addio all’olio di palma. La catena di supermercati sostituisce il grasso tropicale in tutti i prodotti alimentari

Anche la catene di supermercati Conad ha sostituito l’olio di palma dall’intero assortimento dei biscotti con l’olio di girasole e di mais. Si tratta dell’ultima grande catena di supermercati italiani che ha deciso di abbandonare l’olio tropicale (ingrediente considerato dai nutrizionisti  di mediocre qualità per l’eccesso di grassi saturi e criticato dagli ambientalisti perché le coltivazioni  incrementano a dismisura il …

Continua »
Concentrato pomodoro 5

Cercasi pomodoro cinese disperatamente! La sfida (provocatoria) lanciata da Il Fatto Alimentare

La vicenda del doppio e triplo concentrato di pomodoro importato dalla Cina aggiunto ai prodotti “Made in Italy” all’insaputa dai consumatori, assomiglia sempre di più a una grande bufala. Dopo la pubblicazione il 26 febbraio 2018 del decreto numero 17 del 16 novembre 2017, che estende l’obbligo dell’origine alle conserve e ai prodotti composti almeno per il 50% da derivati …

Continua »
mars cioccolato

Mars abbandona il progetto di etichetta a semaforo delle industrie. “Mancano credibilità e consenso, del problema si faccia carico l’Ue”

Mars ha deciso di abbandonare il progetto di etichetta nutrizionale a semaforo lanciato un anno fa insieme ad altri cinque big dell’industria alimentare – Nestlé, Coca-Cola, PepsiCo, Unilever e Mondelez. L’etichetta pur dichiarando di ispirarsi al semaforo adottato in Gran Bretagna, presenta una differenza fondamentale: l’etichetta ufficiale prende come riferimento la quantità di calorie, zucchero, sale, grassi e grassi saturi  …

Continua »