Home / Efsa (pagina 3)

Efsa

donna compra pesce

Pesce fresco le insidie dell’istamina, l’Efsa raccomanda di indicare la temperatura di 0° C per la conservazione del pesce fresco confezionato

L’Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare, ha pubblicato una valutazione scientifica sui fattori che favoriscono la formazione dell’istamina nel pesce, in particolare quello refrigerato confezionato in vendita nei supermercati. L’istamina è una sostanza che si forma quando alcune specie non vengono adeguatamente refrigerate prima della cottura o della trasformazione a livello industriale. Stiamo parlando soprattutto di tonno, sardine, sgombri …

Continua »
bambino patatine fritte

Acrilammide: secondo l’Efsa c’è motivo di preoccupazione per la salute pubblica: aumenta il rischio di cancro. I bambini sono i più esposti

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato il parere scientifico sulla presenza di acrilammide negli alimenti. Il documento ribadisce le precedenti valutazioni, basate su studi condotti su animali, secondo cui questa sostanza può aumentare il rischio di sviluppare il cancro essendo presente in un’ampia gamma di cibi di uso quotidiano. I bambini sono maggiormente esposti per via del …

Continua »

Perclorato in frutta e verdura: l’EFSA conferma un errore nella stima di esposizione dei consumatori. La valutazione verrà aggiornata

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) riesaminerà il proprio parere scientifico dello scorso ottobre sul perclorato negli alimenti, in particolare nella frutta e nella verdura, a seguito della conferma che c’è stato un errore tecnico nella stima dell’esposizione dei consumatori a questo contaminante chimico. Gli esperti del gruppo scientifico dell’Efsa che si occupano dei contaminanti nella catena alimentare si …

Continua »

Bisfenolo A: secondo l’Efsa l’esposizione attraverso cibo e fonti non alimentari non genera rischi per la salute. Forti le reazioni in Francia, dove è vietato

In Francia ci sono state forti reazioni dopo la diffusione del parere scientifico dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Gli esperti di Parma hanno stabilito che l’esposizione delle persone al bisfenolo A (BPA) attraverso il cibo e altre fonti non alimentari (polveri, cosmetici e carta termica) si può considerare al di sotto della dose giornaliera tollerabile (DGT), e pertanto …

Continua »

Conflitti di interesse nell’EFSA: il Parlamento europeo chiede più chiarezza e procedure più semplici per eliminare il problema

Una procedura “onerosa e opinabile”, che dà “adito a interrogativi circa la credibilità e l’efficacia” e non ha contribuito a “dissipare i timori sull’imparzialità degli esperti dell’Autorità”. Così si esprime una risoluzione approvata dal Parlamento europeo (nella sua penultima sessione prima delle elezioni per il suo rinnovo) in merito alla gestione dei conflitti di interesse da parte dell’Efsa, l’Autorità europea …

Continua »

Efsa avvia consultazione pubblica sul bisfenolo A. Ridurre di 10 volte la dose giornaliera tollerabile. Il commento di un tossicologo dell’ISS

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha avviato una consultazione pubblica sulla bozza del documento che tratta dei rischi per la salute umana collegati all’esposizione al bisfenolo A (Bpa), sostanza chimica utilizzata per la produzione del policarbonato ( una plastica impiegataper materiali a contatto con gli alimenti come recipienti, rivestimenti di scatolette, stoviglie …) , oltre che per numerosi altri usi. Il …

Continua »
uomo pesticida campo

Allerta per due insetticidi neurotossici, pericolosi per l’uomo. Sono gli stessi che causano la moria delle api

Due insetticidi neonicotinoidi – acetamiprid e imidacloprid – possono avere effetti sul sistema nervoso umano nella fase di sviluppo. È  questa la conclusione di una ricerca condotta  dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA). Per questo motivo gli esperti  propongono l’abbassamento di alcuni livelli di esposizione.   Vale la pena ricordare che nel mese di gennaio la stessa Autorità aveva …

Continua »

Rischi e benefici delle nanotecnologie negli alimenti. Francesco Cubadda dell’ISS risponde a 5 domande

Componenti e supplementi dalle dimensioni nanometriche: un probabile futuro scientifico per il settore alimentare e a volte addirittura un presente già sfruttato. Le nanotecnologie sono infatti già presenti in alcuni additivi e nei contenitori alimentare, come spiega in modo chiaro Francesco Cubadda, ricercatore dell’Istituto superiore di sanità, rispondendo a 5 domande sul numero 11 della Newsletter dell’EFSA (EFSA Focal Point …

Continua »

Il latte di crescita dopo i 12 mesi non è migliore di quello vaccino. Secondo l’Efsa i bambini assumono troppe calorie, serve una dieta equilibrata

Il latte crescita destinato ai bambini di età compresa tra 1 e 3 anni non ha una marcia in più, e non è più efficace nell’apportare sostanze nutritive rispetto agli altri alimenti che costituiscono la dieta normale dei bambini. È questo il parere dell’Autorità per la sicurezza alimentare europea (Efsa) che pochi giorni fa ha espresso un giudizio negativo sulla funzione …

Continua »

Moria delle api: stop agli insetticidi neonicotenoidi lo chiede l’Efsa

L’impiego di insetticidi neonicotinoidi costituisce un rischio per le api e, di conseguenza, per i sistemi agricoli e gli ecosistemi naturali. È questa la conclusione cui sono giunti gli esperti dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa), dopo aver condotto su incarico della Commissione europea un’accurata revisione dei dati disponibili. La conclusione è riportata in tre diversi report scientifici pubblicati …

Continua »

Efsa: anche i betaglucani da orzo riducono il colesterolo, e si può scrivere in etichetta

Non tutti i claim salutistici sono pretenziosi: l’8 dicembre è stato pubblicato un parere scientifico dell’Efsa che conferma l’efficacia dei beta-glucani da orzo nell’abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. E di conseguenza, il loro ruolo positivo contro il rischio di patologie cardio-circolatorie. L’opinione si inquadra in una procedura di autorizzazione all’utilizzo del claim sulla riduzione di un fattore di …

Continua »

Bisfenolo (Bpa) e sicurezza alimentare: dubbi sulle dosi ritenute innocue. L`Efsa deciderà nel 2012

Una cosa si comprende, nell’ultimo abbottonato comunicato dell’Efsa in merito al bisfenolo A: che la situazione potrebbe presto cambiare in senso restrittivo, ma per ora non ci sono gli estremi per farlo. L’Agenzia europea ha infatti appena reso nota la sua ultima posizione ufficiale sull’argomento, su richiesta della Commissione Europea dopo la pubblicazione, a settembre, del rapporto dell’Agenzia francese per …

Continua »

Pesticidi negli alimenti: in regola oltre il 97% dei campioni, secondo l` Efsa rischi minimi con la dieta

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato il terzo rapporto annuale sui residui di pesticidi nei prodotti alimentari con i dati rilevati nell’Unione Europea nel 2009. Il documento è affiancato da una valutazione relativa all’esposizione dei consumatori che attraverso la dieta quotidiana assumono questi residui. Buone notizie. Il rapporto mostra che i tassi di conformità continuano ad aumentare, …

Continua »

L`Efsa inaugura "Applications helpdesk", un nuovo spazio per imprese e addetti ai lavori interessati alle procedure di valutazione

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha istituito un’unità di Assistenza dedicata alle richieste di valutazione inoltrate da imprese e addetti ai lavori. Il nuovo servizio si pone l’obiettivo di migliorare la comprensione delle attività di valutazione del rischio e dei requisiti necessari per l’immissione di nuovi prodotti nella catena alimentare europea. L’Efsa si è inoltre impegnata nella semplificazione …

Continua »

Bocciate l`80% delle etichette alimentari. L`Efsa censura le false diciture salutistiche. Pesante il bilancio per le imprese

L’Autorità per la sicurezza  alimentare europea ha concluso un lavoro iniziato tre anni fa sulle diciture presenti nelle etichette dei prodotti alimentari. Gli esperti hanno esaminato 2.758 indicazioni e hanno bocciato l’80% delle scritte, perchè non esistono studi seri in grado di validare i vantaggi per la salute.I giudizi positivi hanno interessato:–  vitamine e sali minerali;–   fibre dietetiche specifiche relative …

Continua »